Ecco uno dei temi che viene rispolverato ogni tanto: comprare follower su Instagram, perché no? In fin dei conti questo è il parametro che viene calcolato per definire il successo di un profilo. O almeno questa è l’idea di chi muove i primi passi nel mondo del social media marketing. I numeri servono a questo, a persuadere.

Anzi, servono a sintetizzare informazioni complesse. Avere 1.000 follower su Instagram è un buon punto di partenza, ma chi ne ha 10.000 ha delle possibilità in più. Lo stesso vale per chi può sfoggiarne 100.000. La cifra aiuta la valutazione, e l’obiettivo finale è sempre lo stesso: monetizzare, guadagnare online come influencer.

Non tutti hanno questo scopo. Molti vogliono aumentare i follower di Instagram per avere un peso, un’audience che renda meno monotona la propria presenza su questo social. La verità è questa: è bello parlare a una platea numerosa e attenta. Ma se decidi di comprare follower su Instagram stai seguendo solo uno di questi punti, solo il primo. Hai il numero ma non tutto ciò che deriva da una presenza reale.

Perché vuoi più follower su Instagram?

I numeri sono segnali forti, sintetici, riepilogativi. Esercitano un potere ancestrale sulla mente di chi li guarda con fare distratto. Senza spirito critico. Un esperto o un consulente di web marketing sa (o dovrebbe sapere) cosa si nasconde dietro questa cifra: puro e semplice sacrificio. Pubblicazioni quotidiane, interazioni reali, comment marketing, sponsorizzazioni, eventi gratuiti per fare brand awareness e per far conoscere il tuo nome: tutto questo non lo puoi comprare.

Ma al tempo stesso ti permette di far crescere il numero dei follower. Che è un simulacro senza senso, privo di potere se lo analizzi fino in fondo. Fa colpo sulle persone che non conoscono il settore, e quindi si impone all’attenzione di chi muove i primi passi. Più occhi che guardano, più potere: ci hanno abituati ai numeri netti perché sono semplici, comunicativi. Ma se non vengono contestualizzati diventano lettera morta.

Perché è sbagliato comprare follower su Instagram?

Diciamoci la verità: aumentare in un colpo solo i follower di Instagram ha il suo fascino. Perché perdere tempo a coltivare la propria nicchia quando puoi saltare da 0 a 3.000 in poche ore? Ho dato dei numeri a caso, non ho idea di quale sia la crescita in questi casi. Però ti posso assicurare che è del tutto sballata. Non porta buoni risultati e rischia di diventare un dramma per la tua futura attività di instragrammer. Il motivo? Te ne posso elencare più di uno. Perché è sbagliato comprare follower su Instagram?

Non è etico

Il primo punto è questo: non è etico comprare follower su Instagram, vai contro il concetto stesso di social network. Acquistando seguaci stai prendendo una scorciatoia, stai barando. Non c’è impegno, non c’è attività degna di nota, mancano sudore e ingegno. C’è il denaro che fa da tramite per ottenere, in poco tempo, ciò che altri hanno costruito nel corso degli anni. Perché spesso il problema è questo: chi inizia a pubblicare su Instagram vede solo il contrasto che c’è tra chi riesce a essere influencer e chi no.

I risultati non arrivano

Se hai come obiettivo finale l’aumento dei follower allora sei in una botte di ferro. Pensaci bene, tu guadagni con questa cifra o con le azioni che derivano dai seguaci sul tuo account Instagram? Voglio dire, a cosa serve il tuo profilo? A vendere advertising alle realtà che vogliono mostrare il proprio prodotto o servizio? Bene, il target deve essere funzionale, reale. Altrimenti i risultati non arrivano e le aziende non pagano. Semplice, vero?

Non diventi influencer

Molti credono che sia sufficiente questo per diventare una celebrità del web. Cosa vuol dire il concetto di Influencer Marketing? Una semplice misurazione del numero di follower? No, o meglio: forse i dilettanti si muovono così. Chi usa gli influencer del web per implementare la propria digital strategy valuta una serie di elementi che vanno in profondità. E che non riguardano solo il numero di follower o fan ma abbracciano il sentiment delle interazioni, il tipo di engagement, il rapporto tra numero di fan e commenti.

Se compri follower su Instagram (ma lo stesso vale per i fan di Facebook o i follower di Twitter) rischi di buttare soldi al vento. Perché un esperto che cerca contatti per una campagna di influencer marketing non contatterà mai un profilo gonfio di follower falsi. Sa bene che la sua attività sarà nulla, in qualche caso dannosa.

Se ne accorgono tutti

Questo è un problema. Se hai 10.000 seguaci su Instagram e nessuno commenta c’è qualcosa che non va. Perché quando acquisti follower in realtà aggiungi dei profili fittizi al tuo counter. In particolar modo contatti che arrivano dall’India o dal Pakistan, in ogni caso nulla di concreto o di credibile. Ci sono dei servizi che consentono di acquistare follower italiani su Instagram. Qual è la mia opinione? Nulla cambierà lo stato delle cose: se vuoi lavorare bene devi costruire la tua base di follower da zero. Senza trucchi.

Come aumentare (sul serio) i follower di Instagram?

Ok, adesso cerchiamo di fare le cose per bene. Comprare follower su Instagram è sbagliato. Rischi di investire il tuo denaro su attività inutili e di danneggiare la tua autorevolezza. Come aumentare i seguaci senza rischiare danni del genere? Ecco una piccola checklist che funziona sempre.

  • Ottimizza il tuo profilo: biografia, link, avatar. Tutto deve essere in linea.
  • Usa gli hashtag migliori per il tuo argomento: mettono in risalto il tuo contenuto nei circuiti giusti.
  • Punta sul comment marketing: partecipa alla vita della community, lascia apprezzamenti e commenti.
  • Segui le persone che stimi, non chiuderti nel “se mi segui ti seguo”. E non defolloware appena ti seguono.
  • Crea relazioni virtuose: ci sono forum e gruppi social, partecipa e metti sempre in firma il tuo profilo.
  • Collega il tuo account Instagram al profilo Facebook e usa la ricetta IFTTT per il profilo Twitter.
  • Usa icone e widget su sito web e blog, inserisci embedded delle tue foto quando necessario.
  • Mai pensato di fare guest blogging per promuovere il tuo profilo Instagram?
  • Inserisci il tuo profilo Instagram nelle firme digitali, nelle presentazioni, su adesivi e magliette.
  • Dona agli altri ciò che tu vuoi ricevere (regola fondamentale).

Il consiglio più importante: racconta la tua storia. Crea il tuo profilo, la tua narrazione. Tutti i grandi instagrammer hanno uno stile riconoscibile, un modo di trattare le immagini ma soprattutto uno storytelling da seguire attraverso l’uso delle immagini. Non devi emulare, devi creare: devi essere unico nel tuo genere, devi trovare uno stile attraverso la combinazione di scatti, filtri e didascalie. Non è semplice, lo so. Per questo non tutti diventano influencer su Instagram.

Da leggere: le migliori campagne di visual storytelling

Tu come aumenti i follower di Instagram?

Bella questione. Dopo queste indicazioni per scoraggiare gli acquisti di seguaci su Instagram e qualche indicazione per ottenere numeri reali la domanda è concreta, giusta, immediata: tu come hai deciso di aumentare i follower di Instagram? Hai qualche consiglio da aggiungere alla lista? Per caso hai fatto acquisti che poi hai dovuto rinnegare dopo qualche tempo? Racconta la tua esperienza professionale nei commenti.

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Showing 13 comments
  • Andrea Torti
    Rispondi

    Discorso valido per Instagram come per ogni piattaforma social – meglio “pochi ma buoni”; fra l’altro, avverto sempre più un bisogno di “intimità” in Rete: il futuro sembra essere delle piccole comunità più che delle grandi platee!

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Ciao Andrea,

      Meglio pochi ma buoni: stesso ragionamento che fa chi deve scegliere un esperto di influencer marketing per la propria compagna. A volte sono proprio i micro influencer ad avere la maggior attenzione.

  • Valentina Veneziano
    Rispondi

    Ciao Riccardo. Conosco tanti instagramer che li hanno comprati. Francamente io non ce la farei proprio. Continuo a proporre il mio stile e uso spesso le Instagram Stories per mostrare come realizzo una foto e per interagire con chi mi segue. Funziona. Cresco lentamente ma sono riconoscibile. Preferisco puntare su una nicchia che ama quello che faccio e partecipa attivamente. Quindi ottimo il tuo elenco e aggiungerei anche l’uso di Instagram Stories e la partecipazione a contest (come quelli che ad esempio propone Instagram tutti i week-end con il suo Weekend Hashtag Project).

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Ciao Vale,

      Fai bene a seguire questa linea. Aumentare i follower di Instagram velocemente: per cosa se poi non hai un reale riscontro? A cosa serve? Solo per vantarsi dei numeri?

  • Giovanni
    Rispondi

    Ciao Riccardo, considerazioni interessanti ma c’è un problema: le inserzioni di Instagram non aiutano. Su Facebook se faccio un post e poi lo sponsorizzo tutti vedono il totale delle interazioni, incluse quindi quelle generate dalla pubblicità, anche se io poi ho modo di vedere quanto ha prodotto l’inserzione. Su Instagram invece ciò non accade. Mi spiego con un esempio: pagina agli albori, posto una foto che ottiene 2 mipiace. Compro inserzione per questo post, ottenendo altri 30 mipiace. Però questi ultimi posso vederli solo io titolare del profilo perché non vengono sommati in alcun modo ai 2 precedenti. Forse sono io l’incapace ma ho smanettato ovunque per mostrarli sommati al pubblico ma non ci sono riuscito. Tu ne sai di più? Grazie per la risposta

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Ciao Giovanni, a prescindere dall’efficacia o meno delle sponsorizzazioni è sempre sbagliato comprare follower di Instagram. Anzi, è sempre sbagliato acquistare follower su qualsiasi piattaforma. Anche su Twitter o Facebook. Meglio crescere in modo organico.

  • alessia
    Rispondi

    Io a volte sponsorizzo i post che pubblico sulla mia fanpage di FB. In generale, le inserzioni che vanno anche su Instagram mi portano un sacco di visite al blog, diversi commenti sulle foto, ma… continuo ad avere pochi followers 🙂 Pazienza 🙂 🙂

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Hai provato a lavorare sulla community? Commentando e seguendo le persone che operano nel tuo settore?

  • Enrico
    Rispondi

    Può essere che instagram dopo alcuni anni non dia più visibilità alle foto? Io ho più di 5000 follower (pubblico foto dei miei lavori, nel settore artistico) ma da qualche mese non ricevo più di 100 like, mentre fino a poco tempo fa ne avevo almeno 300 a foto…
    Grazie dell’aiuto

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Ciao Enrico, non mi risulta. D’altro canto c’è sempre una grande richiesta per aumentare i follower. La mia domanda: hai cambiato qualcosa? Stile? Hashtag?

  • Erica
    Rispondi

    Intervengo solo per dire che questi profili non sono esattamente fittizi, vengono rubati ad utenti reali. Questa settimana sono entrati nel mio account e mi hanno cambiato e-mail e password cinque volte. Ieri sera mi hanno persino modificato il nome utente. Hanno utilizzato un nickname lunghissimo e impronunciabile che terminava con un numero a 4 cifre simile ai nick che ho visto in un account con follower palesemente comprati. Fortunatamente sono sempre riuscita a recuperare il mio profilo, ma non tutti ci riescono.
    In sintesi: CHI COMPRA FOLLOWER DANNEGGIA FORTEMENTE GLI ALTRI UTENTI

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Pienamente d’accordo, basta acquistare follower su Instagram, ma anche su Twitter. per non dimenticare i fan di Facebook.

  • PAOLA GANZERLI
    Rispondi

    Facebook ha diminuito il raggiungimento dei post allo 0,3% spingendo sempre più all’acquisto per la sponsorizzazione di un post

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.