Come guadagnare con un blog? Quante volte ho ascoltato questa domanda, quante volte ho infranto i sogni dei giovani web writer che avevano aperto un blog personale per monetizzare, per fare soldi online. Magari senza lavorare, pubblicando tre o quattro articoli con un banner pubblicitario.

Quante illusioni! In ogni caso il principio è valido: con un blog puoi guadagnare bene. Ci sono persone che possono dimostrare questa tesi, ma nella maggior parte dei casi parliamo di blogger americani che si rivolgono a una platea ampia. Molto ampia. E possono puntare a visite da capogiro per far impennare gli introiti.

Una pubblicità che è minacciata da un aumento costante del fenomeno AdBlock: il pubblico non vuole essere interrotto, non ama i banner, installa un plugin e bypassa i classici canali utilizzati per monetizzare. Senza dimenticare che i lettori sono indifferenti alla pubblicità anche quando non viene bloccata.

Hai presente la banner blindness? Mi riferisco a questo fenomeno. Ecco perché oggi non è facile guadagnare con un blog e preferisco mettere in guardia chi si avvicina a questo strumento per monetizzare, magari in poco tempo e senza sforzi. D’altro canto gli obiettivi non sono impossibili da raggiungere. In che modo? Ecco le soluzioni efficaci per fare soldi con il blog.

1. Vendita di banner

Molti blogger decidono di monetizzare il proprio blog vendendo banner, spazi dedicati a link grafici (immagini e creatività) che portano verso le risorse di chi paga. Per vendere banner sul tuo blog devi rispettare alcuni punti:

  • Accettare solo pubblicità legate al tuo topic.
  • Assicurati di essere in regola con il fisco.
  • Evitare pubblicità invadenti e fastidiose per chi legge.
  • Aggiungere l’attributo nofollow ai link in uscita.

Condizione essenziale? Il traffico. Per essere una buona piattaforma agli occhi degli inserzionisti devi avere un volume di visite interessante. Non parlo solo dei numeri, ma anche della qualità. Devi proporre un target profilato e descrivere il comportamento delle persone sul tuo blog. Cosa fanno appena arrivano sull’articolo? Lo leggono? Quanto tempo rimangono? Commentano? Condividono? E le pagine social come si comportano?

Non è facile vendere banner perché gli inserzionisti hanno bisogno di dati certi. Se sei all’inizio della tua avventura è difficile trovare occasioni interessanti: inizia a lavorare sulla qualità dei contenuti, crea una pagina per vendere le tue pubblicità e metti in evidenza un media kit con i numeri del tuo blog.

2. Adsense

Una soluzione semplice e immediata per guadagnare con un blog: Adsense. Questo sistema permette di aggiungere banner o link in automatico, basta fare copia e incolla del codice: non devi cercare l’inserzionista, il programma di Google individua i contenuti. E tu guadagni ogni volta che qualcuno clicca sulla sponsorizzazione.

AdSense è una delle realtà più interessanti, anche se ormai gli utenti sono abituati alla sua presenza e gli AdBlock ne limitano il potere. Senza dimenticare che i guadagni (nella maggior parte dei casi) sono minimi e non puoi gestire al 100% il contenuto dei banner: certo, puoi escludere determinate fonti ma la tua autorevolezza può risentire di questa situazione.

Da leggere: come e perché aprire un blog aziendale

3. Articoli sponsorizzati

Nella voce “articoli sponsorizzati” rientrano una serie di attività che molti blogger continuano a proporre come attività editoriali. Sto parlando di aziende che ti pagano per scrivere contenuti e pubblicarli sul tuo blog. Obiettivo? Influenzare il pubblico facendo apparire l’articolo come una tua opinione indipendente. E nel frattempo hai monetizzato.

Ma quanto durerà tutto questo? I post sponsorizzati possono essere un ottimo contenuto, ma devono rispettare il pubblico. Devono presentarsi come figli di un contratto economico ed evitare i toni del comunicato stampa o del volantino pubblicitario. I risultati sarebbero pessimi per l’azienda che verrà ignorata e per il blogger che perderà la fiducia del lettore.

Tra articoli sponsorizzati rientrano le recensioni, il native advertising, gli aggiornamenti pubblicati all’interno di un blog tour. Tutto ciò che viene scritto in cambio di una somma o un bene può essere catalogato in questa voce. Il tuo compito? Rendere il contenuto così piacevole e interessante da far dimenticare la sua natura. E ricorda che Google è stato chiaro: i link delle recensioni devono vere attributo nofollow.

[easy-tweet tweet=”Vuoi guadagnare con gli articoli sponsorizzati? Non dimenticare la tua autorevolezza!”]

4. Affiliazioni

Guadagnare con le affiliazioni è un traguardo per molti blogger. In questo caso non devi aggiungere banner e ricevere pagamenti in base a un canone mensile o ai click ricevuti: ora devi vendere. Perché i guadagni dell’affiliazione sono proporzionali alle persone che acquistano attraverso il tuo collegamento.

L’azienda ti dà un link tracciato, tu lo metti sul tuo blog o lo condividi sui social: cliccano 1.000 persone ma nessuno compra? Il tuo guadagno è 0, ma se entra 1 persona e compra 1.000 tu guadagni in base alla percentuale stabilita. La base è sempre la stessa: per monetizzare con le affiliazioni hai bisogno di un buon pubblico, e non solo delle visite.

5. Vendita di beni e servizi

La soluzione che preferisco perché sfrutta al massimo la logica inbound marketing. Il blog ti permette di guadagnare con formule indirette: gli introiti non arrivano dal click sul banner ma dal rapporto che instauri con il lettore, e dalla capacità di intercettare un pubblico interessato. In questo modo puoi vendere:

  • Servizi professionali – Le tue abilità in un determinato campo.
  • Infoprodotti – Beni digitali che ti permettono di creare rendite passive.
  • Beni materiali – In questo caso però hai bisogno di un e-commerce
  • Consulenze – La tua opinione come professionista vale.

Guadagnare con un blog in questo modo non è facile. Ma è la soluzione migliore (almeno dal mio punto di vista) per sviluppare un modello duraturo, sano, capace di resistere alle evoluzioni della tecnologia. Le persone possono bloccare i banner e ignorare i post sponsorizzati dal tono commerciale, ma cercheranno sempre contenuti di qualità. Se riesci a esserci con il tuo blog hai fatto centro.

Per approfondire: video corso di blogging con Riccardo Esposito

Quanto si può guadagnare con un blog?

Impossibile dirlo in questa sede. Nessuno può anticipare la risposta perché tutto dipende dal successo del tuo progetto e dal canale che scegli. Vuoi guadagnare con AdSense? Molto dipende dalle visite, dall’argomento e da quanto investono le persone: basta andare sul Keyword Planner per avere questi dati. Stesso discorso vale per le affiliazioni, la percentuale di guadagno dipende dai circuiti.

Posso darti un consiglio però: diversifica ed elimina i rami secchi. Sfrutta il blog per guadagnare in più modi, magari vendendo consulenze a un pubblico avanzato e infoprodotti basic a chi inizia a lavorare in questo settore. Ma soprattutto evita tutto ciò che entra in conflitto con la tua principale fonte di guadagno.

Quanto si può guadagnare con un blog?

Esempio concreto. Sulla sidebar ho un banner che porta al mio manuale per fare blogging: posso inserire il codice AdSense? No, mi sto danneggiando con le mie mani: probabilmente Google farà apparire la pubblicità di un competitor. Per guadagnare pochi euro rischio di perdere un cliente.

Le condizioni essenziali

Questi sono i metodi che consiglio a chi mi domanda come guadagnare con un blog. Rispondo così ai ragazzi che partecipano al corso web marketing, credo in queste soluzioni ma ci sono alcuni punti da rispettare per ottimizzare i risultati:

  • Costanza – La magia non esiste, l’impegno deve essere continuo. Non basta esserci per 6 mesi.
  • Fiuto – Per fare blogging devi avere la tecnica, ma devi saper leggere le situazioni che ti circondano.
  • Passione – Se non ami l’argomento che stai affrontando rischi di abbandonare subito il progetto.
  • Integrità – Mai svendersi per pochi euro, anche quando sembra che siano regalati.

Pensa al lungo periodo. Lo so, vuoi monetizzare e lo vuoi fare subito perché il web ti dà questa opportunità. Ci sono mille occasioni che ti aspettano, ma devi costruirti un’autorevolezza: se vuoi guadagnare online devi essere un nome di rilievo in una nicchia. Se decidi di svenderti, di pubblicare un articolo sponsorizzato senza le dovute cautele, rischi di perdere il lavoro che hai fatto fino a questo momento.

Come guadagni con il tuo blog?

Questi sono i consigli che posso darti, in base alla mia esperienza personale, per guadagnare con un blog. Alla base di tutto c’è l’impegno quotidiano e il buon senso. Esistono altri metodi? Vuoi  arricchire questo articolo? Sono sicuro che hai molto da aggiungere: ti aspetto nei commenti.

Hai trovato utile questo articolo?
Recommended Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.