In SEO

Viviamo in un grande mondo dove tutto cresce a ritmi mai visti prima, senza alcun ombra di  rallentamento in vista e, nel regno di internet, ancor oggi Google è il re da conquistare.

Tuttavia, poiché il mondo in via di sviluppo ha un maggiore accesso a internet e i gusti cambiano, ogni giorno vengono elaborate idee innovative, sotto forma di nuovi motori di ricerca per colmare il divario nelle diverse parti del mondo e per raggiungere scopi diversi e sempre più mirati.

Nessuno vuole perdere potenziali clienti ed è per questo motivo che è importante esplorare ogni strada che rappresenti un’opportunità di marketing e una possibilità di apprendimento.

Oggi toccheremo l’altro lato di internet: lo sapevate che quasi 1 miliardo di ricerche vengono effettuate ogni giorno sul più grande concorrente di Google? Il suo nome è Bing.

1. Bing/Yahoo

Bing è il secondo più grande motore di ricerca negli Stati Uniti. Anche se ha una fetta di torta più piccola di Google, non è una cosa ridicola, con oltre il 10% del mercato di ricerca statunitense che utilizza Bing. Per non parlare del fatto che Yahoo condivide l’indice di Bing, di cui parleremo più avanti.

Perché Bing è importante per la SEO

In Bing si ha meno concorrenza e quindi è più facile scalare le SERP semplicemente perché per alcune aziende Bing non è visto come una fonte di traffico util.
Mentre Google e Bing hanno i propri indici, le tecniche SEO usate per Google possono a volte funzionare anche su Bing.
Molti potrebbero non sapere che Bing è sorprendentemente aperto quando si tratta dei loro fattori di ranking.

A Google piace continuare il proprio gioco di intrighi quando si tratta del suo algoritmo, dicendo e non dicendo, facendo annunci, ma solo per i core update più importanti.
Dando un’occhiata agli utenti l’85% di loro proviene dagli Stati Uniti e spesso provengono da un background di colletti blu.

Come funziona Bing

La prima cosa da fare è andare su Bing’s Webmaster Tools e sottomettere il proprio sito. Ci potrebbero volere alcuni giorni/settimane prima che Bing faccia l’indicizzazione iniziale. La buona notizia è che, una volta indicizzato, è possibile personalizzare la frequenza di scansione. Questo è particolarmente utile se il sito web è grande e viene aggiornato regolarmente.

Quando si lavora con le keyword, è importante capire che Bing non ha niente di simile all’algoritmo RankBrain di Google.

Quindi, rispetto a Google con il suo algoritmo che comprende topic keyword rilevanti, bisognerà concentrarsi su parole chiave semplici, mirando il dominio e il titolo della pagina, insieme ai tag H1 e H2.

Se non vedi il tuo sito nell’indice, ci sono alcuni fattori importanti da controllare sul tuo sito web. Bing approfondisce ulteriormente questo aspetto qui sulle pagine di aiuto per i webmaster.

Potremmo dire che il tutto si riduce a:

  • Contenuti di qualità – Come tutti i motori di ricerca, se non si forniscono contenuti chiari e intuitivi, non ci si dovrebbe aspettare un enorme successo nel ranking.
  • Social signal – Questi giocano un ruolo maggiore nelle classifiche di Bing rispetto a Google.
    Suggerimento dei professionisti

Per una facile comprensione dei segnali social, consigliamo di utilizzare Awario, un vero e proprio strumento di ascolto che permette di sapere tutto sulla reputazione e la presenza di un brand sulle piattaforme sociali, identificando potenziali comunità perfette per il marketing, o aree che potrebbero beneficiare di una conversazione diretta con gli utenti.

Il numero di backlink di qualità farà meraviglie per il ranking, visto da alcuni come uno dei fattori di ranking più importanti per Bing. Tuttavia, non si tratta solo di numeri, perché è fondamentale ricevere backlink da fonti autorevoli e di qualità.
Un fattore minore, l’evidenza suggerisce che i domini con TLD .net, .gov e .edu sono visti più favorevolmente da Bing rispetto al solito .com.

Altri fattori che Bing controlla:

I domini più vecchi sono, nel complesso, visti molto più favorevolmente da Bing. Per coloro che sono alle prime armi, si potrebbe incorrere in qualche difficoltà a seconda di quanta concorrenza si sta affrontando.
Bing classifica i siti con link interrotti peggio di Google, mentre la sitemap del sito web dovrebbe anche essere in forma tip-top, al fine di ottenere buoni piazzamenti.
Per saperne di più, date un’occhiata alla guida completa di Bing per il ranking

Riepilogo dati Bing

Lanciato nel 2009 per sostituire MSN Live Search
1,3 miliardi di visitatori unici mensili in tutto il mondo su Bing.com
12 miliardi di ricerche mensili su Bing in tutto il mondo
500 milioni di ricerche mensili su Bing negli Stati Uniti

Yahoo

Yahoo è un nome di cui quasi tutti hanno sentito parlare. Hanno attraversato alti e bassi ma, insieme a Bing, detengono una quota di quasi il 30% del mercato statunitense della ricerca. Questo è un motivo sufficiente per considerare Yahoo per una strategia SEO.

Lavorare con Yahoo è facile perché quasi tutte le tecniche utilizzate per ottimizzare per Bing funzionano lo stesso per Yahoo.

Riepilogo dati Yahoo

11.5b visite da aprile 2019 – giugno 2019
I paesi più importanti sono gli Stati Uniti, Taiwan, il Regno Unito e il Brasile.

2. DuckDuckGo

DuckDuckGo è diventato il più grande nuovo motore di ricerca per “colpire il mercato” degli ultimi tempi.

Nasce come un motore di ricerca che protegge la privacy dei ricercatori ed evita il filter bubble dei risultati di ricerca personalizzati.

Perché DuckDuckGo è importante per la SEO

DuckDuckDuckGo è il motore di ricerca in più rapida crescita sul mercato occidentale, catturando la crescente folla attenta alla privacy mentre Google è sempre più orientato ad una mentalità da “Grande Fratello”.

Quando si dice “in più rapida crescita” è perché il numero di query di ricerca è raddoppiato consecutivamente negli ultimi anni.

La sua lista di fonti include fonti come Stack Overflow e WordPress, che usano per fornire i dati per il loro servizio Instant Answers. Bing e Yahoo forniscono a DuckDuckGo la maggior parte delle query di ricerca, e poiché sappiamo che i due motori condividono lo stesso algoritmo, ben si capisce perché DuckDuckDuckGo è importante per la SEO.

Considerate i metodi necessari per l’ottimizzazione per Bing e Yahoo e sarete sulla strada del successo anche con DuckDuckGo.

Come funziona DuckDuckGo

Un motore di ricerca che si concentra sulla privacy ha i suoi svantaggi. DuckDuckGo fa un ulteriore passo avanti, essendo molto vago sull’utilizzo dei suoi algoritmi di ricerca.

La buona notizia è che sappiamo quali fonti DDG utilizza per la sua indicizzazione e possiamo usare queste informazioni per capire le tecniche migliori da utilizzare per la SEO. Dopo alcuni rudimentali test, si è scoperto che i risultati di Bing erano i più coerenti con i risultati mostrati in DDG, anche se i risultati possono variare a seconda della nicchia.

Quello che possiamo raccomandare è di seguire le stesse linee guida SEO dettate da Bing, con un’importante eccezione:

Poiché DDG non conosce l’esatta posizione dell’utente, non sarà possibile convertire le ricerche come “pizzeria più vicina”. Quello che dovremmo invece fare è assicurarci di utilizzare la nostra posizione (cioè la città o la città) come parola chiave efficace, come ad esempio “ristorante caratteristico a Bologna”

Direttamente da DDG raccomandano che “il modo migliore per ottenere buoni piazzamenti (come praticamente tutti i motori di ricerca) è quello di ottenere link da siti di alta qualità” e di fare SEO on-page (avere una sitemap rotta o un gruppo di 404 può avere un serio impatto sul sito web).

Per controllare lo stato di salute di un sito web si può utilizzare un tool come WebSite Auditor.

Riepilogo dati DuckDuckGo

1.5b visits from April 2019 — June 2019
41.5 million daily average searches
32.8 billion searches since inception in 2008
Top countries include the United States, Germany, the United Kingdom, and Canada

3. Yandex

L’Europa dell’Est è il luogo in cui Google si trova ad affrontare la concorrenza più agguerrita. C’è Yandex Search, che detiene quasi il 60% della quota di mercato russo, insieme a grandi guadagni che monetizza dai paesi che circondano la Russia. Yandex stessa è una società multinazionale in rapida crescita con sede a Mosca con servizi locali che competono con Uber, Apple Pay e Google Maps.

Perché Yandex è importante per la SEO

In molti mercati in Europa Yandex ha battuto Google, tanto che ha creato i propri strumenti per i webmaster sia in inglese che in russo, rendendo il processo molto più semplice per la SEO internazionale.

Come funziona Yandex

Mentre ci sono una serie di somiglianze tra Yandex e Google, il motore russo ha un proprio insieme di regole e sfumature che devono essere considerate quando si sviluppa un sito web russo.

Il primo passo per gli esploratori che cercano di trovare tesori su Yandex è quello di creare un account e sottoporre il sito dagli  Yandex Webmaster Tools, seguendo alcuni passaggi per verificare la proprietà del sito web.

Yandex non ha segreti quando si tratta dell’influenza del coinvolgimento degli utenti tanto che metriche come la frequenza di rimbalzo, il tempo di permanenza sulla pagina e i visitatori unici sono fattori che influenzano il ranking.

Chiunque può monitorarli e analizzarli con Metrica, uno strumento di analisi integrato che cattura e organizza i dati di traffico del  sito web.

Yandex pone molta più enfasi sul geo-targeting poiché tutte le ricerche sono suddivise in ricerche dipendenti e indipendenti dalla posizione. Ciò significa che il suo algoritmo di ricerca decide se la query dipende dalla posizione e, in caso affermativo, fornisce i migliori risultati rilevanti per la posizione dell’utente. Per conquistare questo aspetto di Yandex SEO è necessario assicurarsi di includere l’indirizzo completo della azienda sul sito di riferimento così che l’algoritmo capirà quale regione si sta “prendendo di mira”.
Questo passo può essere fatto ulteriormente indicando la zona di riferimento del sito in Yandex Webmaster Tools, e anche inviando il business alla Yandex Business Directory.

L’età del dominio è un fattore di classifica VIP in Yandex, e giustamente, visto che i siti più vecchi sono spesso i più affidabili.

In conclusione: i fattori di ranking con Yandex non sono radicalmente diversi da Google o Bing.

Riepilogo dati Yandex

10b visits from April 2019 — June 2019
Top countries including Russia, the United States, Ukraine, and Germany

4. Baidu

Da dove cominciare con un gigante come Baidu, il più grande motore di ricerca cinese? Ogni volta che qualcuno pensa al SEO, la prima cosa che ha in mente è “Big G”. In Cina c’è Baidu ossia il “Big B”, con uno sbalorditivo 500 milioni di visitatori unici ogni mese. In un paese con una classe media in continua crescita che ama fare acquisti online, Baidu è una cosa da non perdere se si punta al mercato internazionale.

Perché Baidu è importante per la SEO

Man mano che la comunità di emigrati cinesi cresce in tutto il mondo, gli esperti ricercatori di marketing dovranno tenere il passo con il loro gioco. Le statistiche mostrano che anche in Corea del Sud e negli Stati Uniti un certo numero di utenti preferisce il gigante cinese al posto di Google.
Simile alle alternative occidentali, Baidu offre servizi che competono con Google Maps e l’App Store, insieme a molti altri. Tenete a mente queste opzioni se volete entrare nel mercato cinese.

Baidu fornisce una moltitudine di servizi secondari che si possono sfruttare per la SEO, come Baike, la risposta cinese a Wikipedia, e Zhidao l’alternativa a Yahoo Answers.  Un luogo dove gli utenti possono fare domande su una pletora di argomenti e, proprio come Yahoo Answers, ricevere pareri di esperti da persone non qualificate.

Come funziona Baidu

Alcuni importanti ostacoli devono essere superati con Baidu e la SEO cinese in generale.

La cosa più importante è la censura dei risultati, conosciuta come la Great Firewall of China o “Grande muraglia di fuoco della Cina”.

Per questo motivo, è meglio assicurarsi che il contenuto o servizio è consentito in Cina prima ancora di pensare a strategie di marketing.

Una licenza di pubblicazione di contenuti internet (ICP) sarà necessaria per consentire al governo di approvare il funzionamento del sito web, e, purtroppo, una licenza personale non basta. Se si vuole un greenback è necessaria una licenza commerciale senza contare poi che:.

  1. Se non si conosce il mandarino è fondamentale avere un servizio per tradurre il sito web in modo accurato.
  2. Le keyword usate per Google non vanno bene su Baidu. Le migliori parole chiave da utilizzare devono essere keyword long tail, con geo-modifier.

Questi accorgimenti sono dovuti ad un paio di differenze nelle SERP di Baidu.

I risultati della ricerca vengono spesso riempiti fino all’orlo di annunci pubblicitari per i servizi di Baidu, insieme a quelli privati a pagamento. Questo si traduce in risultati organici soffocati.

Se c’è un articolo relativo al termine di ricerca su Baiku (Wikipedia cinese), esso apparirà quasi sempre nei primi risultati. Si potrebbe capitalizzare molto se si riuscisse ad avereo un articolo su Baike, e facendo in modo che l’articolo appaia nelle SERP insieme al sito web.

Il geo-targeting è uno dei beni più preziosi. Considerate quanto sono popolose alcune città cinesi, con poco più di 26 milioni di persone che vivono solo a Shanghai. Ecco perché bisogna fare uso di precise parole chiave basate sulla localizzazione per ottenere un discreto successo nei risultati organici. Per far ciò è possibile provare lo strumento Baidu Index, che è molto simile a Google Trends.

Purtroppo, lo strumento Indice è disponibile solo in mandarino. Per un’alternativa, si consiglia di utilizzare Rank Tracker per semplificare la ricerca delle parole chiave e l’analisi dei concorrenti.

Un altro pezzo chiave del puzzle SEO è avere un dominio .cn. Baidu preferisce il dominio di primo livello .cn rispetto ai più comuni domini .com che si trovano in occidente. Ottenere quel dominio di primo livello .cn non è un compito super complesso, soprattutto se si ha una presenza fisica in Cina.

La SEO on-page viene gestita allo stesso modo di altri motori di ricerca, a parte il modo in cui i crawler analizzano i siti. JavaScript non è ben compreso dallo spider cinese, così come lo sono i siti che hanno una gerarchia piuttosto profonda di link.

Mentre ci sono alcune sfide da affrontare quando si cerca di competere su Baidu, il mercato cinese è ricco di potenziale e lo sforzo necessario può essere facilmente ripagato.

Riepilogo dati Baidu

30b visits from April 2019 — June 2019
Top countries include China, the USA, Hong Kong, and Taiwan

5. StartPage

Fondato nel 1998 come lxquick, è diventato ben presto il motore di ricerca più utilizzato che recupera i risultati da Google.

Commercializzato come il motore di ricerca più privato del mondo, StartPage premiato con il primo Privacy Seal europeo per le sue pratiche nel 2008, offre un servizio proxy gratuito e autonomo che è integrato nelle SERP sotto forma di “Anonymous View” (visualizzazione anonima).

StartPage si presenta come un motore di ricerca molto simile a DuckDuckGo, destinato a coloro che cercano di liberarsi dai grandi dati.

Perché StartPage è importante per la SEO

Per chi non si preoccupa dei risultati di Google ma preferisce non essere rintracciato, StartPage potrebbe essere l’alternativa da utilizzare. Nel 2019, Google continua ad essere il re indiscusso della ricerca, con i risultati più precisi e funzionali rispetto ad altri motori di ricerca.

Come funziona StartPage

Nel database di supporto, viene fornita una guida per migliorare il ranking con la SEO. Non c’è nulla che spicchi, ma la differenza principale è che non ci sono ricerche basate sulla posizione a meno che le parole chiave di localizzazione non siano mirate.

Come accennato nel capitolo dedicato a DuckDuckGo, se si sta cercando di raggiungere il mercato locale, bisogna assicurarsi che le parole chiave di localizzazione siano ottimizzate correttamente.
I backlink con Startpage sono un fattore altrettanto importante così come per Google e sappiamo che i due motori di ricerca sono effettivamente legati tra loro.

Utilizzando SEO SpyGlass è possibile individuare i backlink pericolosi o danneggiati.

Riepilogo dati StartPage

370m visits from April 2019 — June 2019
Top countries include Germany, the United States, France, and Israel

6. Swisscows

Swisscows si presenta come “100% semantica e motore di ricerca intelligente” e “100% family-friendly”.

Precedentemente conosciuto come Hulbee, affermano di aver “acquisito più di un decennio di esperienza nel fornire risposte”.

Ospitato e soggetto al diritto governativo svizzero, considerato da molti come l’opzione più privata per l’hosting su Internet.

Se c’è mai stato un nome creativo, Swisscows ha già vinto il primo premio. Questo motore di ricerca relativamente nuovo è apparso nel 2014 non solo per offrire un’alternativa familiare a Google, ma anche come scelta innovativa e incentrata sulla privacy. Con i centri dati memorizzati in profondità nelle Alpi svizzere, opportunamente denominati “Swiss Fort Knox I + II“, si può essere certi che i dati non saranno più a portata di mano.

Essendo il motore di ricerca più sicuro per bambini e adolescenti, è stato progettato pensando ai contenuti a misura di famiglia.

Spiegano sul loro sito web:

  • Promuoviamo i valori morali
  • Odiamo la violenza e la pornografia.
  • Promuoviamo l’educazione ai media digitali

Perché Swisscows è importante per la SEO

Questo motore è più per l’utente che per il marketer. I suoi risultati di ricerca sono alimentati da Bing e filtrano tutto ciò che potrebbe essere pericoloso.
Per gli amanti della musica, Swisscows ha integrato Soundcloud nella sua ricerca anche se non segue la content policy di Swisscows.

Come funziona Swisscows

Le stesse tecniche di ottimizzazione attuate su Bing si applicano anche su Swisscows, con un’unica eccezione: come Startpage e DuckDuckDuckGo, questo motore di ricerca non conosce l’indirizzo IP dell’utente e quindi non dispone di un monitoraggio geografico.

Si dovrà quindi utilizzare parole chiave basate sulla localizzazione e parole chiave a coda lunga per trovare il maggior successo su Swisscows.

Mentre Swisscows dispone di una ricerca regionale, in cui è possibile restringere i risultati della ricerca a circa 40 paesi, questa funzione è disattivata di default, e ciò significa che si visualizzerà la stessa cosa in tutto il mondo.

Una caratteristica distintiva di Swisscows è una mappa semantica unica nelle SERP. Apparendo come una nuvola di parole reattive, si potrebbe utilizzare questi suggerimenti per affinare ulteriormente la ricerca. Swisscows raccoglie queste parole chiave con il suo algoritmo semantico interno. Digitando un sito web in Swisscows il cloud semantico potrebbe fornire alcune potenziali parole chiave non attinenti.

Riepilogo dati Swisscows

520.000 visitatori da aprile 2019 a giugno 2019
I paesi più importanti sono la Svizzera, gli Stati Uniti, la Germania e la Francia.

Menzioni d’onore

Searx

L’unico motore di ricerca che per l’utente finale potrebbe essere “‘hackable” e “hostable”.

Aggrega i risultati di più di 70 motori di ricerca predefiniti, che l’utente può modificare a proprio piacimento.

Searx si fa pubblicità come “Metasearch Engine”, raccogliendo i risultati da vari altri fornitori di ricerca. Searx prende quest’idea e la mette a dura prova.

Il vantaggio qui è che gli utenti sono in grado di eseguire la propria istanza sul proprio URL. Il motore di ricerca può essere scaricato e ospitato dal proprio server o accessibile da una varietà di popolari istanze eseguite dagli utenti. Questo viene fatto per molte ragioni, ad esempio, massimizza la privacy ed evita la congestione che si trova nelle istanze pubbliche. Searx consente ai suoi utenti di personalizzare e persino aggiungere i motori di ricerca scelti al mix, adattando il motore di ricerca alle singole e più esatte esigenze.

Riepilogo dati Searx

3 milioni di visitatori da aprile a giugno 2019
I paesi più visitati sono gli Stati Uniti, Francia, Germania e Cina.

Mojeek

Per gli sviluppatori di talento ecco una ispirazione. Un gruppo di studenti universitari con sede nel Regno Unito ha creato Mojeek. Con il suo indice proprio costruito da zero lo possiamo definire a tutti gli effetti un compito monumentale considerando quanto ampio è diventato il world wide web.

Questo potrebbe interessare coloro che vogliono la completa libertà da monoliti aziendali come Google e Bing. Mojeek ha dichiarato di aver indicizzato oltre 2,3 miliardi di pagine nel 2019, con l’obiettivo di raddoppiare tale cifra entro la fine dell’anno.

Come per ogni nuova idea, ci vuole tempo per perfezionarsi. Gli sviluppatori del progetto dicono che stanno perfezionando l’algoritmo, rendendolo ogni giorno più funzionale per l’utente medio.

Come gli altri nella lista, anche Mojeek è un “motore di ricerca senza monitoraggio/orientato alla privacy”. Col tempo vedremo come i giovani ragazzi di Mojeek riusciranno a competere con i giganti. Mentre l’opinione pubblica si sposta per allinearsi con i loro obiettivi, un giorno potrebbero sperimentare un vero successo.

Riepilogo dati Mojeek.

650.000 visitatori da aprile 2019 a giugno 2019
I paesi più importanti sono gli Stati Uniti, l’India, la Cina e il Regno Unito.

Wolfram|Alfa

Costruito sulla base del Wolfram Language, progettato per il Mathematica system, va a coprire la maggior parte delle aree di calcolo tecnico.

Ha dichiarato di funzionare con “più di 10.000 CPU” e si considera come un motore di “Computational Knowledge”. Ciò significa che Wolfram|Alpha è in grado di rispondere a domande fattuali calcolando dati provenienti da “curated data” provenienti da fonti esterne.

Roba complicata. Detto in altre parole Wolfram|Alpha analizza documenti e pagine da tutto il web e capisce il formato di domanda e risposta, catalogando tutte le domande e le risposte appropriate.

Come esempio della sua abilità se si digita “Popolazione di Budapest”, darà una lista di fonti utilizzate per restituire quella figura. In questo caso, si tratta di tutta una serie di rapporti dell’Ufficio del censimento degli Stati Uniti. Vedrete anche alcune domande relative a quell’argomento. (Vedo “la temperatura di ebollizione dell’acqua a Budapest”, che secondo loro è di 99,89 °C).

Roba affascinante. A volte Google è un po’ spotty mentre Wolfram|Alpha viene fuori come la migliore opzione.

Nessuna opportunità di SEO con  Wolfram|Alpha, tuttavia, se avete mai voluto sapere quale fosse il tempo nella vostra città nel 1976, state tranquilli che Wolfram|Alpha ve lo dirà

Riepilogo dati Wolfram|Alpha

40m visitatori da aprile 2019 – giugno 2019
I paesi più importanti sono gli Stati Uniti, il Brasile, il Regno Unito e la Germania.

Come fanno i professionisti della SEO internazionale

Il processo di ricerca e strategia per questi motori di ricerca senza uno strumento efficace come Rank Tracker è difficle da fare.

Sarebbe giusto dire che Rank Tracker è lo strumento ideale per chi si occupa di SEO internazionale, dopo tutto, è l’unico software del suo genere in grado di tracciare le parole chiave, controllare le posizioni nelle SERP e analizzare le prestazioni di ranking per Bing, Yahoo, Yandex, Baidu e DuckDuckGo, tutto in un unico posto.

Come utilizzare Rank Tracker per controllare simultaneamente le classifiche su tutti i motori di ricerca.

prima di tutto bisogna creare un progetto su Rank Tracker. A seconda della zona geografica dove “opera” un sito web, molto probabilmente si trovano già un paio di motori di ricerca diversi. A questo punto potrebbe essere importante aggiungerne altri cliccando sull’elenco a discesa Preferenze andando a cliccare su Motori di ricerca preferiti.

Aggiunti i motori di ricerca desiderati e prosegue e si clicca su OK.

Aggiornando le classifiche si vedranno le statistiche di tutti i motori di ricerca aggiunti.

Tutti noi sappiamo che nel 2019 Google detiene ancora un monopolio virtuale sui risultati di ricerca anche se i gusti cambiano e le persone sano alla ricerca della migliore alternativa sul mercato.

Un argomento importante della nostra epoca è la privacy. Dalla lista possiamo vedere che le persone gravitano verso motori di ricerca che rispettano i dati dell’utente. E’ difficile per questi piccoli contendenti creare i propri indici da zero e quindi sfruttare al meglio ciò che Google o Bing fornisce loro, anche se vanno ad utilizzare un ulteriore livello di sicurezza.

Lo sforzo richiesto per ottimizzare un sito web per un motore di ricerca diverso da Google potrebbe essere più facile di quanto si pensi, con la possibilità di portare nuovi clienti e maggiori successi. Non lasciate quindi che la barriera linguistica vi trattenga, anche se il georgiano, ad esempio, non sarà proprio una passeggiata di salute.

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

[via link-assistant.com]
Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.