Il 29 novembre si è svolta la quarta edizione del Visual Storytelling Day, presso la Blend Tower di Milano.
Un evento ricco di spunti, consigli e strategie visual, che ha visto protagonisti indiscussi i social network.

L’obiettivo del Visual Storytelling Day  è stato mostrare come raccontare al meglio la storia del proprio brand attraverso le immagini e i video. Durante la giornata sono intervenuti sei relatori che hanno fornito delle utili indicazioni per realizzare contenuti in grado di coinvolgere e appassionare i propri fan: Valentina Tanzillo, la padrona di casa, Orazio Spoto, Valentina Vellucci, Leonardo Pavanello, Salvatore Russo e Giusy Congedo.

Oggi qualsiasi attività di social media marketing non può trascurare gli elementi visivi: foto e video sono un potente strumento per attirare l’attenzione dei fan, differenziandoci dalla concorrenza.

Per chi se lo fosse perso, ripercorriamo insieme i momenti più interessanti della giornata:

#Welcome to visual

Valentina Tanzillo inizia la giornata spiegando perché i contenuti visivi sono così coinvolgenti e amati da tutti. Una storia parte sempre da un’immagine, che ha un forte impatto emotivo ed è in grado di suscitare una profonda ispirazione e attrazione. Noi esseri umani siamo pensatori visivi, ragioniamo per immagini, che sono elaborate 60.000 più velocemente dei singoli testi. Proprio per questo, se vogliamo catturare l’attenzione del nostro pubblico, emozionandolo, la nostra comunicazione non può fare a meno delle immagini. La formula giusta per iniziare a pianificare la tua strategia marketing è: meno corporate e più visual! Come ha fatto Sainsbury per la campagna natalizia 2014.

Credit Foto ILoveCreativity

Credit Foto ILoveCreativity

#Instagram

Valentina consegna il microfono a Orazio Spoto, un vero Instagram addicted. Da un semplice social utilizzabile solo da dispositivi mobile, si è trasformato in un vero e proprio portale dove condividere ciò che ci emoziona, ci rappresenta e ci circonda quotidianamente.
Anche i grandi brand hanno compreso le potenzialità di Instagram, creando dei veri e propri mini siti con tutti i loro prodotti, ma con un tocco di creatività. Ti ricordi? Ne avevamo già parlato qui. Uno dei principali vantaggi di questo social network visivo è la possibilità di pubblicare un’immagine accompagnandola a una breve sintesi testuale, migliorando così la forza comunicativa dei nostri contenuti. Un esempio positivo di strategia di visual storytelling su Instagram è il progetto degli Igers sulla città di Genova, finalizzato a far conoscere il territorio attraverso le immagini pubblicate su Instagram di con l’hashtag #genovamore.

Credit foto ILoveCreativity

Credit foto ILoveCreativity

#Tumblr

Una piattaforma di microblogging, che si sta diffondendo anche in Italia ed è utilizzata dai grandi brand per promuovere i nuovi prodotti. Ce ne parla la vulcanica Valentina Vellucci, che ci consiglia di creare delle strategie integrate con gli altri social, incuriosendo il pubblico su questo social network ancora poco conosciuto.
Mi raccomando, prima di condividere contenti su Tumblr, ricorda che bisogna parlare in tumblrese ed essere monotematici, in modo da segmentare il tuo pubblico e creare una strategia realmente efficace. Valentina regala al pubblico una case positiva del brand Calzedonia, che ha creato una community su Tumblr per coinvolgere i fan più appassionati, inducendoli a condividere le immagini dei loro look più particolari.

#Google Plus

Salvatore Russo ci spiega come fare visual storytelling con gli strumenti offerti da Google Plus, dandoci un’anticipazione: nel 2015 Google presenterà una nuova applicazione dedicata solo alle immagini. Prima di stabilire la tua strategia sul social del Big G, ricorda di dare un’occhiata al tuo profilo su Google Plus, dove la tua immagine conta più dei contenuti condivisi: assicurati di essere ordinato e non spettinato!
Un’immagine di successo su Google Plus deve essere: di buona qualità, interessante, attinente e soprattutto originale! Non copiare, sii creativo! Un valido esempio di strategia visual su Google Plus è stata la campagna #GIFdiDomenica, realizzata dalla band italiana Subsonica, che ha invitato tutti i propri fan a salire sul palco, creando delle GIF personalizzate proprio grazie a Google Plus.

#Facebook

Dopo la pausa pranzo si riparte subito con il social più utilizzato e che fa da padrone in tutte le nostre strategie di social media marketing: Facebook. Leonardo Pavanello introduce subito il suo speach, affermando che su Facebook nell’ultimo anno sono aumentate le condivisioni di immagini e video, superando i contenuti testuali. Infatti, i contenuti visuali ottengono un maggiore engagement, circa il 65% in più di altri contenuti. Secondo lo speaker, la profezia di Zuckeberg per il 2015 sarà puntare tutto sui video, pubblicandoli direttamente su Facebook e non condividendoli da altre piattaforme.
Ma quali sono gli obiettivi che un brand deve assolutamente tenere in considerazione su Facebook? Prendi appunti: awareness, reputation, lead generation e sales! Le quattro parole chiave da tenere sempre in mente in tutte le strategie, senza dimenticare di utilizzare tattiche creative, call to action mirate e contest, per coinvolgere i tuoi fan. L’esempio perfetto? Tiffany&Co.

Case Study: una visual netiquette su Facebook

Prima di continuare con la carrellata di social visivi, Valentina Vellucci raggiunge sul palco Leonardo, presentandoci una case inedita sull’introduzione di una visual netiquette per la pagina Facebook de La Stampa. Quante volte hai letto (davvero!) la netiquette di una pagina che segui? Saltiamo sempre questo passaggio e ci buttiamo direttamente sulla pagina, in cerca di contenuti da commentare o da condividere. Ma prima di fare tutto ciò, sarebbe preferibile leggere le policy della pagina, per evitare di essere off topic, visto che anche sui social ci sono regole da rispettare. Per rendere queste regole più efficaci, Valentina Vellucci e il team de La Stampa hanno creato  una netiquette visiva, facile da comprendere e condividere.

#YouTube

È il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo e ha come competitor principale il suo papà Google. YouTube non è solo una piattaforma su cui pubblicare i tuoi video o cercare ciò che ti interessa maggiormente, ma è un vero e proprio strumento da integrare nella tue strategie di marketing online, condividendo i video del tuo brand per appassionare e emozionare tutti. Come ha fatto Honda con la campagna “The Other side”, promuovendo con un video lo stesso prodotto con due versioni: il giorno e la notte; Calzedonia con Julia Roberts e tutte le emozioni che possiamo vivere durante i nostri viaggi e la famosissima campagna #firstkiss, che ha fatto il giro del mondo.

#Pinterest

Il social network visivo per eccellenza, basato su immagini e video condivisi da qualsiasi parte del mondo e dedicate a uno specifico argomento. Pinterest è un must da inserire nella tua strategia, perché ti permette di raccontare il tuo brand attraverso le board e di comunicare i tuoi valori in modo più efficace e diretto. Valentina Tanzillo ci spiega come creare un profilo su Pinterest e quali sono vantaggi che si possono beneficiare da questo social. Pinterest è non solo un social ma un vero tool che ti permette di pianificare al meglio la tua strategia. Einaudi è un esempio di brand che usa in modo efficace Pinterest, visto che ha creato un profilo in cui fa “vivere” la cultura attraverso board dedicate (Eneide, una lettura).

 

#Hootsuite

Per concludere Giusy Congedo ci illustra le potenzialità di Hootsuite, un tool utile per creare la tua content strategy e per monitorare tutti i social network durante una campagna promozionale, un evento e quotidianamente per una buona strategia di community management.

Insomma è stata una giornata ricca di formazione, suggerimenti e case studies da mettere subito in atto.

Le immagini hanno una grande forza evocativa ed emozionale, in grado di creare condivisioni e interazioni con tutti i tuoi fan. Non ti resta che raccogliere la sfida: “Go Visual, or Go Home!”

Se vuoi approfondire alcuni speech, qui troverai gli storify che sono stati creati per l’evento:

Ti lasciamo con il video riassuntivo della giornata, realizzato dalla visual blogger Elisa Spinosa di ILoveCcreativity.

 

RINGRAZIAMENTI

Ringraziamo tutte le persone che hanno partecipato all’evento, sia in aula che in streaming, i nostri amici social e gli sponsor: Hootsuite per lo speech e per i gadget gufosi, Girl Geek Life per lo storify, Develon per il tool Collektr, che ci ha permesso di mostrare in real time i contenuti pubblicati dai nostri allievi, Antonio Meraglia e lo staff di Stravideo per l’eccellente lavoro per lo streaming, 4Writing e WebHouse.

Uno speciale grazie va ai nostri visual blogger, Alessandra Toni, Federica Gallo, Elisa Spinosa e Michele Papaleo che hanno partecipato entusiasti all’evento e lo hanno raccontato attraverso le loro immagini e i post pubblicati sui loro blog. Se non li conosci ancora, devi assolutamente leggere i loro blog! 😉

Recent Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.