Il corso DA ZERO A SEO è ormai vicino! Quest’oggi abbiamo l’onore di ospitare sul nostro blog uno dei più noti e stimati SEO internazionali, che naturalmente sarà anche relatore al corso.

Sto parlando di Gianluca Fiorelli. Ecco la sua intervista:

1. Presentati ai nostri lettori

Ciao! Mi chiamo Gianluca e faccio SEO da ormai più di 10 anni.

Ma non di sola SEO è stata la mia vita professionale. Infatti, prima di reinventarmi come consulente di Search Marketing, lavoravo nel mondo televisivo italiano, tanto da essere direttore programmi di canali tematici come quelli dell’opzione Cinema di Tele+.

Oltre alla mia attività come consulente per aziende come Idealista, Bwin, Wordreference.com, Chess.com, Emagister ed altre ancora, in questi anni ho avuto l’onore di diventare anche Associato Globale di Moz e blogger ufficiale per Stateofdigital.com

2. Un suggerimento per chi parte da zero e vuole fare SEO

Possono sembrare consigli ovvi, ma eccoli qua:

  • Studiare le linee guida di Google;
  • Dedicare sempre del tempo a rinfrescare il proprio conoscimento visitando https://developers.google.com/web/;
  • Creare uno o due siti per realizzare esperimenti da poter, poi, eventualmente applicare nei siti dei clienti;
  • Non credere a nessuno che non sappia provare quello che scrive o afferma in pubblico (è il metodo migliore per evitare di farsi contagiare dalla “fuffa”);
  • Rimanere sempre curioso.

3. La prima cosa che fai quando un cliente ti affida un sito da posizionare (a parte mandargli la fattura)

Auditare il suo sito a livello SEO tecnico.
Un sito, infatti, può avere i contenuti più spettacolari dell’universo, ma se i motori non possono crawlearlo, allora tutto quel contenuto è inutile per l’Organic Search.

Solo dopo, sulla base delle indicazioni di negozio del cliente, dell’analisi della sua utenza e della sua concorrenza, realizzo un’analisi dei contenuti e del SEO On Page.

4. Domanda scomoda: contano più il codice, i contenuti o i link? (non vale dire tutto)

In realtà la risposta corretta davvero è “tutto”.

Il codice è essenziale (vedi la mia risposta precedente), ma una volta ottimizzato, se il sito non è capace di comunicare il suo valore con dei contenuti di valore, che sanno rispondere alle necessità del suo target, allora avrà poco successo.
Infine, i link a tutt’oggi sono ancora il fattore di posizionamento più importante nella SEO.

Perciò… sì: tutto conta.

5. I tuoi strumenti SEO preferiti?

  • Screaming Frog
  • DeepCrawl
  • OnPage.org
  • Keyword Explorer di Moz
  • Majestic
  • SEMrush
  • CognitiveSEO
  • SEOmonitor

Uso anche altri tool, ma questi qui sopra sono quelli che uso giornalmente o molto frequentemente.

6. Di cosa ci parlerai a DA ZERO A SEO?

Parlerò di come la SEO non si limita all’ottimizzare un sito web per i famosi 200 fattori di ranking, ma come anche il nostro lavoro deve tenere in conto la cosiddetta fase di Parsing e Indexing, e così aiutare Google a capire nel modo più completo quali sono i contenuti del nostro sito web.

E parlando di questo toccherò temi come Hummingbird e RankBrain, su cui si stanno dicendo un sacco di cavolate in questi ultimi mesi.

Recent Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.