Quanto costa la SEO? È gratis o quanto budget serve?

Investire nella SEO è importante per essere competitivi. Bisogna capire quanto spendere e se ha senso ottimizzare il proprio sito autonomamente.
Tempo di lettura: 5 minuti
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Quanto costa la SEO

“Quanto costa la SEO?” è una delle domande che, direttamente o indirettamente, si sentono fare di continuo agenzie e freelance del settore.

Corso completo in WEB & DIGITAL MARKETING

Magari le parole sono diverse, ma il concetto di base è sempre il medesimo, ovvero capire se conviene o non conviene ottimizzare un sito.

C’è chi dice che la SEO è gratis e chi dice che è costosa, poi c’è chi risponde con il termine più usato nel digital marketing: dipende.

Ovviamente è proprio quest’ultima la verità e non bisogna pensare che la risposta venga data per nascondere prezzi esorbitanti.

Nei seguenti paragrafi cercherò di fare un po’ di chiarezza dando riferimenti concreti a tutti coloro che vogliono sapere quanto devono pagare per posizionare un sito su Google.

Perché la SEO è un investimento necessario oggi

Dichiarare che la SEO è un investimento fa capire in un lampo che bisogna prevedere una spesa per questa attività, la quale, poi, verrà ripagata dai risultati.

È la natura dell’investimento che fa la differenza, ma di questo parleremo in seguito. Ora pensiamo a capire perché la SEO sia ancora vantaggiosa per le aziende.

Corso completo in WEB & DIGITAL MARKETING

Anche se diverse volte si è sentito dire “la SEO è morta”, in realtà è viva e vegeta e mai come ora deve essere uno dei principali strumenti di chi crea strategie digitali per imprese (B2C e B2B).

La competizione online è altissima, proprio perché la maggioranza delle aziende ha capito che il web è fondamentale oggi per fare business, e per questo non si possono più trascurare i dettagli.

Dal consumatore che vuole comprare un paio di scarpe al manager che deve acquistare un macchinario nuovo per la propria azienda, tutti fanno ricerche su Google per informarsi ed entrare in contatto con i venditori.

La naturale conseguenza è la necessità di apparire tra i risultati della SERP (Search Engine Results Page) e di farlo quando vengono ricercati temi e parole chiave cruciali per il business dell’azienda.

Un bellissimo sito aziendale non posizionato adeguatamente sul motore di ricerca è come una meravigliosa vetrina con la serranda abbassata. Ottimizzando il sito la serranda si alza e si creano tutti i presupposti per far entrare i clienti. Per questo la SEO è necessaria.

Da cosa dipendono le spese per la SEO?

È il momento di capire perché quando si chiedono i prezzi per la Search Engine Optimization i professionisti rispondono “dipende”.

Per capire che tipo di budget serve per la SEO bisogna chiedersi:

  • Che tipo di sito devo ottimizzare?
  • Quali risultati miro a ottenere?
  • Devo fare altre operazioni oltre all’ottimizzazione?
  • Chi si occuperà dell’ottimizzazione?
  • Sono certo che mi serva la SEO?

Queste cinque domande sono fondamentali per stabilire quanto denaro è opportuno investire allo scopo di posizionarsi sul motore di ricerca.

Costi SEO e tipo di sito

Applicare le metodologie della SEO a un piccolo sito dedicato a un argomento di nicchia è molto diverso dal farlo su un enorme e-commerce che vende migliaia di prodotti.

Bisogna però capire da che situazione parte uno o l’altro sito, i fattori da analizzare sono molti, per questo serve un audit SEO prima di stabilire quali e quanti interventi devono essere fatti.

Ogni sito è un mondo a sé e deve essere esaminato da un’agenzia o da un SEO specialist proprio come un dottore esamina un singolo paziente, con attenzione e specificità, per realizzare una diagnosi precisa.

Gli obiettivi influiscono sui costi della SEO

Non meno importanti sono gli obiettivi che si vogliono ottenere attraverso il sito web. Ad esempio, si può fare SEO per:

Corso completo in WEB & DIGITAL MARKETING
  • Far aumentare i lettori di un blog
  • Far conoscere maggiormente un marchio (brand awareness)
  • Consolidare la percezione del marchio da parte del pubblico (brand image)
  • Ottenere lead da trasformare in clienti
  • Incrementare il traffico organico e le vendite del proprio negozio online

I motivi per avere un sito ottimizzato influiscono sulle attività da svolgere e, quindi, sui costi.

Quando la SEO non è sufficiente

Bisogna anche considerare che alle volte non si può fare solo la SEO, perché non ci sono i presupposti e, di conseguenza, occorre preventivare altre attività oltre all’ottimizzazione del sito.

Ad esempio, se il sito è già online da tempo ma non si è posizionato, può essere necessario rifarlo totalmente, con tutti le spese che ne derivano.

La SEO fai-da-te è gratis?

Un’opportunità da tenere in considerazione per abbattere i costi è quella occuparsi personalmente dell’ottimizzazione del proprio sito.

In questo caso, però, bisogna considerare il denaro investito in un corso di formazione e il tempo impiegato per posizionare le pagine web su Google.

La SEO non è mai totalmente gratuita, a meno che non sia inutile farla.

La SEO non serve (raramente)

Sembrerà strano dopo aver sottolineato più volte l’importanza di questa attività, ma è doveroso dire che per alcuni particolari business la SEO non è fondamentale.

Se si vogliono vendere pigiami da 10.000 euro, siamo sicuri che puntare ad apparire nella prima posizione non a pagamento della SERP sia un obbiettivo primario?

Bisogna sempre vedere se esistono ricerche online su questo particolare prodotto di lusso.

Listino prezzi SEO: c’è da fidarsi?

Cercando in rete è facile trovare veri e propri listini prezzi per la SEO e, spesso, con promesse quantomeno avventate.

Corso completo in WEB & DIGITAL MARKETING

Trovare promozioni tipo “Pacchetto SEO per essere primo su Google: euro 1000” non è insolito, ma prima di cliccare e contattare l’offerente bisogna chiedersi come qualcuno possa fare un prezzo preciso senza sapere quali sono lo stato e le necessità del sito da posizionare.

Abbiamo visto nei paragrafi precedenti quanto sia articolato stabilire un costo per la SEO, pertanto è praticamente impossibile dire a priori quando si verrà a spendere per ottimizzare un sito.

Ancora meno attendibile è la promessa di posizionare in prima pagina di Google o addirittura al primo posto della SERP una qualsiasi pagina web. Si può (si deve) analizzare il comportamento online dei competitor, ma non si può sapere come agiranno domani, se investiranno meglio o più di noi sulla SEO per superarci sul motore di ricerca.

Il metodo migliore per avere un preventivo serio è contattare agenzie o professionisti di comprovata esperienza e lasciare che analizzino il sito attentamente prima di definire un elenco degli interventi e dei relativi costi.

Il consulente SEO fa guadagnare

La possibilità di fare SEO autonomamente può far pensare che sia semplice ottenere risultati, che sia solo questione di un paio di dettagli tecnici del sito da sistemare e di qualche testo scritto con metodo. Ma non è affatto così.

L’ottimizzazione di pagine web è complessa e richiede molto tempo ed esperienza.

Per questo nella maggioranza dei casi affidarsi a un consulente SEO è il modo migliore per non buttare tempo e denaro.

Fare tutto da sé significa investire decine di ore in tutte le operazioni utili a posizionare le pagine del sito su Google, ma non è insolito che i risultati non arrivino nonostante il grande impegno.

Un SEO specialist, prima di tutto, può eseguire una audit del sito per capire quali sono le criticità e per realizzare un preventivo dettagliato con l’elenco delle attività da eseguire per arrivare a obiettivi apprezzabili.

Questa figura professionale è determinante anche quando si sta ideando un nuovo sito e lo si deve concepire per essere presente sul motore di ricerca.

Bisogna affidarsi a veri professionisti per trasformare il proprio sito in uno strumento di comunicazione efficiente, facendolo diventare il fulcro delle strategie promozionali (es. Content Marketing, SEA, Inbound, SMM) e, quindi, fonte di guadagni tangibili.

Corso completo in WEB & DIGITAL MARKETING
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

SOLO PER VERI

DIGITAL MARKETER

Ricevi i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservate e tanto altro!

Luca Lanzoni

Luca Lanzoni

Luca Lanzoni è copywriter freelance e scrive per piattaforme online dal 2006. Dopo aver affrontato studi di web marketing si dedica alla realizzazione di contenuti per strategie di comunicazione digitale. Oggi collabora con specialisti di SEO, SEA, SMM, Inbound, realizzando testi mirati per blog, siti, e-commerce, landing page, social network.

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Solo per veri
digital marketer

Ricevi via email i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservate e tanto altro!