Molti ragazzi che seguono il corso di web marketing di Studio Samo hanno un’esigenza: trovare impiego. D’altro canto non è una caratteristica che riguarda solo i nostri studenti, ma chi segue un percorso di studio e alimenta una passione vuole esserci. Ed è per questo che vuole lavorare in una web agency.

È l’unico scopo che ti porta sfogliare annunci di lavoro? Forse sì ma non dovrebbe essere così: il lavoro in una web agency non è solo un modo per far fruttare le tue abilità, ma è soprattutto la strada per acquisire nuove competenze. Imparare facendo, è questo ciò che ti hanno detto da sempre.

Trovare lavoro nel web marketing non è un’impresa facile, soprattutto se vuoi iniziare come freelance. In questo caso la strada è tutta in salita, e non è neanche la soluzione migliore dal punto di vista dell’esperienza che puoi elargire nei tuoi servizi. Infatti, per acquisire una base stabile devi prendere la conoscenza da chi ne sa più di te. Per questo lavorare in una web agency può diventare una grande occasione. Quali sono i consigli per superare le domande del colloquio di lavoro e per trovare un buon impiego? Ecco la mia esperienza personale.

Trova la web agency adatta alle tue competenze

La ricerca del lavoro in Italia è, come puoi ben immaginare, una caccia al tesoro. Non è facile trovare una buona occasione professionale. Come sempre ci sono delle difficoltà difficili da affrontare ma puoi procedere con metodo, in primo luogo non rimanendo in forma passiva come un animale in cerca della preda. Rimanere accovacciati nel bosco non è la soluzione giusta, per trovare lavoro sul web conviene sempre muoversi in due direzioni: da un lato resti in ascolto e dall’altro fai in modo che siano le persone che ammiri a interessarsi a te.

Cercare nei vari siti offerte di lavoro, seguire le discussioni nei forum, segnarsi su Google Alert le keyword principali (offerte lavoro SEO, ad esempio) per ricevere aggiornamenti su ciò che viene pubblicato: tutto questo funziona. Ma ancora di più funziona la tua capacità di sviluppare un profilo. Non ci sono regole, puoi trovare lavoro su Facebook o puoi sfruttare il blog per incanalare in un funnel potenziali contatti.

Io preferisco quest’ultima soluzione ma un punto deve essere chiaro: devi attirare i potenziali datori di lavoro con contenuti, interazioni e buone relazioni. Non basta ascoltare ciò che la rete passa sui vari forum e siti di annunci sul web. Questo dovrebbe essere un punto di partenza.

Da leggere: le migliori offerte di lavoro in web marketing

Non andare oltre le tue possibilità

Cercano un SEO senior e tu non hai le competenze richieste? Punta sull’onestà, inutile millantare competenze che non ti appartengono e vantare lavori che non hai svolto. Alla prima verifica rischi di svilire la fiducia che è stata riposta in te. Combinando qualche guaio. Quindi la base di partenza resta sempre la tua capacità di non esporti oltre ciò che puoi. Il resto è solo una conseguenza.

Studia il contesto e la materia del colloquio

Quando vai a fare un colloquio di lavoro per una web agency, molto probabilmente, hai già una base di partenza relativa alla materia da affrontare. Ad esempio, l’annuncio di lavoro suggerisce la necessità di un SEO junior con competenze nella buona scrittura, nel codice HTML e nella conoscenza delle principali regole.

Tu cosa fai e come ti comporti in questi casi? Studi il contesto, ti fai trovare pronto. Ipotizzi le possibili domande e cerchi di intuire la miglior risposta possibile. Navigando alla cieca? Senza bussola? No, ti lascio un consiglio.

Conosci le persone con le quali vuoi creare un rapporto di lavoro duraturo nel tempo. La web agency ha un blog? Un profilo social? Come si orienta la comunicazione? Cosa mettono in evidenza? Qual è lo stile dei lavori svolti? In questi casi c’è tanto da scoprire e da raffinare: ci sono risposte giuste e sbagliate, interpretazioni e influenze che possono dare dei punti in più nella valutazione per lavorare in una web agency.

Prepara un portfolio degno di questo nome

Vero, il curriculum non è più di moda. Soprattutto se vuoi far colpo con il modello europeo, una sfilza di dati che mettono a dura prova la concentrazione di chi deve valutare le tue capacità. Perché non sostituisci questo strazio con un portfolio ben organizzato? Non devi essere per forza prolisso o elencare decine di lavori di successo: soprattutto se sei all’inizio puoi avere difficoltà a creare una galleria di case study interessanti. Mostra ciò che hai fatto per altre aziende, quali risultati hai ottenuto. Anche se non sono eccelsi.

Dimostra quello che sai fare (e impara)

Lavorare in una web agency vuol dire mettersi in gioco, impegnarsi in prima persona e abbandonare l’idea di dover solo eseguire un compito. Punta verso l’esecuzione ragionando su una direzione diversa: ragionare per mettere in gioco le tue competenze. Devi dimostrare quello che sai fare, devi essere in grado di fare la differenza in un team. Ma non solo. L’approccio giusto – dal mio punto di vista e dopo aver passato diversi anni in questo settore – riguarda la tua capacità di imparare da chi ne sa più di te.

Essere l’ultimo arrivato in un team non è facile, lo so per esperienza. Soprattutto se hai iniziato da poco a muoverti in questo settore. Senti di non poter dare molto in un team già affiatato, e che ci sono persone molto più in gamba di te che lavorano in agenzia. Ma non è questo il punto: fare squadra è il primo step da rispettare. Il secondo è impegnarsi oltre il compito affidato, rimanendo in sintonia con il team.

Il terzo punto: devi essere una spugna, devi assimilare tutto ciò che di nuovo passa davanti a te. Il tuo percorso per diventare un esperto di web marketing, e magari in futuro un consulente freelance, passa dalla tua capacità di trasformare un’esperienza di lavoro in un successo. E poi in una fonte di conoscenza.

Da leggere: come trovare lavoro con il blog

Vuoi lavorare in una web agency?

Mi sembra un buon punto di partenza per la tua attività. E per la tua crescita personale che si muove verso strade differenti, ma che si esprime sempre attraverso la formazione. Per diventare consulenti di web marketing non basta seguire corsi di qualità, leggere libri e partecipare alle giornate di formazione.

Sono passi essenziali. Ma devi sporcarti le mani e non c’è terreno migliore di quello offerto da una web agency con persone in gamba. Per me questo è importante, non trovi? Tu come hai trovato lavoro nel web?

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.