Ci sono così tante piattaforme di social media oggi, che chi come me si occupa di marketing online deve aggiornarsi quotidianamente per non trascurare tutte quelle che possono essere importanti per la promozione di contenuti. Tumblr è un social network spesso trascurato, ma che ha un enorme potenziale sia per il SEO che per il Social Media Marketing. Io stesso sono stato lento ad adottare Tumblr come piattaforma di social media, ma appena ho iniziato ad usarlo mi sono subito reso conto della sua potenza e semplicità. Speriamo che ti succeda lo stesso leggendo questo post, in cui tratteremo:

  1. Che cos’è Tumblr e come funziona
  2. I vantaggi di Tumblr rispetto ad altri social network
  3. Consigli pratici su come si può usare Tumblr per il marketing online

Suona bene? Cominciamo!

Perché dovrebbe interessarti Tumblr?

Prima di andare avanti, permettimi di fornire alcune statistiche su Tumblr, che dovrebbero contribuire a fornirti la giusta prospettiva:

  • 130.500.000 blog creati su Tumblr fino ad agosto 2013
  • 28° sito più visitato al mondo secondo Comscore
  • 300 milioni di visitatori unici mensili secondo Yahoo
  • Il 50% degli utenti di Tumblr ha meno di 25
  • Il 53,5% dei visitatori di  Tumblr sono donne
  • 1.466.000 utenti in Italia secondo Vincos

Come potete vedere, i numeri sono enormi. Ora ci sono più di 130 milioni di blog Tumblr (noti come “tumblrog”), il che rende Tumblr la più grande piattaforma di blogging sul web, rispetto ai 70 milioni di blog ospitati su WordPress.com. Esso dispone di 300 milioni di visitatori mensili, che corrispondono al 15% di tutti gli utenti Internet.

E ha un pubblico unico, in quanto il 50% degli utenti ha meno di 25, molti dei quali sono adolescenti. In Italia è il 5° social network più utilizzato (dopo Facebook, Google+, Linkedin e Twitter). Nel mese di maggio, Yahoo ha acquistato Tumblr per 1,1 miliardi dollari (il più grande acquisto di una società Internet da quando Google ha acquistato YouTube), e molti dei più grandi marchi del mondo hanno già una presenza su Tumblr.

grandi aziende su tumblr

Ora credo che sia più chiaro il motivo per cui se non sei su Tumblr stai perdendo una grossa opportunità.

Che cos’è Tumblr?

Ora, che cosa diavolo è questa cosa chiamata Tumblr? Può essere un po’ difficile da descrivere, perché unisce la funzionalità di molti tipi diversi di siti. Il modo in cui mi piace pensare Tumblr è come un incrocio tra WordPress e Facebook.

Cos'è Tumblr

Tumblr ha tutte le funzionalità di una piattaforma di blog come WordPress, ma  include anche le caratteristiche tipiche di un social network, come l’hashtag, il follow, la condivisione, e il “Mi piace”. Tumblr è simile a Pinterest in molti modi, tranne che hai un unico blog invece di più board. Quindi, anche se Tumblr è una delle più popolari piattaforme di blogging (o microblogging) sul web, va al di là del blog perché permette agli utenti di condividere e mettere mi piace su ogni contenuto, seguire altri blog Tumblr, e scoprire nuovi contenuti attraverso gli hashtag. Si tratta di una piattaforma di blogging con funzionalità social incorporate, e per questo motivo ha un incredibile potenziale virale.

I vantaggi di Tumblr

Ok, ora abbiamo un’idea più precisa di che cos’è Tumblr e perché è importante, ma quali sono i vantaggi di Tumblr rispetto ad altri social network e piattaforme di blogging? Ci sono 5 principali vantaggi:

1) Dofollow link

Per primo la bomba: i link da Tumblr, a differenza di quasi tutti gli altri social network, sono dofollow. Come ho già spiegato, Tumblr è una piattaforma di blogging, e hai il pieno controllo di come appare il tuo tumblrog, compreso l’uso di link dofollow. Ma dove le cose si fanno molto più interessanti, è se si considera l’aspetto social di Tumblr: Tumblr ha le funzionalità di condivisione sociale (chiamata “reblogging” nel gergo di Tumblr) integrata, perciò se fai un post che piace sarà ripubblicato da molti altri tumblrog. Il fatto è che ognuno di questi reblog è un backlink dofollow al tuo post originale! Ciò significa che se un tuo post viene rebloggato 100 volte, il tuo blog tumblr riceverà 100 backlink dofollow! Per ottenere ancora di più, puoi anche includere un link nel post stesso, in questo modo sia il post originale su Tumblr che il sito collegato all’interno del post riceveranno i link.

tumblr dofollow

Prova a immaginare se ogni volta che un tuo contenuto venisse condiviso su Facebook ti portasse un link dofollow… il tuo sito aumenterebbe mostruosamente il PageRank. Con Tumblr, questo succede. Lo stesso vale anche per Google+ (anche Pinterest ha recentemente tolto il nofollow dai suoi link), ma Tumblr ha una comunità di utenti più attivi, perciò è molto più facile creare contenuti virali. Naturalmente, dovrai stare attento a che tipo di anchor text utilizzare (siamo nell’era post-Penguin), ma se sei alla ricerca di qualche link facile, Tumblr è il posto giusto per te.

2) Scoperta di contenuti

Un altro grande vantaggio di Tumblr è che ha un ottimo sistema di scoperta dei contenuti integrato in esso, grazie all’uso dell’hashtag. Se sei alla ricerca di belle immagini o memes, prova a cercare su Tumblr usando l’hashtag, e troverai un po’ di buon materiale.

tumblr hashtag

La cosa buona di Tumblr è che le persone utilizzano effettivamente l’hashtag per la scoperta di contenuti (a differenza, ad esempio, di Facebook). Questo significa che, utilizzando tag rilevanti e popolari, è super facile che i tuoi contenuti vengano scoperti su Tumblr, anche se non hai molti seguaci. Questo non è sicuramente il caso di social network come Facebook, dove i contenuti della tua pagina non otterranno mai molti “Mi piace” se questa ha pochi fan.

3) Terreno di prova per i contenuti

Un altro uso possibile di Tumblr è come un banco di prova del contenuto. Se fai social media marketing, probabilmente avrai tonnellate di immagini che stai prendendo in considerazione per pubblicarle sulla tua pagina Facebook, oppure potresti avere diverse varianti da provare. La dashboard di Tumblr è cronologica come Twitter, diversamente dall’approccio più complesso del news feed di Facebook, e il risultato è che si può postare molti più contenuti in una sola volta rispetto a Facebook. I fan di Tumblr sono più indulgenti riguardo a un contenuto tutt’altro che eccezionale, perché possono semplicemente scorrere, in modo simile a come gli utenti navigano su Pinterest.

Questo rende Tumblr un luogo ideale per pubblicare un sacco di contenuti al fine di trovare quelli che rispondono meglio. Poi potrai prendere i contenuti più popolari e ripubblicarli su altri tuoi profili sui social media come Facebook. E tutti i contenuti che produci su Tumblr hanno anche la possibilità di essere scoperti più tardi, grazie all’uso degli hashtag.

4) Minisiti

Tumblr è una delle più popolari piattaforme di microblogging del pianeta, il che lo rende anche una piattaforma ideale per la creazione di minisiti. Non sarà possibile ottenere la stessa quantità di flessibilità di blog wordpress self-hosted, ma i tumblrog sono veloci da installare, semplici da gestire e gratuiti. E se desideri passare dall’utilizzo di un sottodominio tumblr.com a un tuo nome a dominio, è facile farlo dalle impostazioni Tumblr.

Utilizzare Tumblr per realizzare minisiti è un ottimo modo per costruire una costellazione di siti satellite con un PageRank decente, che potrai quindi linkare al tuo sito principale per migliorare il tuo posizionamento. Se costantemente pubblichi contenuti di alta qualità, è facile portare i tuoi tumblrog a PR2/PR3 nel giro di pochi mesi. I minisiti sono anche una buona scelta se sul tuo sito hai scelto di utilizzare una comunicazione formale, e non vuoi necessariamente associare il tuo brand a memes e altri contenuti più frivoli che vanno forte su Tumblr.

5) Branding

tumblr  branding

Ultimo, ma certamente non meno importante, Tumblr è un altro strumento nel tuo arsenale per promuovere il tuo brand online. In aggiunta ai giganti del settore social, come Facebook e Twitter, Tumblr offre un’altra opportunità per stabilire la tua presenza sul web. E’ un’altra occasione per interagire con i fan, costruire relazioni con i potenziali clienti, e dare visibilità alla tua azienda, soprattutto se desideri raggiungere un pubblico più giovane.

Idee di contenuto per Tumblr

Spero che ora tu sia convinto del fatto che Tumblr sia una grande opportunità è per SEO, content marketing e branding. Ma che tipo di contenuti hanno più successo su Tumblr? Come la maggior parte degli altri social, Tumblr è un mezzo visivo. Ciò significa che le immagini accattivanti vanno meglio di un lungo testo. Se stai già conducendo con successo campagne di social media marketing su siti come Facebook e Google +, sai che utilizzare lo stesso contenuto non è sempre una buona strategia. Se vuoi qualche esempio specifico di contenuti da postare, qui ci sono 4 tipi di contenuto che funzionano molto bene su Tumblr:

1) Memes

tumblr memes

I memes sono il tipo ideale di contenuto da condividere attraverso canali di social media, e sono virali quasi per definizione. Puoi avere un buon successo solo con la condivisione di memes divertenti relativi alla tua nicchia che si trova in tutto il web, ma il più grande potenziale risiede nel creare i propri.

2) Foto / illustrazioni

Come su Pinterest e Facebook, le immagini accattivanti sono i contenuti più popolari su Tumblr. Questo è particolarmente vero in quanto vi è una grande base di utenti adolescenti, con tempi di attenzione più brevi anche rispetto all’utente medio di Twitter. La creazione di grandi foto non è facile, ma non è impossibile da fare se si ha una buona reflex. Anche se la tua attrezzatura fotografica non è da professionista, applicazioni come Instagram possono prendere le tue foto ordinarie e dare loro un tocco vintage che piace un sacco adesso.

web design

Anche disegni e illustrazioni funzionano alla grande su Tumblr, e se te ne intendi di progettazione grafica, sicuramente lo potrai sfruttare. E se non hai il talento grafico, puoi andare su siti come FiverrElance o DeviantArt per ottenere opere d’arte su misura create appositamente per la tua nicchia. Puoi anche trovare ottime fotografie e opere d’arte di altre persone su Google Immagini ed ottenere qualche risultato, ma sii consapevole di eventuali problemi di copyright, e quando è obbligatorio, cita l’autore.

3) Citazioni

Le citazioni sono un tipo di contenuto spudoratamente semplice da creare, pochi marketer le stanno sfruttando. Le citazioni sono buone perché puoi realizzarle anche se non hai alcun talento grafico. Basta prendere una citazione che ti ispira, metterla sopra un’immagine attraente (o anche solo un semplice sfondo), e improvvisamente hai un pezzo di contenuto che può andare virale non solo su Tumblr, ma anche su siti come Facebook, Pinterest e Google+. E’ super facile.

tumblr citazioni

4) GIF animate

Come Google+, Tumblr permette di utilizzare le GIF animate nei tuoi post. Queste sono incredibilmente popolari tra gli utenti Tumblr. Ora, la creazione di GIF animate è oltre le mie capacità, ma è davvero semplice prendere GIF animate già esistenti, aggiungere una didascalia intelligente, e pubblicarle sul tuo tumblrog. Backlink istantanei garantiti.

tumblr gif animate

Se vuoi un grande esempio, dai un’occhiata a questo Tumblrog. E’ un sito divertente, ed ha un PageRank di 5. Per trovare GIF animate da utilizzare, cerca su Tumblr tag come “GIF animate”, “animated GIF” o semplicemente “GIF”. Ci sono anche siti come ForGIFS che contengono solamente GIF animate divertenti.

In conclusione

Tumblr è uno dei più grandi social media e piattaforme di blogging al mondo, eppure è spesso ignorato dal marketing online. Spero che questo post ti abbia convinto ad aggiungere Tumblr alla tua strategia SEO e social media marketing, e che ti sia stato utile per spunti su contenuti da utilizzare per guidare il successo del tuo tumblrog.

Se utilizzi le idee di contenuto di cui sopra e pubblichi su base costante, potrai costruire un grande seguito su Tumblr ed ottenere parecchi link forti al tuo sito, così come promuovere i tuoi contenuti e costruire il tuo brand online. Se hai domande o non sei d’accordo, non esitare a postare nei commenti.

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Showing 2 comments
  • roberto
    Rispondi

    davvero molto bravo nell’ esprimere i concetto. Uso Tumblr da molto , ma non l’ ho mai sfruttato al 100 %. quello che vorrei dai miei competitors, è proprio questo, che si abbia un approccio web come fai tu, privilegiando chi ti legge.
    saluti

  • Luca
    Rispondi

    Ciao Jacopo, innanzitutto complimenti per questo gran bel post che va ben oltre la mera teoria ma contiene informazioni molto utili e dettagliate sul funzionamento di Tumblr. Io è da un pò di tempo che sto “facendo la posta” a Tumblr in chiave SEO e Web Marketing però sono sempre stato un pò frenato dalle poche informazioni che ero riuscito a reperire su questo servizio di microblogging e dai dubbi sulla sua utilità considerato anche che in Italia, se facciamo eccezione per le nuove generazioni, non mi sembra che abbia ancora attecchito più di tanto. Comunque, anche se escludiamo la popolarità in Italia del servizio al momento, volevo gentilmente chiederti alcuni consigli, alcuni pareri riguardo ad una sua utilizzazione in chiave business.

    Il mio primo dubbio riguarda il nome da associare al Tumblr. Naturalmente sarebbe buona norma designare come nome del Tumblr quello del brand però la mia paura è che Google dopo un pò di tempo inizi a farlo vedere prima del sito aziendale stesso nei risultati di ricerca. Magari è un timore infondato, ma vedo che anche voi per Tumblr avete preferito dissociare il nome del brand con un trattino e questo fatto magari potrebbe avallare la mia teoria, anche se poi magari potete averlo fatto per tutt’altra ragione.

    Il secondo dubbio che mi coglie è quello relativo ai link da inserire nei vari aggiornamenti. Posso immaginarmi che nei contenuti gli eventuali link debbano essere il meno “ancorati” possibile perchè se putiamo caso di postare un contenuto interessante che contiene un link con un anchor text preciso e questo contenuto viene rebloggato tante volte può andare a finire che al nostro amico Penguin suoni qualche allarme.

    L’ultimo dubbio infine è sempre relativo ai link. Considerata l’estrema facilità con cui è possibile inserire dei collegamenti al sito non sarà che un domani Google inizi a considerare i link contenuti in Tumblr come quelli presenti in una link farm o che magari Tumblr inizi ad assegnare il nofollow ai vari link?

    Mi scuserai se posso essere stato tedioso ma questo post mi ha molto interessato e stimolato e, considerato che almeno al momento è nettamente il migliore tra tutti quelli che ho letto relativi a Tumblr, mi sono dilungato un attimino.

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.