7 esempi di prodotti o servizi difficili da vendere online

prodotti-difficili-da-vendere-online
Indice dei contenuti

Molti ignorano questo punto, il web viene visto come la soluzione per qualsiasi problema. Tutto è possibile su internet ma è vero che esistono prodotti /servizi difficili da vendere online. E che faresti meglio a proporre in un negozio fisico o magari per corrispondenza.

Attivare un ecommerce può essere la soluzione per avere la possibilità di aprire un negozio sul telefonino di ogni potenziale acquirente.

Ma ci sono realtà che non riescono a vendere online a causa di una difficoltà di base. Ovviamente non parlo di impossibilità definitiva ma spesso ci vogliono grandi risorse per affrontare questi settori così specifici.

Studio Samo Pro Minidegree

Auto e gioielli di lusso

Questo è un settore complesso a prescindere, anche nella vendita nei luoghi fisici. Online diventa ancora più complicato riuscire a far passare il valore di una vettura di lusso o di un gioiello artigianale confezionato dai maestri orafi. Questo, ovviamente, non viene riscontrato dai grandi brand come potrebbe essere la Ferrari con i suoi modelli.

Ma è un nome storico, noto in Italia e nel mondo. Chi si affaccia oggi sul web, con un prodotto di lusso ma un nome sconosciuto, rischia di avere grandi difficoltà nella vendita al dettaglio. Difficile far passare il valore di questi prodotti con un semplice ecommerce.

Da leggere: aumentare traffico e vendite di un e-commerce

Macchine e prodotti industriali

Entriamo nel settore B2B pieno, quello che non può essere vittima dell’acquisto d’impulso. Certo, puoi gestire tranquillamente la vendita di cartoleria a un’azienda ma puoi dire lo stesso di una fornitura specifica?

Come, ad esempio, macchine industriali dal valore stratosferico e prodotti chimici per trattamenti particolari? Qui il funnel di vendita può prendere strade differenti, l’email marketing servirà fino a un certo punto. Poi serve la telefonata o la visita della figura addetta al reparto commerciale.

Cure mediche particolari

La medicina ha una grande fetta di business da gestire sul web ma c’è un passaggio da sottolineare: oggi è difficile lavorare in questo settore. Perché non è facile presentarsi sul web soprattutto con cure specifiche.

Non stiamo parlando dei servizi base come può essere la cura di una carie proposta da un dentista, ma passaggi più complicati per cui c’è bisogno di valutazioni più profonde. E con spese economiche impegnative.

Senza dimenticare le attenzioni che Google riserva a chi si occupa di medicina sul web, non basta scrivere testi di qualità: devi essere competente, affidabile, specifico. In pratica devi rispettare i principi del contenuti EAT. Per questo ti suggerisco di dare uno sguardo alle le linee guida del Search Quality Evaluator aggiornate su Studio Samo.

Medicinali ed ecommerce

Argomento correlato al precedente e altrettanto difficile se non di più. In questo caso non parliamo di cure mediche difficili da valutare online, senza il consulto di un medico, e particolarmente costose. Le medicine hanno delle restrizioni specifiche e non le puoi pubblicizzare su Google:

Alcuni contenuti correlati alla salute non possono essere pubblicizzati in nessun caso, mentre altri possono essere promossi, ma solo se l’inserzionista è certificato da Google e sceglie come target esclusivamente paesi approvati”.

Questo rende più difficile ogni passo. Se in più aggiungi la responsabilità da assumersi nella stesura dei testi di una scheda prodotto anche solo da para-farmacia o un’erba con proprietà benefiche puoi ben capire che questa è una delle categorie di prodotti più difficili da trattare online.

Cannabis light legale

Legale, certo. Almeno per ora. Questo è un mercato che può avere grandi risvolti in termini economici ma è vero un altro step: sei sicuro che rimarrà invariato? Basta un cambio di rotta dal punto di vista legale per mandare in fumo (nel vero senso della parola) grandi investimenti.

Prodotti finanziari online

Qui il problema riguarda soprattutto la concorrenza. I beni finanziari sul web rientrano nella categoria dei temi complessi da trattare online perché c’è una grande attenzione da parte di colossi del settore che hanno grandi interessi. E budget imponenti da investire ovunque.

Studio Samo Pro Minidegree

E tu che inizi oggi a lavorare sul web hai grandi ostacoli da affrontare. Forse devi pensare a una nicchia, un settore specifico. Ma non è facile.

Gambling e giochi online

Altri prodotti difficili da vendere sul web? proviamo a dare uno sguardo a ciò che rientra sotto la sfera del gioco d’azzardo online. Qui il rischio di camminare pericolosamente sul limite del lecito è alto e i competitor non sono solo agguerriti: di più. Stiamo parlando di un settore in cui si affrontano diversi casi di negative SEO e concorrenza sleale.

Da leggere: usa i social network per il tuo ecommerce

Altri settori e prodotti difficili?

La linea è questa: non esistono linee impossibili da affrontare online – esclusi gli articoli e le operazioni fuorilegge – ma è chiaro che prima di intraprendere un’attività su internet sia necessaria una buona analisi del mercato. Soprattutto per aumentare le vendite online con decisione.

Ma, in primo luogo, per capire se c’è margine di profitto per la tua realtà. Sei d’accordo? Conosci altri prodotti/servizi difficili da vendere online?

Studio Samo Pro Minidegree
Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

regolamentazione intelligenza artificiale
Caterina Quaiotti

AI Act e regolamentazione dell’Intelligenza Artificiale

L’impatto dell’utilizzo dell’IA è tangibile in diverse aree, promuovendo l’efficienza operativa, la competitività e l’innovazione e possiamo per questo parlare di benefici evidenti e concreti. 

La sua rapida diffusione solleva anche questioni etiche e giuridiche cruciali.

La necessità di una regolamentazione legale dell’Intelligenza Artificiale è emersa come una priorità fondamentale per garantire un utilizzo responsabile e sicuro di questa tecnologia avanzata. Facciamo un po’ di chiarezza in materia.

informazioni aste google ads
Beatrice Romano

Informazioni sulle aste e analisi competitors su Google Ads

Quando si lavora in Google Ads è importante monitorare ciò che fanno i competitor non solo per i prodotti o servizi che offrono agli utenti, ma anche per capire come si propongono, che linguaggio usano e a cosa danno più importanza. In questo articolo ti parlerò dell’analisi dei competitor a partire dalle parole chiave presenti all’interno delle campagne in rete di ricerca.

redirect 301
Mattia Cantoni

Redirect 301 per la SEO: una guida completa

I redirect 301 sono tanto semplici da impostare quanto pericolosi per l’ottimizzazione SEO se utilizzati in modo scorretto. In questa guida passo-passo
scoprirai come padroneggiare l’utilizzo di un redirect 301 e come prevenire alcuni dei più comuni errori.

tool instagram marketing
Giuliana Curato

Strumenti per Instagram Marketing

In questo articolo, vedremo insieme una varietà di strumenti per Instagram e perché usarli. Inoltre scopriremo come possono cambiare sia il modo in cui interagisci con il tuo pubblico che la gestione di stories, reels e post per aiutarti a non perdere il lume della ragione (e la pazienza). 

demand gen google ads
Manuel Lodi

Campagne Demand Gen di Google Ads: cosa sono e come funzionano

La prima volta che abbiamo sentito nominare le campagne Demand Gen è stato durante il Google Marketing Live di Maggio 2023, dove venivano presentate sotto il cappello delle campagne di nuova generazione, completamente autonome e in grado di evolvere e performare al meglio grazie al Machine Learning e all’Intelligenza Artificiale della piattaforma di Adv di Google. In questo post vediamo come affrontare questa importante novità.

Iscriviti gratis a

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.