In Web Advertising

Conosci gli interessi e le passioni dei tuoi clienti? Sai dove vivono? Se sono prevalentemente uomini o donne? La loro età e se sono sposati o single? Se lavorano in certi settori piuttosto che in altri, o hanno titoli di studio alti?

Se non conosci queste nozioni di base sul tuo pubblico, è difficile pianificare al meglio le campagne su Facebook e creare annunci pubblicitari pertinenti.

Occorre anzitutto sapere se Facebook è lo strumento giusto per raggiungere il Target di riferimento, e poi saperlo impostare correttamente affinché visualizzi i nostri annunci. Ecco come fare.

L’Audience Insights di Facebook

Audience Insights è uno strumento molto potente e gratuito messo a disposizione da Facebook per offrire ad ogni inserzionista le informazioni di cui ha bisogno per individuare il proprio pubblico.
Questo è importante anche per personalizzare meglio i contenuti da veicolare agli utenti affinché ne vengano attratti e coinvolti.

Consideriamo che i 4 fattori principali di una campagna di successo sono i seguenti:

  1. Coinvolgente creatività dell’annuncio (ad esempio un’immagine o video) e il copy (titolo e testo)
  2. Un buon prodotto e un’offerta convincente
  3. I giusti segmenti di pubblico a cui mostrare gli annunci
  4. Strategia di offerta, ottimizzazione e struttura della campagna

Quindi, visto che il pubblico è uno dei quattro pilastri del successo, come facciamo a sapere a chi dovremmo indirizzare con i nostri annunci?

Con più di 2 miliardi di utenti attivi mensili su Facebook (e oltre un miliardo su Instagram) conviene chiedersi come è opportuno restringere il pubblico e concentrarsi solo sulle persone che sono potenzialmente più interessate alla nostra offerta.

Abbiamo a disposizione diverse opzioni di targeting tra cui:

  • interessi
  • comportamenti
  • dispositivo utilizzato
  • età
  • genere
  • lingua parlata
  • località

Come scegliere le migliori?

Come iniziare con Audience Insights

Accedi al tuo Business Manager o Gestione inserzioni e fai clic sul menu nell’angolo in alto a sinistra.
Qui puoi selezionare Audience Insights:

Ti verrà quindi presentato un popup, che ti consente di scegliere un pubblico generale o persone connesse alla tua pagina Facebook:

Da notare che, per proteggere la privacy degli utenti, l’opzione per l’analisi dei pubblici personalizzati è stata rimossa nel 2018.

Una volta scelta una delle due opzioni, ti troverai nella schermata principale.

Il menu di sinistra ti consente di filtrare il pubblico in base a determinate caratteristiche, che imposterai se già possiedi informazioni che identificano il tuo audience.

Facebook ti fornisce i dati solo se selezioni un pubblico con almeno mille persone. Vedrai indicata la sua dimensione in alto, in termini di “persone attive al mese“.

In questo caso, avendo selezionato come unico filtro il paese “Italia”, mi indica il numero di persone attive mensilmente su Facebook in Italia: 30 – 35 milioni circa.

Come usare Audience Insights

Esistono quattro schede in Audience Insights:

  1. Dati demografici
  2. “Mi piace” sulla pagina
  3. Luogo
  4. Attività

Dati demografici

Nella prima scheda troviamo i grafici per età e genere, situazione sentimentale, livello di istruzione e titolo professionale.

Le barre grigie rappresentano le medie per tutti gli utenti di Facebook in quel segmento demografico e le barre blu rappresentano il pubblico che stiamo analizzando. In questo modo sapremo se una determinata caratteristica del nostro pubblico rientra nella media degli utenti di Facebook (e quindi non è rilevante), oppure no.

Di fronte a questo grafico di esempio posso dedurre che questo pubblico è fatto prevalentemente di donne, e che quelle della fascia d’età 18-24 scarseggiano. Confrontando infatti, per quella fascia d’età, la barra blu con quella grigia, scopro che la loro presenza ha un’incidenza molto inferiore rispetto alla media su Facebook.

Scopro inoltre che il titolo di studio è molto elevato: un +138% di Laurea specialistica rispetto alla media su Facebook.

“Mi piace sulla pagina”

In questa sezione possiamo scoprire quali sono le categorie di interessi più diffuse tra questo pubblico, e le pagine che prevalentemente segue su Facebook, con il numero di persone esatto che segue una determinata pagina.

Questa sezione ci dà immediatamente alcuni spunti sugli interessi da impostare per le campagne di acquisizione.

Uno dei dati più importanti è il punteggio di affinità. Facebook definisce “quanto è probabile che il tuo pubblico possa mettere Like ad una determinata Pagina rispetto a tutti su Facebook”. Alcune di queste pagine potrebbero anche essere disponibili come “interessi” da impostare nella nostra campagna.

Ecco alcune indicazioni che provengono da un pubblico basato sull’interesse per le crociere.

Pagina come “MSC crociere”, “Frecciarossa” e “Trivago” sono presenti su Facebook anche come interessi per targetizzare una campagna.

Luogo

Nella sezione Luogo possiamo individuare le zone geografiche in cui il pubblico che stiamo analizzando è più presente.

Il valore è sempre espresso in percentuale, e paragona il dato alla media su Facebook.

In questo caso, mi trovo di fronte ad un pubblico particolarmente diffuso in Puglia, ma anche in altre città del centro e nord Italia.

Attività

Nell’ultima scheda posso scoprire se si tratta di un pubblico particolarmente attivo su Facebook, che agisce con le inserzioni, con le pagine e i post, e quali dispositivi utilizza, sempre raffrontandolo con la media di attività su Facebook.

In questo caso mi trovo di fronte ad un pubblico che ha un’interazione decisamente sopra la media con le pagine, i post e le inserzioni.

Inoltre è un pubblico che utilizza moltissimo il computer e l’iPhone, mentre scarseggiano gli iPad e i dispositivi Android.

Dati insufficienti

Cosa fare in caso i dati ricavati siano insufficienti oppure se i Fan della nostra pagina sono troppo pochi per estrapolare delle informazioni?

A questo punto diventa fondamentale utilizzare anche gli altri metodi per l’identificazione delle buyer personas.
Leggi anche l’articolo: Come sviluppare le buyer personas in Facebook ads.

Aprire e salvare i pubblici

Ora non lasciare che il tuo lavoro vada sprecato, e assicurati di salvare i tuoi nuovi segmenti di pubblico in modo che tu possa utilizzarli per le tue campagne pubblicitarie su Facebook in un secondo momento.
Puoi anche aprire un pubblico salvato che hai creato in precedenza.

In alto trovi le voci che consentono di salvare l’audience creato e aprirne uno già salvato in passato.

Conclusioni

Facebook Audience Insights è uno degli strumenti più potenti disponibili per la ricerca del pubblico ed è gratuito. È qualcosa che ogni inserzionista dovrebbe usare.

Vale la pena dedicare del tempo nella pianificazione per esaminare tutti i dati su cui fare le nostre valutazioni, creare un elenco di interessi da utilizzare nelle campagne e personalizzare gli annunci per renderli il più adatti possibile al nostro target.

È importante ricordare che quando analizziamo dei segmenti di pubblico basati su un interesse, stiamo cercando di trovare una buyer persona, non solo un elenco di interessi correlato al nostro prodotto.
Senza questo strumento non sapremmo chi c’è dietro un interesse su Facebook.

Se consideriamo l’altissimo numero di inserzionisti con cui dobbiamo competere su Facebook, possiamo intuire che riuscire a trovare i giusti segmenti di pubblico a cui indirizzare i nostri annunci, evitando di competere su utenti fuori target, potrebbe rivelarsi un grande vantaggio competitivo.

Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.