In Web Marketing

Hai un problema: vuoi capire come aumentare le visualizzazioni su YouTube ma non riesci a individuare la chiave di volta della tua strategia di visual content marketing. Non è un’esigenza difficile da comprendere, anzi: è un problema comune per chi si muove su questo terreno.

Molti esperti di web marketing devono affrontare lo scoglio. Sicuramente YouTube rappresenta una strada privilegiata per fare video marketing, visual storytelling e blogging. Può essere una leva potente ma anche un terreno di scontro difficile da affrontare senza danni.

Perché la congestione è evidente, i grandi brand macinano traffico e attirano visite. Lasciando poco spazio a chi si affaccia nel mondo dei video. Quindi, come aumentare le visualizzazioni su YouTube senza investire un patrimonio? Ecco 4 consigli che possono dare risultati.

Pubblica video interessanti per il target YouTube

La questione è semplice: come migliorare le visualizzazioni del video se hai pubblicato qualcosa che non interessa a nessuno, tantomeno al pubblico che vuoi raggiungere? Questo è il lavoro che si fa in qualsiasi analisi SEO: si parte dalla keyword research per creare contenuti.

Lo studio delle parole chiave per definire il ranking su YouTube prende spunto da ciò che fai normalmente con le pagine web ma sfrutta alcuni tool specifici come KeywordTool.io

Questo strumento, infatti, ha una sezione dedicata proprio a YouTube. Senza dimenticare che il completamento ricerca della piattaforma video offre informazioni sulle ricerche svolte dal pubblico che possono fare da base per capire i temi più importanti da affrontare con un video.

Da leggere: quali sono i fattori di ranking di Google

Ottimizzazione SEO il video per farsi trovare online

Come aumentare le visualizzazioni su YouTube? Dopo aver individuato l’argomento che interessa devi fare in modo che la scheda del video sia in grado di farsi trovare sia nelle ricerche di Google che quelle interne, senza dimenticare la capacità di inserirsi come correlato. In questo caso lavoriamo su un settore molto interessante: SEO per YouTube. I fattori diretti:

  • Titolo del video.
  • Descrizione del contenuto.
  • Nome del file.
  • Tag che descrivono.

Molto importanti sono proprio quest’ultimi, i tag usati per definire il contenuto. In questi casi può essere utile scoprire il lavoro svolto dai video che si posizionano meglio in modo da individuare come si muovono i competitor. In questo caso consiglio di usare TubeBuddy.

Cosa fa quest’applicazione di Chrome? Semplice, oltre a consentire aggiornamenti semplificati dei video, come aggiungere annotazioni o schede a tutte le pubblicazioni, effettua un’analisi dettagliata della concorrenza estrapolando anche i tag utilizzati dagli altri utenti.

Crea una miniatura (anteprima) YouTube efficace

Uno dei vantaggi decisivi per ottimizzare il lavoro su YouTube e aumentare le visualizzazioni in poco tempo: crea delle miniature capaci di attirare l’attenzione del pubblico. Questa thumbnail, infatti, viene usata come copertina negli elenchi in cui appare il video come correlato.

Questo significa che, dopo aver influenzato la piattaforma per posizionare il tuo sito nelle ricerche, devi usare il visual per attirare l’occhio e poi i click del pubblico. Questo avviene anche grazie a un’anteprima ben fatta. Per lavorare al meglio puoi usare i modelli di Canva.

Questo strumento, infatti, mette a disposizione dei template già pronti per creare un’anteprima avvincente e capace di attirare l’attenzione del pubblico. Ovviamente se hai competenze di Photoshop puoi usare questo software di fotoritocco per creare copertine uniche.

Condividi i contenuti video di YouTube al meglio

Hai fatto un buon lavoro rispettando tutte le regole della pubblicazione? Perfetto, ora inizia una nuova sfida: la promozione dei contenuti. Condividi questi link sui social, organizza una newsletter dedicata all’ultimo video pubblicato su YouTube.

E, soprattutto, pianifica i post del blog in modo che il video sia embeddabile nei contenuti. Così puoi aumentare le visualizzazioni e creare un’esperienza utente migliore. Il punto da focalizzare è questo: ci sono una serie di fattori del posizionamento SEO su YouTube che non puoi controllare direttamente. Sto parlando di:

  • Visualizzazioni.
  • Apprezzamenti.
  • Commenti.
  • Condivisioni.

Migliorare questi aspetti vuol dire aumentare le probabilità di posizionare il video su YouTube per determinate ricerche, influenzando quindi le visualizzazioni. Tutto questo avviene anche attraverso la condivisione e distribuzione delle clip, invogliando il pubblico a partecipare con call to action.

Come aumentare le visualizzazioni su YouTube

Ci sono dettagli che possono aiutarti a spingere la visibilità dei video su YouTube. Quali sono? Una ricerca preliminare con alcuni tool, l’ottimizzazione base del video, anteprima efficace, un lavoro di social media e content marketing adeguato. E poi l’ultimo ingrediente: la costanza.

Non basta pubblicare un video per farsi notare ma se per 2 anni non registri risultati devi cambiare, testare nuove strade. Non arrenderti subito, YouTube pretende continuità ma anche continui test.

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

Post suggeriti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.