Filtra per argomento:

Come sfruttare gli articoli di blog sui canali social

articoli blog sui social
Indice dei contenuti

Il modo più immediato e diretto per capire come sfruttare gli articoli del blog sui social: la condivisione. Copia l’URL del post e incollalo nel campo dedicato alla pubblicazione. Cura tutti i dettagli e lancia il tuo aggiornamento, in questo modo raggiungi due obiettivi sostanziali:

  • Arricchisci il canale con un contenuto utile.
  • Aumenti le visite in ingresso del tuo blog.

Ma si può fare di più, come sempre d’altro canto. La tua ultima pubblicazione sul diario online non è solo un mezzo per arricchire un calendario editoriale altrimenti votato solo alla promozione. E i social non devono essere visti esclusivamente come un mezzo per migliorare le visite del blog.

C’è altro da considerare e da sviluppare per creare un’esperienza unica. Ad esempio? Ci sono altri consigli da seguire? Ecco come sfruttare gli articoli del blog sui canali dei tuoi social network.

Cura i campi preview e didascalia

Questo è il primo passo da considerare quando mi chiedono come ottenere il meglio dalle mie condivisioni. La base di partenza? Assicurati che la preview sia stata ottimizzata. Devi sapere che questo elemento attira con forza i click degli utenti, ma per sfruttarla al massimo devi ottimizzare:

In quest’ultima puoi introdurre l’argomento, notificare la pubblicazione a qualche utente con una mention e usare gli hashtag (magari non su Facebook che sono inutili). Tag title e meta description sono campi ripresi in automatico ma li puoi modificare solo per la preview dei social.

In che modo tutto questo? Con i campi dedicati di WordPress SEO By Yoast passando sempre per i vari debugger una volta effettuato il lavoro. Ultimo punto ma non per importanza: l’immagine. Usa sempre foto di qualità e magari usa Canva per aggiungere scritte utili per introdurre.

Per approfondire: quali sono le strategie del blog aziendale

Valuta la possibilità di ripubblicare

Non esiste un’unica occasione per mettere in evidenza i tuoi post. Puoi rilanciare i tuoi contenuti anche dopo la prima pubblicazione e lo puoi fare in diverse occasioni. Senza esagerare.

Ma sempre con logiche differenti che possono cambiare in base al canale scelto. Ad esempio su Twitter puoi lanciare due volte lo stesso articolo lo stesso giorno dato che è un social network con un ritmo alto, mentre sulla pagina Facebook conviene aspettare qualche settimana.

Magari puoi valutare quest’occasione in base alle ultime novità del settore e cogliere l’occasione per ripubblicare il contenuto. Lo stesso avviene nel momento in cui aggiorni un articolo ripubblichi sui social. L’importante è prendere coscienza del fatto che non è finita, c’è altro da sfruttare.

Coinvolgi altri utenti nello share

Se, ad esempio, citi un collega puoi usare i social per notificare la menzione. Lo stesso puoi fare se metti un link a un brand: di solito sono sempre ben favorevoli alla condivisione nel momento in cui c’è un’attenzione nei loro confronti. La menzione serve a dare nota del lavoro ma non esagerare.

È meglio evitare inserire una @mention solo per tirare gli utenti in una conversazione che non hanno chiesto. Puoi lavorare nelle community, inserendo un link nei gruppi che lo consentono. Ovviamente senza diventare spam o pubblicare sempre lo stesso link.

Pubblica i post nel momento giusto

Che, ovviamente, non è uguale sempre e per tutti. Io noto che c’è un certo vantaggio nell’abituare gli utenti dei social a pubblicare sempre allo stesso orario. Ma è pur vero che c’è bisogno di prove. Come puoi vedere da questo grafico, ci possono essere delle eccezioni (fonte Slideshare).

Come sfruttare gli articoli del blog

Almeno per capire qual è la situazione migliore. Io preferisco pubblicare nel momento in cui i miei utenti si trovano sulla piattaforma. Quindi evito orari infelici tipo la notte, la mattina presto o negli orari di pranzo/cena. Una delle soluzioni migliori: pubblicare duranti gli orari da ufficio.

Esistono gli articoli sponsorizzati

Spesso si pensa di dover lanciare sponsorizzazioni legate solo a ciò che monetizza tanto e bene. Non è così, si può lavorare su questo fronte per i contenuti informativi. Se un articolo del blog sta andando bene, ad esempio, si può lanciare una sponsorizzata su Facebook ADV.

Uso questo canale per creare un messaggio che punti ad aumentare il numero di click al sito. Anche con un budget minimo. In questo modo fidelizzo l’utente che intercetto.

Non solo aumento le visite da parte di utenti che non mi conoscono ma faccio in modo che sempre più persone vedano il mio brand e usino i miei contenuti per risolvere problemi concreti. Non solo per completare un acquisto, ecco. Non devi essere presente solo per vendere.

Da leggere: come aumentare le visite del blog

Come sfrutti i contenuti sui social?

Questo è solo un punto di vista – il mio, personale – per raggiungere l’obiettivo: ottenere il massimo dai miei contenuti. Come sfruttare gli articoli del blog sui social network? Questa è la mia ricetta, lascia il tuo punto di vista nei commenti dell’articolo che hai appena letto.

Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

facebook ads library
Paolino Virciglio

Facebook (META) Ads Library: cos’è e come usarla per l’advertising

La Meta Ads Library, nota anche come Libreria delle inserzioni di Meta, è uno strumento potente e trasparente per marketer e aziende che desiderano avere un impatto significativo sulle loro campagne pubblicitarie su Meta. Questo articolo ti guiderà attraverso le funzionalità principali della Meta Ads Library, mostrandoti come utilizzarla per analizzare, ispirare e ottimizzare le tue campagne.

piano editoriale instagram
Giuliana Curato

Piano editoriale Instagram: come farlo, idee e spunti

Come possiamo fare per emergere tra migliaia di contenuti e assicurarci che il nostro messaggio non solo raggiunga il pubblico desiderato ma che lo coinvolga, lo informi e lo intrattenga nel modo giusto? Ovviamente, creando un piano editoriale strutturato. Scopriamo insieme come!

email marketing automation
Marianna Caravatta

Email Marketing Automation: guida per iniziare

Immagina di poter raggiungere i tuoi clienti con il messaggio giusto al momento giusto, senza dover digitare ogni singola email. Benvenuto nel mondo dell’email marketing automation, dove la tecnologia trasforma la comunicazione in una potente macchina di connessione e conversione. Iniziamo insieme!

musica storie instagram
Giuliana Curato

Come mettere musica nelle Instagram Stories

Le Instagram stories sono uno strumento indispensabile per dare sfogo al nostro estro creativo in modo originale, poiché ci offrono la possibilità di giocare e combinare contenuti visivi e sonori e dare un tocco personale ai nostri contenuti attraverso l’utilizzo della musica. Scopriamo come fare!

google ads ecommerce
Giulia Venturi

Google Ads per e-commerce: strategie, consigli e idee

Hai un ecommerce e hai deciso di promuoverlo con Google Ads? Ottima idea! Ci sono diverse soluzioni interessanti che ti aiuteranno a vendere al meglio: è importante tenere presente che soprattutto per queste tipologie di campagne che sfrutteranno tutta la potenza dell’AI di Google, c’è un importante lavoro manuale da fare. Rimboccati le mani e partiamo!

Vuoi essere sempre sul pezzo?

Iscriviti a MakeMeThink, la newsletter di Studio Samo. ✉️ Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.