SEO vs. PPC: quale scegliere per la tua azienda?

Per scegliere tra SEO e PPC bisogna conoscerne le caratteristiche e gli effetti, ma è sempre necessario selezionarne uno o l'altro? Ecco una mia analisi che risponde alla domanda.
SEO e PPC quale scegliere
Indice dei contenuti

Spesso quando si progetta una strategia di digital marketing per migliorare le vendite di un’azienda arriva il momento in cui qualcuno si pone il quesito: SEO o PPC?

In una situazione ideale, in cui non ci sono problemi di budget e/o altre caratteristiche che impongono una scelta, si potrebbe rispondere senza indugiare “entrambi”, ma quasi mai è tutto così semplice e lineare.

La pseudo sfida tra ottimizzazione della pagine web e advertising online si concretizza proprio nel momento in cui si rende necessario scegliere uno o l’altro metodo oppure quando bisogna capire quale delle due è necessario mettere in campo per primo.

Studio Samo Pro Minidegree

SEO e SEA – pro e contro

Iniziamo dai pro della Search Engine Optimization. Ottimizzare le pagine di un sito web per posizionarle nella SERP comporta costi dovuti all’intervento di un professionista, non obbligatori nel caso ci si occupi personalmente dell’attività, ma non necessita di una quota di denaro per comprare spazi digitali in primo piano.

Gli effetti che si ottengono con la SEO, inoltre, non hanno un termine dopo il quale svaniscono, i suoi risultati restano validi fino a quando non avviene un cambio di algoritmo del motore di ricerca o fino al momento in cui un competitor crea una pagina che risponde meglio della nostra alla domanda fatta dall’utente.

Il posizionamento ottenuto è valido in ogni momento e senza ulteriori spese, a meno che non si debba revisionare ulteriormente la pagina web per renderla ancora più performante.

Uno dei principali svantaggi della SEO è il fatto che non permette di raggiungere istantaneamente i primi posti della pagina dei risultati di Google, ma comporta un lavoro meticoloso che deve essere sviluppato nel medio/lungo termine.

La SEA, la pubblicità fatta sui motori di ricerca, ha come contro il fatto che vede un doppio binario dei costi: quelli dovuti all’intervento di un advertiser professionista e quelli per l’acquisto degli spazi pubblicitari sul motore di ricerca.

Il PPC, che include sia l’advertising sui motori di ricerca sia su altre piattaforme online, quindi prevede almeno un budget destinato alla pubblicità, nel caso in cui si provveda autonomamente a creare e gestire le campagne adv.

Un altro contro è che una volta terminata la campagna la pubblicità scompare e con essa gli effetti positivi.

L’evidente pro di questo sistema di promozione è la rapidità con cui si ottengono i vantaggi. Attraverso le campagne a pagamento è possibile apparire immediatamente in testa alla SERP o in posizioni strategiche su Google, social network, marketplace.

SEO o PPC? Quando e perché bisogna scegliere

La necessità di scegliere tra un metodo o l’altro per promuovere un’azienda online molto spesso è dovuta, come già accennato, a un budget limitato che, quindi, deve essere razionalizzato.

Per scegliere tra SEO e PPC non ci si può limitare a valutare le spese che derivano da l’una o l’altra metodologia, ma bisogna analizzare l’ottimizzazione delle pagine web oppure la pubblicità online in un ottica più ampia che prende in esame le caratteristiche del sito, gli obiettivi che si vogliono raggiungere, le risorse a disposizione.

Vediamo un paio di esempi contrapposti.

Per un e-commerce in fase di progettazione è praticamente indispensabile la SEO, perché prevedere una sua ottimizzazione solo in una fase successiva alla pubblicazione potrebbe tradursi in costi maggiori e benefici minori, che difficilmente potrebbero essere compensati da campagne PPC.

Studio Samo Pro Minidegree

In questo caso bisogna ragionare sul fatto che lo shop online dovrà generare vendite a lungo e, di conseguenza, il traffico organico diventa un elemento indispensabile.

Per un brand che deve emergere in una SERP molto competitiva, in cui molte altre aziende forniscono agli utenti informazioni di valore, o per lanciare uno nuovo prodotto il PPC è il metodo più veloce e sicuro per far aumentare il traffico verso il sito.

Un elemento che mette d’accordo SEO e PPC: keyword research

Le parole chiave sono elementi fondamentali sia  dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, sia delle campagne a pagamento su Google.

Capire con quali parole un utente cerca un prodotto o un servizio e le informazioni ad esso connesse permette di scrivere contenuti mirati che possono acquisire un buon posizionamento e sono anche il cuore del PPC.

È lo stesso Google a scrivere in una pagina dedicata a questo tema:

“Ma gli strumenti di Google Ads possono essere utilizzati per scopi SEO?

Google Ads include una suite di strumenti che puoi utilizzare per capire come ottimizzare il tuo sito. Ad esempio, lo Strumento per le parole chiave può aiutarti a creare un elenco di termini correlati alla tua attività che generano molte ricerche, che potresti poi integrare nel contenuto del tuo sito. Puoi anche utilizzare gli strumenti di monitoraggio di Google Ads per misurare se le modifiche al tuo sito e alla campagna pubblicitaria stanno portando a più visitatori o conversioni.”

Sinergia tra SEO e PPC

Al termine di questo articolo è arrivato il momento di togliere una volta per tutte quel “vs.” che fa pensare alla lotta tra SEO e PPC nelle strategia di digital marketing.

Come abbiamo visto, la scelta tra uno o l’altro metodo di promozione alle volte è indispensabile, ma la verità è che sono profondamente diversi e possono aiutare in modi diversi a migliorare un business.

Utilizzare sinergicamente ottimizzazione delle pagine web e campagne a pagamento per massimizzare le performance di un sito o di un e-commerce è sicuramente una best practice per la maggioranza delle aziende, ma ogni progetto e ogni strategia deve essere creata su misura, stabilendo quali strumenti possono portare ai risultati desiderati senza sprecare budget.

Chiedere la collaborazione di esperti di strategie digitali è il modo migliore per sfruttare le potenzialità della comunicazione online evitando confusione e delusioni.

Studio Samo Pro Minidegree
Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

heading tag seo
Angela Giampaglia

Heading Tag: cosa sono e come ottimizzarli per la SEO

Gli Heading Tag sono un elemento fondamentale per la struttura e l’ottimizzazione delle pagine web, in quanto rappresentano la chiave per rendere le pagine leggibili e fruibili. In questo articolo potrai imparare usarli per strutturare testi e articoli, migliorarne la leggibilità , ottenere visibilità su Google… e trasformati un un architetto SEO!

Quota impression Google ads
Beatrice Romano

Quota impression Google Ads

La quota impressioni Google Ads ti permette di capire se i tuoi annunci sono visibili sulla rete di ricerca. Non solo ti aiuta a monitorare i competitor, ma anche a capire come migliorare i tuoi annunci per aumentare la visibilità.

Oltre all’attività dei competitor, la visibilità dipende da budget e ranking dell’annuncio, fattori che puoi controllare per migliorare la tua posizione in serp.

dirette instagram
Giuliana Curato

Dirette Instagram: come fare le live su IG

Ti chiedi come sfruttare al meglio le dirette Instagram per connetterti con il tuo pubblico e ottimizzare la tua presenza online ma non sai da dove iniziare? Allora sei nel posto giusto.

regolamentazione intelligenza artificiale
Caterina Quaiotti

AI Act e regolamentazione dell’Intelligenza Artificiale

L’impatto dell’utilizzo dell’IA è tangibile in diverse aree, promuovendo l’efficienza operativa, la competitività e l’innovazione e possiamo per questo parlare di benefici evidenti e concreti. 

La sua rapida diffusione solleva anche questioni etiche e giuridiche cruciali.

La necessità di una regolamentazione legale dell’Intelligenza Artificiale è emersa come una priorità fondamentale per garantire un utilizzo responsabile e sicuro di questa tecnologia avanzata. Facciamo un po’ di chiarezza in materia.

informazioni aste google ads
Beatrice Romano

Informazioni sulle aste e analisi competitors su Google Ads

Quando si lavora in Google Ads è importante monitorare ciò che fanno i competitor non solo per i prodotti o servizi che offrono agli utenti, ma anche per capire come si propongono, che linguaggio usano e a cosa danno più importanza. In questo articolo ti parlerò dell’analisi dei competitor a partire dalle parole chiave presenti all’interno delle campagne in rete di ricerca.

Iscriviti gratis a

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.