8 step per scrivere un copy efficace: da zero a hero!

Per scrivere un copy efficace non basta saper scrivere, infatti è necessario conoscere il marketing, il target di riferimento e gli obiettivi prefissati, altrimenti rimarrà un testo fine a se stesso: fare copywriting equivale a saper vendere. Sei pronto a diventare un pro?
come scrivere un buon copy
Indice dei contenuti

Scrivi un buon copy, e che cosa ci vuole? Quante volte hai sentito pronunciare queste parole con un tono fin troppo sarcastico e con aria di sufficienza?

Purtroppo, molte persone danno per scontato che per scrivere un copy performante basti saper scrivere correttamente in italiano senza errori di grammatica e di ortografia.

Sicuramente conoscere la lingua è la base da cui partire, ma per scrivere un copy efficace  bisogna avere conoscenza del marketing e una visione strategica, altrimenti sarebbe un testo ben scritto ma senza utilità.

Studio Samo Pro Minidegree

Sappiamo bene come nel marketing nulla sia improvvisato e lasciato al caso, infatti scrivere un buon copy significa convertire, far compiere un’azione all’utente, come nel caso di iscrizione alla newsletter oppure di vendita di un prodotto o servizio.

Dunque saper scrivere correttamente nella lingua richiesta non basta, bisogna saper scrivere per persuadere e vendere, perché anche quando non vendiamo alcun prodotto o servizio stiamo facendo Personal Branding o Brand Awareness.

Creare e mantenere una relazione salda e duratura con le proprie Buyer Personas è la base per ogni strategia, sia online che offline, perchè bisogna sempre ricordare che prima di ogni business ci sono le persone.

La fiducia è alla base di qualsiasi rapporto: è importante che gli utenti comprendano te e la tua azienda, attraverso un copy chiaro, semplice ed efficace.

E proprio per questo motivo voglio svelarti tutti i segreti per scrivere un copy efficace, che sia performante ed ottimizzato per ogni canale di comunicazione.

Vediamo insieme, step by step, come realizzare un copy da zero a hero!

Brand Identity

La Brand Identity rappresenta l’essenza stessa del brand, che non si limita solo a logo, pay-off e colori, ma rappresenta il tono di voce, la storia, la passione, le persone ed il know-how dell’azienda.

Chi sei, che cosa vuoi trasmettere e perché dovrei sceglierti?

È senza alcun dubbio la domanda a cui l’identità del brand deve dare una risposta, perché se non conosciamo noi stessi e il nostro brand non riusciremo mai a trasmettere la vision, la mission ed il valore del brand agli utenti.

Unique Value Proposition

La Unique Value Proposition, detta anche UVP, rappresenta la promessa che il brand fa al proprio target.

Deve essere davvero percepita come di valore per le Buyer Personas e deve ben racchiudere quali siano i vantaggi competitivi rispetto ai competitors, attraverso un copy chiaro, breve ed efficace, in cui si descrive il problema che il brand risolve attraverso la giusta soluzione.

Tone of Voice

Il Tone of Voice, detto anche Tono di Voce, è il modo di comunicare del tuo brand, rappresenta non solo i contenuti testuali ma anche i contenuti video ed i contenuti grafici.

Studio Samo Pro Minidegree

Un brand può avere innumerevoli sfumature, ma il modo in cui decide di comunicare se stesso al mondo deve essere univoco ed è caratterizzato dal Tono di Voce.

Per scrivere un copy efficace bisogna essere coerenti con il Tono di Voce perché un brand deve trasmettere messaggi pertinenti con propria la vision e la propria Brand Identity.

Buyer Personas

Le Buyer Personas sono rappresentazioni fittizie dell’utente ideale, ossia delle persone a cui si riferisce il brand: le Buyer Personas vengono realizzate attraverso uno studio in cui vengono analizzati i dati anagrafici, psicologici e demografici dell’utente.

Da questa analisi si realizzano gli utenti ideali, ognuno con propri obiettivi, paure e frustrazioni.

Per scrivere un copy performante bisogna tenere ben a mente quale sia la propria audience, per intercettarla attraverso i contenuti più adatti.

Obiettivi

Gli obiettivi sono alla base di qualsiasi business, infatti se non definiamo a priori quali siano i risultati che vogliamo ottenere, non potremo verificare se l’andamento della nostra strategia sia corretto o meno.

Per questo motivo, anche quando si scrive un copy bisogna tenere a mente quale sia il risultato che si voglia raggiungere e quale azione vogliamo compia l’utente.

Calendario Editoriale

Una volta definiti gli obiettivi e delineata una strategia, bisogna passare alla tattica, che in una strategia di comunicazione è rappresentata dal Calendario Editoriale.

Un Calendario Editoriale è uno strumento in cui vanno scritti gli articoli, gli argomenti, le rubriche e la data di pubblicazione: una sorta di mappa che ti permette di definire il contenuto migliore per ogni canale e tener nota di date e ruoli.

Quindi, il Calendario Editoriale non ti serve per scrivere un buon copy, ma è propedeutico per organizzare e monitorare il lavoro.

Storytelling

Lo Storytelling è una tecnica di comunicazione persuasiva, in cui il brand crea una relazione di valore con il proprio target di riferimento, attraverso l’emozione e l’empatia.

Infatti, l’utente è coinvolto ed ingaggiato nel racconto che viene narrato attraverso l’arte dello Storytelling, tanto da sentirlo proprio, passando da un ascolto passivo ad un’ azione proattiva.

Per scrivere un copy per uno Storytelling efficace è necessario far leva sui desideri primari, l’emozione e l’istinto, creando un intreccio e una narrazione che coinvolgano l’utente.

Call To Action

La Call To Action, detta anche CTA, è l’ invito per l’utente a compiere un’azione consapevole: è rappresentata da un copy chiaro con un verbo all’imperativo ed è accompagnata da un bottone colorato su e-commerce e sito web o da link sui social media.

Abbiamo appena visto gli steps fondamentali per scrivere un copy efficace, ma per ottimizzarlo per ogni canale di comunicazione dovrà essere declinato a seconda del canale, adattato e modificato.

Vediamo adesso quali sono i consigli principali per ottimizzare il tuo copy a seconda dei canali di comunicazione in cui sarà proposto!

Blog

Per scrivere un buon articolo per il tuo blog è importante scrivere un titolo breve e SEO oriented, è molto performante l’uso di numeri e CTA, che permettano una migliore indicizzazione del contenuto sui motori di ricerca.

Ti consiglio di usare un copy con periodi brevi e semplici, evitando l’uso eccessivo di gerundio, forma passiva e frasi negative.

É molto importante che il copy sia suddiviso in paragrafi, ognuno con il proprio Heading Tag (H2) per permettere una lettura scorrevole sia da desktop che da mobile.

Social

Per scrivere un buon copy per i Social è importante che sia breve e chiaro, accompagnato da CTA: anche in questo caso la suddivisione in più parti, attraverso paragrafi oppure elenco puntato, premia la leggibilità.

Advertising

Per scrivere un buon copy per fare Advertising dovrai focalizzarti sull’azione che vuoi far compiere all’utente: è necessario che il copy sia breve e conciso per evitare di dare imput sbagliati e neutralizzare la CTA.

É quindi importante partire dai risultati che si vogliono raggiungere, che dovranno matchare con gli obiettivi definitivi precedentemente, infatti se vuoi vendere un prodotto o servizio, il copy sarà diverso rispetto a una campagna per aumentare la notorietà del brand.

Email Marketing

Per scrivere una buona email o per una campagna di email marketing efficace dovrai ricordare che la comunicazione è one to one, ossia personalizzata ed il copy deve raccontare il motivo per cui il brand, il prodotto o il servizio sono migliori rispetto ai competitors.

Il copy quindi dovrà essere accattivante e persuasivo, accompagnato da una CTA che spinga l’utente a compiere un’azione.

Landing Page

Per scrivere il copy adatto ad una Landing Page efficace è necessario che la struttura della pagina accompagni il testo, infatti gli elementi chiave come la UVP andranno nella parte superiore della pagina, detta above the fold.

Continuando il percorso, scrollando la pagina, si trovano le altre parti di copy in cui vengono descritti i vantaggi ed i benefici del brand, prodotto o servizio offerto, fino alla CTA.

Scheda Prodotto

Per scrivere un copy efficace per una Scheda Prodotto è importante raccontare un’esperienza, non solo descrivere in maniera dettagliata il prodotto che si propone, infatti una comunicazione persuasiva converte molto di più perchè fa leva sulle emozioni.

E tu cosa ne pensi? Spero abbia trovato utile la guida per scrivere un copy efficace!

Studio Samo Pro Minidegree
Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

heading tag seo
Angela Giampaglia

Heading Tag: cosa sono e come ottimizzarli per la SEO

Gli Heading Tag sono un elemento fondamentale per la struttura e l’ottimizzazione delle pagine web, in quanto rappresentano la chiave per rendere le pagine leggibili e fruibili. In questo articolo potrai imparare usarli per strutturare testi e articoli, migliorarne la leggibilità , ottenere visibilità su Google… e trasformati un un architetto SEO!

Quota impression Google ads
Beatrice Romano

Quota impression Google Ads

La quota impressioni Google Ads ti permette di capire se i tuoi annunci sono visibili sulla rete di ricerca. Non solo ti aiuta a monitorare i competitor, ma anche a capire come migliorare i tuoi annunci per aumentare la visibilità.

Oltre all’attività dei competitor, la visibilità dipende da budget e ranking dell’annuncio, fattori che puoi controllare per migliorare la tua posizione in serp.

dirette instagram
Giuliana Curato

Dirette Instagram: come fare le live su IG

Ti chiedi come sfruttare al meglio le dirette Instagram per connetterti con il tuo pubblico e ottimizzare la tua presenza online ma non sai da dove iniziare? Allora sei nel posto giusto.

regolamentazione intelligenza artificiale
Caterina Quaiotti

AI Act e regolamentazione dell’Intelligenza Artificiale

L’impatto dell’utilizzo dell’IA è tangibile in diverse aree, promuovendo l’efficienza operativa, la competitività e l’innovazione e possiamo per questo parlare di benefici evidenti e concreti. 

La sua rapida diffusione solleva anche questioni etiche e giuridiche cruciali.

La necessità di una regolamentazione legale dell’Intelligenza Artificiale è emersa come una priorità fondamentale per garantire un utilizzo responsabile e sicuro di questa tecnologia avanzata. Facciamo un po’ di chiarezza in materia.

informazioni aste google ads
Beatrice Romano

Informazioni sulle aste e analisi competitors su Google Ads

Quando si lavora in Google Ads è importante monitorare ciò che fanno i competitor non solo per i prodotti o servizi che offrono agli utenti, ma anche per capire come si propongono, che linguaggio usano e a cosa danno più importanza. In questo articolo ti parlerò dell’analisi dei competitor a partire dalle parole chiave presenti all’interno delle campagne in rete di ricerca.

Vuoi essere sempre sul pezzo?

Iscriviti a MakeMeThink, la newsletter di Studio Samo. ✉️ Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Iscriviti gratis a

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.