La domanda è semplice, diretta, senza giri di parole: Instagram può essere inserito in una strategia di blogging? Di solito sfrutti i social media che in qualche modo permettono ai link di smuovere traffico: Twitter, ad esempio, è un ottimo social per aumentare le visite, e la stessa cosa vale per Google Plus e Pinterest.

Molto dipende dal tipo di contenuto che promuovi, ma tutti permettono di condividere link. Facebook fa la parte del leone in questo gioco. Proprio in queste settimane è stato pubblicato uno studio che definisce una realtà interessante: Facebook continua a crescere come fonte di traffico.

Questo perché puoi lasciare le URL sulla bacheca. Puoi condividere i contenuti del tuo blog o del tuo sito web. Ma con Instagram questo equilibrio salta perché nella didascalia non puoi inserire link. L’unico collegamento utile è quello nella bio e non puoi certo puntare solo sui suoi benefici.

Eppure Instagram può essere inserito in una strategia di blogging. A patto che il valore di questo social prescinda dal semplice portale visite al sito. Che è una funzione importante, ben inteso, ma con una buona strategia di visual content puoi fare molto per il tuo brand.

Per iniziare: gli errori da evitare su Instagram.

Mostra il tuo lato umano

Il modo più semplice per inserire Instagram nella tua strategia di blogging: usa questo album fotografico dall’animo social per condividere immagini legate alla tua vita personale. Mostra quello che sei, quello che fai quando non lavori; lascia che le persone diano uno sguardo alla tua attività professionale da una prospettiva differente.

instagram

Guarda come lavorano i ragazzi di Unbounce, servizio di landing page building per chi si occupa di web marketing. Nell’account Instagram non ci sono contenuti commerciali, ma foto che raccontano la vita del team. E così un’azienda acquista un lato umano inaspettato senza perdere professionalità.

Per questo ti consiglio di caricare sempre immagini di qualità, magari anche grazie a programmi di upload da desktop come Gramblr. Attenzione però, le immagini devono avere delle dimensioni precise: 650 x 650 pixel. Scegli le immagini migliori, ritaglia con Picmonkey e carica con questo tool.

Per approfondire: come aumentare i follower di Instagram.

Diventa ispirazione

Attraverso Instagram non puoi spingere contenuti, ma puoi diventare un punto di riferimento per i tuoi lettori. Puoi diventare ispirazione. Come? Condividendo delle citazioni, delle visual quote. Ovvero delle immagini ben curate che racchiudono un pensiero, un concetto, un’idea che vuoi trasmettere ai tuoi lettori.

Per creare delle visual quote ci sono diversi strumenti. Io preferisco iniziare da zero e creare dei contenuti unici con Canva, che mi permette di creare dei visual partendo dalle dimensioni esatte per Instagram. E poi carico tutto online con Gramblr rispettando sempre le dimensioni imposte dalla piattaforma.

Fare formazione: impara a usare Canva con il corso di Studio Samo Academy.

Anticipare o annunciare contenuti

Con Instagram puoi iniziare ad anticipare contenuti, oppure puoi avvisare i tuoi follower dell’arrivo di un nuovo articolo. Come? Caricando l’immagine che aprirà il post insieme a un sottotitolo per introdurre il contenuto. Certo, non sarà utile ai fini dell’aumento dei click in modo diretto ma può essere un valido reminder per chi ti segue.

instagram social

Io, ad esempio, per My Social Web lascio una foto con breve didascalia quando esce un post. Non sono l’unico, diversi blogger si muovono in questo modo: uno di questi è Paolo Fabrizio che annuncia i suoi post con una grafica specifica e una didascalia che invita a cliccare sul link della bio. A proposito, ma in questi casi Gamblr è l’unica soluzione utile per caricare foto dal desk?

No, da qualche tempo è possibile usare anche Hootsuite. Questa piattaforma, infatti, adesso permette di caricare da desktop immagini e didascalia da caricare su Instagram. Il grande vantaggio? Non devi più tagliare le immagini seguendo dimensioni esatte e puoi programmare i post. Ecco perché adesso io uso solo Hootsuite.

Tips e consigli

Un altro modo intelligente per sfruttare Instagram e lavorare sul brand del tuo blog: lascia delle liste di consigli. Sempre attraverso programmi come Canva o Picmonkey puoi creare delle grafiche semplici ed efficaci in cui sintetizzi le tue conoscenze. Guarda come fa Semrush:

sem

In questi casi è importante lavorare anche sul visual branding e usare i font aziendali, i colori, il logo e magari anche degli hashtag ufficiali (sia nella didascalia che sulla grafica) per veicolare l’identità del brand. Proprio come ha fatto Semrush che ha aggiunto l’hashtag #SEMrushchat.

Instagram e blogging: la tua opinione

Ci sono altri modi per sfruttare Instagram nella tua strategia di blogging? Probabilmente sì, in questo articolo trovi le idee che ho raccolto sul web e che metto in pratica tutti i giorni. Sono sicuro, però, che la tua esperienza può essere d’aiuto in questa occasione: lascia il tuo punto di vista e le tue idee nei commenti.

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Showing 9 comments
  • Kya
    Rispondi

    Grazie per l’ottimo spunto 🙂

    Pensavo che Instagram potesse essere utile soprattutto nella promozione di certi settori (moda, arte, turismo…), ma effettivamente con un po’ di ingegno e creatività apre opportunità per tutti.

    Io mi occupo di eLearning e mi sto preparando per iniziare un blog a tema, farò tesoro di questi consigli.

    Mi riprometto di riflettere anche per ulteriori tecniche da adottare per promuovere il settore della formazione a distanza, nel caso non mancherò di renderle note.

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Ciao Kya,

      Io credo che Instagram possa essere usato in qualsiasi settore. Non ci sono limiti ma solo strategie differenti: faccio sempre l’esempio della General Electric che produce turbine e motrici, ma ha un account Instagram molto seguito. Il mio consiglio è questo: mostra il bello della tua attività, usa Instagram per mettere su immagine la tua passione.

  • Kya
    Rispondi

    Ricordo di aver letto l’esempio della General Electric proprio sul tuo blog 🙂

    In effetti è solo questione di passione e… creatività, che come ogni abilità deve essere allenata.
    Spero di trovare presto la mia chiave di lettura.

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Solo una questione di tempo se ci metti passione e competenza: sono sicuro che la troverai.

  • francesco
    Rispondi

    articolo molto interessante complimenti

  • Mr Tozzo
    Rispondi

    Ciao, anche io come Kya pensavo che Instagram potesse essere integrato solo con determinati tipi di blog (foodblog o fashionblog). Proverò ad integrarlo con il mio, io fino ad oggi l’ho sempre usato per far vedere la “parte umana” del blogger e mai per fare promozione.

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Qualcosa si può fare, Andrea. Soprattutto grazie alla nuova integrazione tra Instagram e Hootsuite.

  • Samuele Valerio
    Rispondi

    Ciao Riccardo, ho trovato particolarmente utile il consiglio sulle liste, grazie mille.

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.