Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

PageRank

Il PageRank è un algoritmo utilizzato da Google per classificare le pagine web nei risultati del motore di ricerca.

Il PageRank è un modo per misurare l'importanza delle pagine web.

Secondo Google:

Il PageRank funziona contando il numero e la qualità dei link a una pagina per determinare una stima approssimativa dell'importanza del sito web. Il presupposto di base è che i siti web più importanti riceveranno probabilmente più link da altri siti web.

Il PageRank prende il nome da Larry Page, uno dei fondatori di Google.

Attualmente, il PageRank non è l'unico algoritmo utilizzato da Google per ordinare i risultati della ricerca, ma è il primo algoritmo utilizzato dall'azienda, ed è ancora il più noto.

Dal 2014 il PageRank di una data pagina non è più conoscibile, in quanto Google l'ha reso segreto al fine di evitare manipolazioni da parte dei SEO.

Prima, esistevano un indicatore di PageRank in Google Chrome (una piccola barra verde con un numero da 0 a 10) e numerosi strumenti per misurarlo.

Come funziona il PageRank

Il PageRank è un algoritmo di analisi dei link e assegna una ponderazione numerica ad ogni elemento di un insieme di documenti ipertestuali, come il World Wide Web, con lo scopo di "misurare" la sua importanza relativa all'interno dell'insieme.

L'algoritmo può essere applicato a qualsiasi insieme di entità con citazioni e riferimenti reciproci. Il peso numerico che esso assegna a un dato elemento X è denominato PageRank di X.

Un collegamento ipertestuale ad una pagina conta come voto di supporto. Il PageRank di una pagina è definito in modo ricorsivo e dipende dal numero e dalla metrica del PageRank di tutte le pagine che vi si collegano (backlink). Una pagina che è collegata a molte pagine con un alto PageRank riceve essa stessa un alto rango.

In pratica, il concetto di PageRank può essere vulnerabile alla manipolazione.

Le pratiche di link building sono infatti mirate proprio allo scopo di influenzare artificialmente il PageRank, e di conseguenza la posizione di un sito / pagina nei risultati organici.

Per questo, Google oggi utilizza sia algoritmi che controlli manuali per identificare le pagine con PageRank manipolato.

L'obiettivo è quello di trovare un mezzo efficace per ignorare i link da documenti con PageRank falsificati, e in alcuni casi penalizzare i siti che fanno uso di pratiche per manipolarlo.

Vuoi approfondire?

Ti interessa il digital marketing? Leggi il nostro blog!
Trovi centinaia di articoli utili.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

SOLO PER VERI MARKETER

Ricevi i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservate e tanto altro!

Solo per veri marketer

Ricevi via email i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservare e tanto altro!