4 modi per differenziare il tuo brand emergente

Hai appena aperto o stai pensando di aprire un brand emergente? Ma non sai come riuscire ad emergere in un mercato sempre più competitivo? Scoprilo con questa guida. Vediamo insieme 4 modi per differenziare il tuo brand emergente e trovare il giusto posizionamento sul mercato.
Tempo di lettura 7 minuti
modi per differenziare il brand

Oggi esistono innumerevoli brand in ogni settore merceologico dalla moda allo sport, fino al settore del food & beverage e ogni giorno ne vengono creati di nuovi.

In un regime di concorrenza così alto e affollato, nella maggior parte dei settori, per differenziarsi e trovare un posizionamento sul mercato è quindi necessario studiare la giusta strategia dedicata al proprio brand emergente.

Il concetto di branding e differenziazione deve essere assimilato al meglio per riuscire a raggiungere dei risultati che siano soddisfacenti e permettano di crescere nel settore in cui si opera.

Ma quali sono le strategie migliori per differenziare un brand emergente e distinguerlo dagli innumerevoli marchi che oggi operano offline e online? Vediamolo nel dettaglio!

L’importanza di differenziare il tuo brand

Il branding è fondamentale per la maggior parte delle imprese fisiche e di quelle che operano online, o che si impegnano in entrambi i contesti (come succede sempre più spesso oggi).

Quando si avvia un nuovo brand, per riuscire a dargli la giusta identità è necessario lavorare su alcuni aspetti fondamentali.

In primo piano bisogna studiare in modo ottimale il mercato, il target di riferimento, la concorrenza ma soprattutto si deve capire come distinguersi da loro creando un marchio riconoscibile da parte dei consumatori, ma anche dai dipendenti, dagli investitori e dal mercato in cui si opera.

Questo è possibile seguendo delle strategie ottimali che siano in grado di rendere il marchio realmente unico. Ecco i suggerimenti studiati appositamente per un brand emergente.

Leggi anche: 10 errori nella gestione di un e-commerce da evitare per far decollare il tuo shop online

1. Abbraccia il fattore differenziante: sii te stesso

La qualità dei prodotti offerti è sicuramente il fattore primario per riuscire a creare un brand di successo.

Ma ciò che più è rilevante per portare il marchio ad essere riconosciuto e trovare uno spazio nel proprio segmento di mercato: è la personalità che questo deve possedere.

La sua personalità viene determinata da te e dalle persone che lavorano all’interno del brand. Questo è un elemento essenziale che nessun’altra azienda può pretendere di avere.

Appoggiandoti al DNA culturale della tua attività puoi creare un fascino davvero unico che nessun altro della concorrenza potrà eguagliare.

I clienti non acquistano solo un prodotto comprano anche il marchio. In genere, i clienti si sentono più attratti verso l’acquisto quando l’azienda presenta: prospettive, passioni ed elementi che la fanno percepire simile a loro o in linea con i propri desideri.

In questo modo, non stanno comprando non solo un prodotto ma si stanno avvicinando al brand.

Ma come enfatizzare la tua personalità unica e trasmetterla all’interno del brand:

  • Dimostra i valori che riflettono la mission dell’azienda in tutto: dai materiali di marketing fino all’imballaggio dei prodotti.
  • Offri la giusta funzione di contatto con il cliente: la funzione di chat dal vivo, ad esempio online, permette ai clienti di ottenere la giusta assistenza. Come anche i contatti telefonici dedicati, i profili social che permettono di chiedere assistenza in chat, consulenti in loco e così via…
  • Cerca di creare un servizio clienti personalizzato sulla mission e le caratteristiche personali del tuo brand. Questo approccio ti permetterà di differenziarti al meglio e ti assicurerà un tone of voice che corrisponda realmente al tuo marchio.

Offri la giusta esperienza comunitaria esclusiva ai clienti che si iscrivono ad una newsletter oppure mailing list.

Questa esperienza potrebbe assumere la forma di codici sconto di tipo esclusivo, accesso ad omaggi, offerte riservate ai membri, guide dedicate e informative che aumentino il valore percepito del brand e dei prodotti offerti.

Leggi anche: Influencer Marketing su Tik Tok: dinamiche e strategie

Sfrutta la presenza online del tuo brand creando la giusta campagna di marketing con gli influencer che meglio possono dar voce al tuo marchio.

Ma non solo: devi anche tu dare una voce personalizzata ai tuoi contenuti creando canali Instagram, TikTok, Facebook, che ti rappresentino al meglio e che possano far parlare in modo personale e unico il tuo brand.

Con il tuo marchio devi essere in grado di influenzare la vita degli altri attraverso la sua personalità unica.

E per farlo avrai bisogno di campagne di content marketing di alta qualità con video, immagini e testi unici ma soprattutto realizzati attraverso le giuste strategie e un corretto tone of voice.

2. Dimostra come ti differenzi sul mercato

Ma come puoi dimostrare la tua differenziazione sul mercato? Lo puoi fare attraverso alcune azioni che ti permettono di sostenere al meglio la personalità del tuo brand emergente.

Ecco alcune cose che non devi sottovalutare e che devi sfruttare per differenziare il marchio.

  1. Non sottovalutare la rilevanza del design del sito web e del tuo negozio: lo sviluppo del design del sito web e dello stile del tuo negozio o ufficio fisico è essenziale per riuscire a creare un ambiente che rappresenti appieno il tuo marchio. Ogni singolo elemento dev’essere progettato per dare al cliente la sensazione di essere accolti a 360° da un brand con una sua forte identità nel quale possono rispecchiarsi.
  • Investi in fotografie, design visivi di alta qualità per tutto il merchandising: una ricerca ha dimostrato come le persone siano più inclini a fidarsi di un’immagine rispetto al solo testo. Queste immagini devono essere coerenti con il brand, rappresentare al meglio te stesso, la tua mission e quella della tua nuova attività. Dopo di ché dovranno essere usate per il sito, per l’imballaggio, per il materiale pubblicitario, brochure ecc…
  • Non lesinare sui dettagli del confezionamento: ci sono ancora molti marchi che tendono a lesinare sul packaging. Il packaging dev’essere realizzato con i giusti elementi che richiamino il design dell’azienda ma non solo, devi personalizzarlo e magari pensare all’aggiunta anche di gadget e di accessori che ti permettano di renderlo davvero fantastico.
  • Il sito web e i suoi contenuti: per creare un brand che sia affermato e possa al contempo infondere il giusto grado di fiducia agli utenti, portandoli a comprendere anche la tua differenziazione devi creare un e-commerce o un sito web che non sia solo bello da vedere ma anche denso di contenuti ottimizzati che conducano il giusto traffico sul sito. La SEO per e-commerce e per il sito web è rilevante in quanto solo attraverso questa è possibile riuscire a raggiungere risultati in termini di attrazione dei lead in modo organico, che solo successivamente potranno affezionarti al tuo brand e riconoscerlo facilmente grazie al suo tono di voce e immagine visiva.
  • La giusta value proposition: questa è molto importante perché ti permette di rendere il tuo brand in grado di dialogare attivamente con i clienti e farsi portavoce di un messaggio che crea una connessione a livello profondo dimostrando di comprendere ciò che desiderano.
  • La fiducia è la chiave: essenziale è la fidelizzazione. Garantire il giusto livello di fiducia è davvero molto importante soprattutto per un brand emergente. Solo offrendo ai clienti opzioni e risposte sicure, assistenza post-vendita…è possibile rispondere alle loro domande, dimostrare come ti prendi cura delle loro necessità e bisogni.

A questi elementi devi unire sempre e costantemente anche la qualità dei prodotti e dei servizi. Solo in questo modo sarai in grado di attrarre e mantenere gli acquirenti nel corso del tempo.

Leggi anche: Strategia Ecommerce: come creare un percorso di vendita per il tuo ecommerce

3. Mostra ciò che gli altri amano di te

Un brand emergente è sempre alla ricerca di clienti e come dare il giusto slancio che porti alla loro fidelizzazione? Ma come riuscire a differenziare il marchio dalla concorrenza?

Questo è possibile sfruttando i primi clienti che il tuo marchio sarà stato in grado di acquisire attraverso recensioni e testimonianze.

Testimonianze e recensioni sono un elemento essenziale per il brand e devono essere mostrati agli altri.

Mostrare persone reali che sono entusiaste di ciò che offre il marchio dimostra che c’è una cultura e una comunità davvero vivace dietro l’attività.

Quest’approccio permette anche di alleviare la pressione dei nuovi acquirenti che in questo modo non si troveranno davanti a una decisione d’acquisto incerta e basata su poche informazioni.

Grazie a questa strategia, inoltre, i marchi sono in grado di dimostrare la propria value proposition in modo coinciso e chiaro.

Leggi anche: Unique Value Proposition: cos’è, come formularla e come creare la migliore per la tua azienda?

I clienti sono meglio attrezzati per riuscire a prendere delle decisioni interagendo con il marchio online o trovando informazioni sul brand.

Ad esempio è utile sia rispondere alle domande sui prodotti nei gruppi Facebook o nella sezione FAQ di Amazon, sia pubblicare le recensioni e i commenti degli utenti che hanno apprezzato il tuo marchio e ne hanno parlato online.

Ci vuole davvero poco per chiedere una recensione e per indurre il cliente a condividere un’opinione non solo sul sito ma anche sui social media.

Richiedere una recensione, magari fornendo loro qualcosa in cambio gli permetterà di sentirsi davvero importanti per il marchio.

Non solo ricordati anche che dove puoi, devi rispondere alle recensioni dei clienti. Secondo una ricerca di Womply, infatti, le aziende che rispondono alle recensioni riescono ad aumentare la fidelizzazione della clientela e guadagnare fino al 4% in più.

4. Scopri come raccontare la storia del tuo marchio

Infine, per differenziarti devi imparare a raccontare la storia del tuo marchio con il giusto storytelling. Le tecniche di storytelling attirano l’attenzione dei potenziali clienti e danno loro anche modo di aumentare la fiducia nel brand, inoltre offre loro la possibilità di conoscerti meglio.

Il blog aziendale è il modo migliore per riuscire a condividere ciò che rende speciale il prodotto insieme a contenuti che ti aiutano ad educare ed intrattenere le persone con informazioni e consigli utili, che siano inerenti al tuo brand e ai prodotti offerti.

Leggi anche: Fare storytelling con il blog aziendale: i passaggi fondamentali

Ma come puoi raccontarti al meglio? Puoi sfruttare il blog come un mezzo per riuscire a costruire l’immagine e la storia della tua attività, facendolo diventare una vera e propria risorsa di riferimento su ciò che conta per la tua base di clienti. In media, le aziende con un blog ben curato riescono a ottenere il 67% dei lead in più.

Il blog per l’e-commerce è molto importante perché permette di mostrare loro quello che stai facendo e aggiungere valore alla personalità del tuo brand differenziandoti al meglio dalla concorrenza.

Ma lo storytelling e i contenuti per dimostrare chi sei e la tua personalità non passano solo dal blog del sito web.

In realtà puoi sfruttare al meglio le varie tecniche di storytelling anche attraverso la creazione di video e arricchendo il tuo profilo social con contenuti di qualità che ti contraddistinguano.

Nell’era dei social media la presenza del tuo marchio online è essenziale, ma non devi sottovalutare anche la potenza di video e racconti che si concentrino su di te e sul tuo team per coinvolgere maggiormente il pubblico e farlo immergere nella tua storia e in quella del tuo brand.

Leggi anche: Corporate Storytelling: come creare la storia di un brand e i vantaggi

Oggi è una strategia di marketing ottimale fare dei video diretti all’interno dell’ufficio, a partire dall’ambito della produzione del prodotto fino al packaging.

Ogni video interno deve essere realizzato in maniera personalizzata e coinvolgere te stesso ma anche i tuoi dipendenti dei vari reparti che possono in questo comunicare al meglio la mission del tuo brand.  

Nel campo dei social media la tua presenza personale e quella del tuo team è un’estensione del marchio che rappresentate un’ampliamento della storia che riesce a conquistare una platea più ampia di persone perché si va ad umanizzare il brand creando una vicinanza emotiva e di condivisione dei valori che porta di conseguenza a un aumento delle conversioni e della fidelizzazione dei clienti.

Conclusione

In conclusione, se hai deciso di fondare un brand emergente è fondamentale partire fin da subito con la giusta strategia di differenziazione per far fronte all’altissima competitività presente nei vari settori ma anche per garantire al marchio un futuro più solido e maggiori prospettive di crescita.

Applicare le giuste strategie di marketing pensate per definire la personalità e l’originalità del tuo marchio e della tua linea di prodotti ti agevolerà nel processo di crescita e creerà maggior interesse negli utenti in target che hai deciso di raggiungere e conquistare!

Aprire e gestire un brand emergente non è mai semplice, ma partendo con la giusta prospettiva e sfruttando appieno le tante opportunità che offre oggi il mondo digitale per veicolare il messaggio, l’anima, la storia e la mission del tuo marchio, potrai raggiungere i tuoi obiettivi e trovare un posizionamento sul mercato!

Silvia Faenza

Silvia Faenza

Silvia lavora dal 2015 come content writer e ghostwriter freelance principalmente in ambito economico, digital marketing ed e-commerce. Si occupa della scrittura di contenuti ottimizzati per blog, giornali web e shop online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Solo per veri

Digital Marketer

Ricevi i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservate e tanto altro!

Solo per veri
Digital Marketer

Ricevi via email i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservate e tanto altro!