Pubblicare contenuti di qualità – contenuti legati alle esigenze del proprio target – è il primo comandamento per chi vuole trovare la giusta direzione nel mondo del blogging aziendale, per chi vuol sfruttare la forza dell’inbound marketing e per chi vuole trasformare la propria newsletter in un appuntamento indispensabile.

Ovviamente questo principio vale anche nel discorso social media marketing: devi pubblicare contenuti di qualità nella tua pagina Facebook, sul tuo account Twitter e sul profilo Google Plus. E dove si trovano questi contenuti? Solo sul tuo blog?

Sbagliato, non devi trasformare i tuoi account in un megafono aziendale: rischi il fallimento su tutta la linea perché le persone non hanno bisogno di questo. Le persone non hanno bisogno di un surrogato del feed sui social.

Il mio blog fa questo, io ho fatto quello, noi facciamo quest’altro. Smettila di parlare di te stesso e della tua azienda: parla dei lettori. Parla dei follower. Parla dei fan. Parla delle persone che devono seguire questi canali. E soprattutto scegli i contenuti migliori per creare un calendario editoriale degno di questo nome.

Un compito difficile? Certo, non è facile individuare, migliorare e smistare i contenuti sulle piattaforme social. Ma vuoi continuare a gestire i social come il cugino o il nipote del proprietario? La risposta è no. Ecco perché voglio descrivere la mia ricetta personale per dare ai miei canali social tutti i contenuti necessari per diventare un punto di riferimento.

1. Sfrutta Hootsuite

Il primo passaggio lo dedico a Hootsuite, una delle piattaforme preferite per la gestione dei social. Ma anche un valido contributo per chi cerca nuovi contributi da condividere sui propri canali. Hootsuite, infatti, offre un servizio di suggested content: come lo puoi piegare ai tuoi interessi?

hootsuite

Basta andare nella voce “Publisher”  menu sulla barra a sinistra e poi in “Suggested” per trovare decine di articoli collegati all’argomento che condividi di solito. Gli articoli si trovano già sulla griglia di pianificazione, quindi tu non devi fare altro che bloccare o modificare data e ora che Hootsuite suggerisce, confermare e goderti i vantaggi di una continua variazione dei contenuti utili. Ecco il comunicato ufficiale che presenta questa feature.

2. Usa gli hashtag giusti

Lo sai a cosa servono gli hashtag? A caratterizzare un messaggio. L’hashtag deve essere utile all’utente, non alla tua voglia di apparire ovunque. A un certo punto diventano fastidiosi, inutili, quasi ridicoli. #Soprattutto #quando #vengono #usati #su #ogni #parola. Scegli l’hashtag giusto per aiutare il follower a capire qual è l’argomento del tuo link o del tuo aggiornamento.

Per approfondire: come usare gli hashtag su Twitter.

3. Salva link di Facebook

La mia opinione: Facebook è un social utilissimo, molto interessante, capace di fornire spunti di riflessione e fonti davvero interessanti. Molti sostengono il contrario, ovvero che Facebook è il ritrovo preferito dei ragazzini che pubblicano solo foto di gattini e notizie false. Vero? Tutto dipende da chi segui: lo stream è frutto degli aggiornamenti delle persone che segui.

facebook

Quindi il primo strumento per trovare contenuti utili su Facebook è questo: la selezione dei contatti. Non devi per forza togliere l’amicizia, puoi anche decidere di non seguire il contatto e nascondere l’aggiornamento. A questo punto hai solo tanta qualità davanti ai tuoi occhi. Una qualità che sfugge, che non sai dove salvare.

Sicuro? Da qualche tempo Facebook ha attivato una funzione molto utile: “salva link”. Vai in alto a destra, clicca sulla freccia, seleziona la voce “salva” e archivia la notizia nel tuo box personale. A fine giornata riprendi tutti i link e programma le pubblicazioni.

4. Attento a Google Plus

Google Plus è uno strumento fantastico. Soprattutto perché può trasformarsi in una sorta di newsletter social: basta citare una o più persone (o addirittura una cerchia) per inviare l’aggiornamento nelle notifiche. Lo puoi spedire anche via email se spunti l’opzione. Ma le persone hanno chiesto di ricevere questo aggiornamento? Almeno stai condividendo qualcosa di vagamente interessante o stai facendo semplicemente spam?

5. La forza del feed reader

Un feed reader molto speciale: Feedly. Con questo tool puoi mettere ordine tra i feed rss, ovvero gli aggiornamenti che ti avvisano quando un blog pubblica nuovi contenuti, ma soprattutto ti permette di scoprire nuovi blog da aggiungere alla directory.

feedly

Il meccanismo è molto semplice: Feedly interpreta l’argomento affrontato dai tuoi blog e ti suggerisce, in una finestra in alto a destra, i blog collegati a quello che stai leggendo. In questo modo puoi aggiungere nuovi feed direttamente da questo tool, e scoprire ottimi contenuti per i tuoi fan e follower.

Ancora un modo per trovare nuovi contenuti con Feedly: la ricerca.

Con la ricerca di Feedly puoi cercare all’interno del lettore, ma puoi anche andare oltre e dare uno sguardo ai contenuti proposti da Feedly. Puoi utilizzare anche degli operatori (and, or, not) per migliorare la ricerca.

feedly blog

Un dettaglio: Feedly permette di condividere i contenuti direttamente dal reader. Basta un click per aggiornare il tuo profilo Twitter, Facebook e Google Plus. Puoi passarlo anche a Evernote ma solo se hai un account Pro.

7. Liste e preferiti

Io uso i preferiti di Twitter come un bookmark. Come segnalibro. Regalo una stellina a tutti i contenuti che ritengo utili per il mio lavoro. Puoi consulto questa lista sul mio account Hootsuite e distribuisco i link sui vari account. Ci sono contenuti che devono essere inviati da Twitter e altri via Facebook: i preferiti mi aiutano a gestire i contenuti.

list

Una domanda: dove trovo i contenuti su Twitter? Nei profili inseriti nelle liste: in questi elenchi profilo solo le persone valide, quelle che pubblicano link di qualità che non posso trovare facilmente. Ovviamente anche la lista può essere gestita via Hootsuite, ma una precisazione è importante: devi fare tanta selezione altrimenti rischi di dover fare lo slalom tra fuffa e contenuti di bassa qualità.

La tua opinione

Cosa vuoi aggiungere alla lista? Secondo te basta questo per dare spessore alla tua attività online? Qual è la strada migliore per scoprire e condividere buoni contenuti? Lascia la tua esperienza nei commenti, affrontiamo insieme questo punto così delicato.

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.