Content PR ovvero PR + Content Marketing

Content_PR
Indice dei contenuti

Quando si pianifica un piano di marketing strategico le aziende dovrebbero chiedersi: “Dobbiamo puntare sulle pubbliche relazione o sul content marketing?Errore: la domanda non è questa. La vera domanda da porsi è: “Come possiamo integrare le pubbliche relazioni nella nostra strategia di content marketing?”

Si, perché queste due discipline strategiche non possono più essere considerate separatamente ma devono andare di pari passo nel nostro piano strategico.

PR tradizionale vs Content Marketing

Secondo il PRSA (Pubblic Relation Society of America) le pubbliche relazioni non sono altro che un processo di comunicazione strategica il cui obiettivo è quello di creare relazioni reciprocamente vantaggiose tra le organizzazioni e i loro pubblici.

Studio Samo Pro Minidegree

Il Content Marketing Institute afferma invece che il content marketing è quella tecnica del marketing che si attua attraverso la creazione di contenuti che attraggono e coinvolgono il pubblico target di un’azienda.

A ben vedere le due definizioni mostrano due azioni che hanno uno stesso obiettivo, ovvero creare una relazione tra le organizzazioni e il proprio pubblico. Nelle PR tradizionali l’obiettivo è quello di informare il pubblico circa il nostro prodotto/servizio/azienda attraverso i media. Il content marketing, invece, crea e racconta le storie che il nostro pubblico vuole ascoltare.

È praticamente la stessa cosa senza però la presenza di intermediari, ovvero i media tradizionali. Mentre le PR ancora impiegano i metodi e i canali tradizionali, i moderni professionisti delle PR stanno già utilizzando i nuovi media (Twitter, Facebook, Linkedin, ecc. ) per comunicare direttamente agli utenti finali.

Leggi anche: 3 benefici delle Digital PR

pr-tradizionali-vs-content-marketing

Content PR

In realtà non esiste un nuovo concetto di pr o di content marketing ma queste due discipline si sono con il tempo ampliate e integrate in maniera del tutto naturale. Il concetto di Content PR, infatti, non è altro che l’estensione e l’integrazione dei concetti di PR e content marketing che si venuta a delineare nelle strategie di comunicazione delle organizzazioni. I professionisti delle pubbliche relazioni hanno subito appreso che il mondo dei social e delle digital PR necessitava di azioni più competitive per emergere dalla massa.

Queste azioni sono di fatto l’integrazione di tutte quelle strategie che fino ad allora erano state viste come separate: PR, marketing e pubblicità, SEO, social media e content marketing.

content-pr

Come si evince dall’immagine i contenuti utilizzati nel content marketing sono la naturale estensione di quelli precedentemente utilizzati nelle PR tradizionali. Quello che prima era un testo, oggi è tradotto in un contenuto visuale, come ad esempio un’infografica, così come una pubblicazione tradizionale può essere oggi trasformata in un ebook.

Gli obiettivi rimangono gli stessi: creare contenuti che siano accattivanti per aumentare la consapevolezza e l’autorità del brand e creare maggiore engagement con il proprio pubblico.

Vantaggi

Avevamo già parlato in questo post dell’importanza di integrare le varie azioni e i team di marketing. I vantaggi del content PR sono molteplici:

  1. Aumento della visibilità:
    il Content PR può aiutare la nostra azienda a essere notata più velocemente dai media e dalle community di settore rispetto ai tempi utilizzati dalle PR tradizionali per raccontare quanto è bella e brava la nostra azienda.
  2. Fidelizzazione dei clienti:
    il Content PR si basa sulla creazione di contenuti utili e interessanti per il nostro pubblico. Raccontando la storia della nostra azienda aumenteremo e creeremo una relazione stabile e fedele con il nostro pubblico di riferimento.
  3. Diventare esperto:
    grazie a una buona compagna di Content PR, basata su contenuti utili, accattivanti e originali, la nostra azienda può diventare una fonte valida di informazioni e quindi un punto di riferimento del settore.
  4. Lead Generation:
    un contenuto interessante e di qualità porta un aumento del traffico grazie alle condivisioni del nostro pubblico di riferimento sui vari canali.

How-does-content-pr-work

Studio Samo Pro Minidegree

 

Non possiamo più pianificare e attuare azioni di comunicazione e di marketing considerandole come attività separate.

L’evoluzione della comunicazione digitale e dei mezzi attraverso i quali comunichiamo, necessitano di una totale integrazione di tutte le attività e i canali attraverso i quali il nostro messaggio arriva al nostro pubblico. Maggiore integrazione significa inoltre maggiore coerenza e maggiore autenticità del messaggio e della fonte, che si trasforma quindi in aumento della visibilità e dell’autorità del nostro brand.

Studio Samo Pro Minidegree
Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

regolamentazione intelligenza artificiale
Caterina Quaiotti

AI Act e regolamentazione dell’Intelligenza Artificiale

L’impatto dell’utilizzo dell’IA è tangibile in diverse aree, promuovendo l’efficienza operativa, la competitività e l’innovazione e possiamo per questo parlare di benefici evidenti e concreti. 

La sua rapida diffusione solleva anche questioni etiche e giuridiche cruciali.

La necessità di una regolamentazione legale dell’Intelligenza Artificiale è emersa come una priorità fondamentale per garantire un utilizzo responsabile e sicuro di questa tecnologia avanzata. Facciamo un po’ di chiarezza in materia.

informazioni aste google ads
Beatrice Romano

Informazioni sulle aste e analisi competitors su Google Ads

Quando si lavora in Google Ads è importante monitorare ciò che fanno i competitor non solo per i prodotti o servizi che offrono agli utenti, ma anche per capire come si propongono, che linguaggio usano e a cosa danno più importanza. In questo articolo ti parlerò dell’analisi dei competitor a partire dalle parole chiave presenti all’interno delle campagne in rete di ricerca.

redirect 301
Mattia Cantoni

Redirect 301 per la SEO: una guida completa

I redirect 301 sono tanto semplici da impostare quanto pericolosi per l’ottimizzazione SEO se utilizzati in modo scorretto. In questa guida passo-passo
scoprirai come padroneggiare l’utilizzo di un redirect 301 e come prevenire alcuni dei più comuni errori.

tool instagram marketing
Giuliana Curato

Strumenti per Instagram Marketing

In questo articolo, vedremo insieme una varietà di strumenti per Instagram e perché usarli. Inoltre scopriremo come possono cambiare sia il modo in cui interagisci con il tuo pubblico che la gestione di stories, reels e post per aiutarti a non perdere il lume della ragione (e la pazienza). 

demand gen google ads
Manuel Lodi

Campagne Demand Gen di Google Ads: cosa sono e come funzionano

La prima volta che abbiamo sentito nominare le campagne Demand Gen è stato durante il Google Marketing Live di Maggio 2023, dove venivano presentate sotto il cappello delle campagne di nuova generazione, completamente autonome e in grado di evolvere e performare al meglio grazie al Machine Learning e all’Intelligenza Artificiale della piattaforma di Adv di Google. In questo post vediamo come affrontare questa importante novità.

Iscriviti gratis a

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.