In Web Marketing

I canali di web marketing sono tanti, non puoi scegliere la soluzione migliore per il tuo business senza una riflessione attenta. Perché si tratta di una toolbox ricca, ci sono decine di soluzioni da mettere in campo per raggiungere lo scopo ultimo. Vale a dire monetizzare, guadagnare.

Inutile girare intorno al tema principale: il web marketing viene utilizzato dalle aziende (o almeno così dovrebbe essere) per aumentare i profitti. Vendere di più, ecco. Ci sono strumenti che consentono di raggiungere l’obiettivo in tempi brevi, altri che lavorano nei mesi. A volte anni.

Le combinazioni portano vantaggi utili in determinate occasioni e per alcune realtà. Alla base c’è sempre l’attività e la supervisione di un web marketing specialist, persona esperta nel determinare la strada da seguire. Per questo devi affidare il tuo desiderio di sfruttare internet nelle mani di chi conosce quest’universo. In modo da scegliere i migliori canali di web marketing.

Advertising online: PPC, Facebook ADS, Google

Questo è il primo piano della tua strategia di web marketing: pagare per essere visibile. Questo concetto si allinea alla concezione base della pubblicità, con una piccola differenza. Vale a dire la tendenza a trasformare l’interruzione in contenuto. Sembra impossibile, vero?

In realtà i canali delegati all’advertising online sono tanti, ma prende sempre più piede il concetto di native advertising: pubblicità che segue le linee editoriali della piattaforma ospitante e ospita contenuti che rispettano le esigenze del pubblico. Google e Facebook Ads lavorano in questa direzione: tu paghi per aggiungere delle inserzioni che quasi si confondono con i risultati organici.

I vantaggi sono chiari: se lavori bene puoi ottenere grandi risultati immediati, l’aspetto negativo è che non costruisci il tuo brand ma paghi solo per avere visibilità rapida. Ma non gratuita.

Da leggere: come creare un audit PPC su AdWords

Social media marketing, gestisci la tua presenza

Non basta fare pubblicità su Facebook, l’universo social è molto più ampio. Devi creare una gestione continua dei canali e creare engagement per riunire intorno al tuo brand l’attenzione.

Questo non avviene per caso, c’è bisogno di pianificazione e uso adeguato dei contenuti. Soprattutto hai bisogno di una o più persone per definire gli aspetti del social media marketing:

  • Creazione dei contenuti.
  • Pubblicazione e programmazione.
  • Community manager.
  •  Crisis management.

Quest’ultimo punto è indispensabile. Non puoi essere presente sui social network senza un piano capace di ammortizzare eventuali problemi con la community. I vantaggi dell’uso di un social network riguardano la possibilità di creare un seguito fedele e di raggiungere il tuo pubblico.

Ma devi sempre operare con precauzione per sminare i rischi che nascono nelle conversazioni, non solo quelle che si manifestano in bacheca ma anche in privato. Tipo con i chatbot.

SEO, fare ottimizzazione per i motori di ricerca

Come aumentare le visite del sito? Uno dei passaggi più interessanti è quello che ti spinge a fare SEO, vale a dire tutte quelle attività che consentono dia vere visibilità nella serp di Google.

Se Google Ads (ex AdWords) ti permette di essere primo pagando il giusto, l’ottimizzazione per i motori di ricerca lavora per posizionare le tue pagine e raggiungere le persone giuste. Tra i canali di web marketing questo è sicuramente uno dei più efficienti, soprattutto se viene affrontato con la giusta prospettiva. Lavorando, cioè, non per aumentare le visite ma i clienti indispensabili.

Sembra una differenza minima, in realtà spesso non basta superare la concorrenza e decifrare le esigenze dei clienti: il lavoro del SEO specialist affonda le mani in molte altre specializzazioni.

Per i progetti più grandi c’è bisogno di un team completo. Ma i punti a favore per chi investe sono tanti: in primo luogo quello di una visibilità basata sui contenuti utili. Questo contribuisce a creare una conoscenza e diffusione del brand impossibile da ricreare solo con la pubblicità.

Email marketing: vendere con la posta elettronica

L’ultimo dei canali di web marketing che voglio elencare in questa lista è uno dei più potenti: sto parlando dell’email marketing. Vale a dire tutte le dinamiche e le tecniche che consentono di raggiungere l’utente nella sua casella di posta elettronica. Uno dei luoghi più intimi.

E per questo più efficaci. Creare un funnel vuol dire organizzare un processo di lead nurturing capace di guidare il pubblico verso un obiettivo chiaro. Che può essere la vendita di un infoprodotto, un servizio o una prenotazione. Tutto questo funziona solo a due condizioni: l’organizzazione di un meccanismo chiaro, basato anche sull’email marketing automation, e i contenuti.

La tua costante: il content marketing c’è sempre

Tra i diversi canali di web marketing c’è un passaggio che si ritrova sempre: quello dei contenuti. Che sia pubblicità su Facebook, ottimizzazione SEO o email marketing c’è sempre bisogno di qualcuno che prepari un articolo ben strutturato, una copertina o un’immagine di qualità, un video capace di attirare l’attenzione dei fan distratti su Facebook, una newsletter o una sales letter.

Insomma, mai iniziare una buona strategia di web marketing senza un content marketing manager team capace di affrontare sfide legate ai contenuti commerciali ma anche narrativi, come può capitare se decidi di sfruttare la strategia dello storytelling. Non bisogna solo vendere, sai?

Da leggere: come creare una buona content marketing strategy

Canali di web marketing: quale strada hai scelto?

Impossibile definire a priori quale sarà il percorso indispensabile per registrare i successi necessari per portare l’azienda ad aumentare il fatturato. Perché di questo stiamo parlando.

Vendere di più e meglio, puntando verso la creazione di veri ambassador. A volte per ottenere questo bisogna trovare nuovi customer per la transazione diretta (come nel caso dell’ecommerce). In altri casi si punta a un lavoro di lead nurturing per fidelizzare, convincere e convertire il cliente.

Chi opera nel B2B si ritrova in quest’ultima sezione. In ogni caso raccontaci la tua esperienza con il web marketing mix e scrivi nei commenti quali canali hai scelto per ottenere benefici.

Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.