Le inserzioni su Facebook sono indispensabili a un progetto di social media marketing? Non esistono risposte preconfezionate. Però ci sono due verità che posso servirti su un piatto d’argento: se fatte bene le pubblicità su Facebook possono fare la differenza, se non seguite nel modo giusto rischiano di trasformarsi in una disfatta. Infatti ci sono professionisti che si specializzano solo in questo settore, l’argomento è sconfinato.

Talmente sconfinato che nell’Academy di Studio Samo ci sono molte soluzioni per fare formazione. E per imparare i passaggi essenziali dell’advertising sul social network di Mark Zuckerberg. Una piattaforma che si è imposta sulla concorrenza, e che punta verso strumenti sempre più raffinati per raggiungere l’audience. Questa è la sua forza: targettizzare e proporre a un pubblico interessato un contenuto utile.

Per questo motivo spesso si parla del rapporto tra inbound marketing e pubblicità: queste sponsorizzazioni non vanno contro al principio del farsi trovare quando i lettori hanno bisogno di te? No, se c’è un lavoro certosino di targettizzazione e di produzione dei contenuti la sponsorizzazione risponde a questo meccanismo. Proporre qualcosa di necessario, di utile. Per ottenere questo però deve esserci armonia.

Per creare le inserzioni su Facebook devi rispettare dei passaggi essenziali. Ma soprattutto devi curare una manciata di elementi che non possono mancare nelle tue sponsorizzazioni. E che devono puntare all’eccellenza. Ecco 5 punti da ottimizzare fino allo sfinimento.

Punta su un visual superiore

Devo iniziare per forza da questo punto: tra gli elementi decisivi di una inserzione su Facebook c’è un visual degno di questo nome. Puoi scegliere un’immagine o un video, tutto dipende da obiettivi e da risorse disponibili, ma è impossibile pensare all’advertising senza questi elementi.

Questo lo sai bene se hai utilizzato Facebook Canvas, se hai puntato sulla narrazione e quindi sullo storytelling attraverso le immagini. Ma un concetto è chiaro: non basta solo scegliere un visual qualsiasi, devi rispettare una serie di parametri che decretano il successo della tua inserzione. In primo luogo la dimensione: 1200 x 628 pixel, con una proporzione 1.9:1 per ottenere il miglior risultato possibile.

C’è un altro fattore da considerare: la proporzione di testo. Poco tempo fa, se il 20% dell’immagine di un’inserzione era coperto da testo l’inserzione non veniva approvata. Ora la situazione è cambiata, ma c’è un appunto da considerare nella pagina ufficiale di Facebook: “Le inserzioni con quantità di testo più elevate saranno pubblicate con minore frequenza o per niente”. Quindi valuta sempre con attenzione.

Scegli la giusta call to action

Uno degli elementi fondamentali della tua inserzione su Facebook: la call to action. Il social network, infatti, consente di scegliere il bottone da inserire ai piedi della pubblicità. In questo modo puoi invitare l’utente a svolgere un’attività specifica, e ottimizzare la risposta in modo da ottenere dei risultati superiori.

facebook call to action

Scegli la giusta call to action per l’advertising Facebook

Tutto è contestualizzato al tipo di advertising che stai programmando, ma prendo come esempio quella per portare visite a determinate pagine del sito web. Come puoi ben vedere dall’immagine, Facebook mi fa scegliere tra diversi pulsanti per migliorare le performance della sponsorizzata. Puoi anche evitare questo dettaglio, ma l’invito all’azione ha sempre un ruolo decisivo nel comportamento del singolo.

Da leggere: come ottimizzare la tua call to action

Il titolo vince sempre

Qual è l’elemento imprescindibile di una grande inserzione su Facebook? L’equilibrio è decisivo, ma se il visual cattura l’attenzione non puoi dimenticare l’importanza del titolo. Scrivere una buona headline fa parte dei tuoi obblighi, dei tuoi impegni di social media marketer. Non c’è futuro per il tuo advertising se ignori il titolo.

Quanto deve essere lunga l’headline? Sulla guida di Facebook c’è un numero: 25 caratteri. Io credo che sia utile fare delle prove, dei test: i numeri sono sempre delle gabbie nei confronti della creatività di un copy. Il mio consiglio? Sfrutta questo spazio per informare e persuadere. Un buon titolo deve essere in grado di muovere le leve giuste. Senza illudere. Ti consiglio di leggere: come scrivere un titolo efficace.

Attenzione alle didascalie

A volte la riflessione intorno agli elementi che compongono il contenuto dei social si appiattisce intorno al visual. Ai video in particolar modo. Vero, oggi questi contenuti sono indispensabili per ottenere buoni risultati su Facebook (e sui social network in particolar modo). Però c’è sempre spazio per il persuasive copy.

inserzioni su Facebook

Cura la tua headline, sfrutta il visual della tua inserzione. Ma non dimenticare mai l’uso di una buona didascalia per comunicare con la tua audience. Facebook suggerisce massimo 90 caratteri per evitare troncamenti (30 nella sezione notizie), ma sono sufficienti per dare delle informazioni in più sui benefit, sulle offerte proposte, sui vantaggi dedicati a chi sarà abbastanza lungimirante da cliccare. L’esempio rende l’idea.

Da leggere: 9 errori da evitare quando si crea una campagna in Facebook Ads

Non dimenticare i test

Ultimo elemento della lista: i test. Non c’è miglioramento se non c’è prova sul campo, non c’è evoluzione dei risultati se l’advertising non segue un naturale processo di test. Perché in questo modo puoi scoprire cosa funziona e cosa no, per dare alle tue inserzioni un’efficacia superiore. Come ho detto prima, l’Ads su Facebook può dare grandi risultati ma deve essere seguita con metodo scientifico. E dietro a questo metodo c’è sempre la sperimentazione.

Hai ottimizzato le tue inserzioni su Facebook?

Questi snodi sono importanti. Anzi, sono decisivi per migliorare le tue inserzioni su Facebook. Al tempo stesso, però, sarebbe scorretto mettere al centro della tua attività solo questi passaggi. Che sono utili, lo ripeto.

Ma rappresentano il punto di partenza per costruire un vero e proprio meccanismo per aumentare le vendite o i lead. Allora, sei pronto per ottenere il massimo dalle tue pubblicità? Secondo te ci sono altri elementi da aggiungere a questa lista per ottimizzare Facebook Ads? A te la parola.

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.