Termini di ricerca in Google Ads: cosa sono e come sfruttare il report sulle parole chiave

Il report sui termini di ricerca è un eccellente alleato per capire cosa cerca e come cerca l’utente che è vicino alla conversione: più alta è la nostra capacità di comprendere l’intenzione dell’utente, meglio potremo impiegare corrispondenze e più specifica sarà la ricerca che riusciamo a intercettare, più l’utente che intercettiamo sarà (probabilmente) vicino alla conversione. Scopriamo come funziona e come sfruttarlo.
Termini di ricerca Google Ads
Indice dei contenuti

Hai mai sentito parlare del report dei termini di Google Ads?

Nell’attuale ecosistema delle campagne che si possono creare su Google Ads rimangono di maggiore rilievo, per ora e forse ancora per poco, le campagne Search della rete di ricerca di Google.

Per riuscire a creare campagne di ricerca efficaci bisogna scandagliare i meandri dell’intento di ricerca delle singole parole chiave per capire cosa cerca e come cerca l’utente che è vicino alla conversione: più alta è la nostra capacità di comprendere l’intenzione dell’utente, meglio potremo impiegare corrispondenze e più specifica sarà la ricerca che riusciamo a intercettare, più l’utente che intercettiamo sarà (probabilmente) vicino alla conversione.

Studio Samo Pro Minidegree

In nostro aiuto arriva il Report sui Termini di Ricerca. Vediamo cos’è!

Termini di ricerca e parole chiave: cosa sono e quali sono le differenze

Il report sui termini di ricerca è un elenco di termini generati dalla ricerca degli utenti che hanno portato alla pubblicazione dell’annuncio. Fornisce informazioni sul rendimento degli annunci attivati sulla rete di ricerca ed offre spunti per nuove creatività, contenuti e pagine di atterraggio per aiutare gli inserzionisti a creare un percorso coerente e in linea con le esigenze dell’utente.

Esempio di report dei termini di ricerca di Google Ads

Molto spesso si confondono le espressioni “termini di ricerca” e “parole chiave” anche se in realtà, la differenza è netta e sostanziale. Le parole chiave sono quelle utilizzate – acquistate – dagli inserzionisti e dagli advertiser, aggiunte ad un gruppo di annunci, che in base alla corrispondenza delle parole chiave determinano l’entrata in asta e la pubblicazione di un determinato annuncio.

Al contrario, il termine di ricerca è una parola o un gruppo di parole che l’utente digita quando effettua una ricerca, che può essere differente dalla parola chiave inserita nell’annuncio, ma che in base alla corrispondenza attiva l’annuncio stesso.

Dove trovare il report termini di ricerca

Per poter visualizzare il report dei termini di ricerca esistono due modi.

Il primo ti consente di visualizzare tutti i termini generati da tutte le campagne Search della rete di ricerca attive nel tuo account.

Come visualizzare il report dei termini di ricerca

Si può accedere anche al report selezionando per singola parola chiave di una specifica campagna, per valutarne l’effettiva efficacia singolarmente.

Modalità di visualizzazione del report dei termini di ricerca

Come sfruttare il report dei termini di ricerca

Il report dei termini di ricerca è uno strumento fondamentale da sfruttare per l’ottimizzazione delle campagne pubblicitarie.

Analizzando il report è possibile comprendere se i termini generati sono in target e pertinenti a servizi e prodotti che offriamo ed eventualmente escluderli (ma anche aggiungere la query per il gruppo di annunci).

Le potenzialità di questo strumento sono sfruttate dagli Advertiser anche per scandagliare e prendere in considerazione parole chiave che non erano state vagliate. Ad esempio, lavorando in settori particolarmente ostici, offre spunti su set di query da includere negli annunci.

Altro esempio di utilizzo del report è la possibilità di riflettere sulla modifica della tipologia di corrispondenza delle parole chiave. Per comprendere come viene determinato il tipo di corrispondenza possiamo basarci su questo esempio.

Tipi di corrispondenza delle parole chiave per gruppo di annuncio

Questi gruppi di annunci strutturati con le parole chiave corrispondenti generano questi termini di ricerca.

Studio Samo Pro Minidegree
Termini di ricerca generati dagli annunci

L’analisi del report, con le metriche delle performance ci aiuterà a capire in che modo il tipo di corrispondenza incide sul rendimento degli annunci e di conseguenza ottimizzarli per l’utente finale.

Da un lato, quindi, ci permette di evidenziare la resa reale della nostra offerta sulle parole chiave che abbiamo acquistato, in relazione alla query che l’utente ha effettivamente digitato; dall’altro, ci permette di identificare quelle ricerche non proficue e che tuttavia riescono a visualizzare i nostri annunci per via di corrispondenze troppo aperte.

Questo ci permette anche di escludere ricerche troppo lontane dalla nostra attività: se ad esempio il nostro annuncio si attiva per la parola “gratis” potremmo escluderla e risparmiare il costo per quel clic inutile.

Conclusioni e spunti

Il report sui termini di ricerca è uno strumento da sfruttare al meglio per ottimizzare le campagne Google Ads, per capire come gli utenti cercano prodotti e servizi ma anche per allocare al meglio il nostro budget.

Analizzare i risultati giornalmente permette di massimizzare le performance e generare conversioni sempre più in target con la nostra attività e portare quante più conversioni che generano profitto.

Parti sempre da una Keyword Research approfondita, ma non fermarti mai ai primi risultati. Google Ads è evoluzione, sperimentazione e miglioramenti continui.

Studio Samo Pro Minidegree
Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

regolamentazione intelligenza artificiale
Caterina Quaiotti

AI Act e regolamentazione dell’Intelligenza Artificiale

L’impatto dell’utilizzo dell’IA è tangibile in diverse aree, promuovendo l’efficienza operativa, la competitività e l’innovazione e possiamo per questo parlare di benefici evidenti e concreti. 

La sua rapida diffusione solleva anche questioni etiche e giuridiche cruciali.

La necessità di una regolamentazione legale dell’Intelligenza Artificiale è emersa come una priorità fondamentale per garantire un utilizzo responsabile e sicuro di questa tecnologia avanzata. Facciamo un po’ di chiarezza in materia.

informazioni aste google ads
Beatrice Romano

Informazioni sulle aste e analisi competitors su Google Ads

Quando si lavora in Google Ads è importante monitorare ciò che fanno i competitor non solo per i prodotti o servizi che offrono agli utenti, ma anche per capire come si propongono, che linguaggio usano e a cosa danno più importanza. In questo articolo ti parlerò dell’analisi dei competitor a partire dalle parole chiave presenti all’interno delle campagne in rete di ricerca.

redirect 301
Mattia Cantoni

Redirect 301 per la SEO: una guida completa

I redirect 301 sono tanto semplici da impostare quanto pericolosi per l’ottimizzazione SEO se utilizzati in modo scorretto. In questa guida passo-passo
scoprirai come padroneggiare l’utilizzo di un redirect 301 e come prevenire alcuni dei più comuni errori.

tool instagram marketing
Giuliana Curato

Strumenti per Instagram Marketing

In questo articolo, vedremo insieme una varietà di strumenti per Instagram e perché usarli. Inoltre scopriremo come possono cambiare sia il modo in cui interagisci con il tuo pubblico che la gestione di stories, reels e post per aiutarti a non perdere il lume della ragione (e la pazienza). 

demand gen google ads
Manuel Lodi

Campagne Demand Gen di Google Ads: cosa sono e come funzionano

La prima volta che abbiamo sentito nominare le campagne Demand Gen è stato durante il Google Marketing Live di Maggio 2023, dove venivano presentate sotto il cappello delle campagne di nuova generazione, completamente autonome e in grado di evolvere e performare al meglio grazie al Machine Learning e all’Intelligenza Artificiale della piattaforma di Adv di Google. In questo post vediamo come affrontare questa importante novità.

Iscriviti gratis a

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.