Hai un negozio, una piccola attività, e vuoi ottenere dei vantaggi concreti con Facebook. Vuoi usare i social per migliorare il fatturato, come ti hanno detto i consulenti. Hai capito l’importanza di internet, hai seguito i primi corsi di web marketing e hai contestualizzato: non ti serve un e-commerce, non hai bisogno di un blog.

Ma vuoi fare inbound marketing e raggiungere le persone nel momento in cui hanno bisogno di te, dei tuoi prodotti e dei tuoi servizi. Dove si trova il tuo target? Qual è la soluzione migliore per intercettarlo? Basta una pagina Facebook per ora, non hai bisogno di altri canali per comunicare e aumentare le vendite.

Sembra facile, vero? In realtà questo lavoro è particolarmente difficile per chi muove i primi passi nell’universo social media marketing. Molte piccole imprese pensano di poter iniziare quest’avventura senza formazione, senza indicazioni. “Tanto è Facebook, che ci vuole? Lo fa mio nipote”. Questa è la riflessione che si trova alla base dei piccoli e grandi danni. Allora, vuoi migliorare sul serio la visibilità del tuo negozio?

Meglio pagina o profilo Facebook?

Questa è la prima domanda che, di solito, un piccolo imprenditore deve affrontare per portare il proprio negozio su Facebook. La risposta è semplice, immediata, cristallina: il profilo è per le persone, le aziende devono usare le pagine. Ovvero le Facebook Fan page. Non ci sono alternative o eccezioni: se vuoi sfruttare questo social per dare visibilità alla tua attività commerciale devi puntare in questa direzione.

Molte fonti spingono verso il profilo. Perché ha più visibilità, è meno impegnativo e hai tutti gli amici a cui proporre (o meglio, spammare) i tuoi contenuti. In realtà ci sono delle regole ben precise: Facebook non accetta questo compromesso, offre alle aziende la Fan Page che ha tutti gli strumenti per la promozione. Il rischio per chi non rispetta questa regola? La chiusura dell’account, senza dimenticare che non è il massimo della professionalità. Quindi, se vuoi portare il tuo negozio su Facebook devi puntare sulle pagine.

Apri la giusta pagina Facebook

Questo è il secondo passaggio: vai nella sezione dedicata all’apertura delle pagine Facebook (facebook.com/pages/create) e inizia il tuo percorso. Ma come? In che modo? Devi scegliere la versione adatta a te, alla tua attività. Come puoi ben vedere dall’immagine, c’è una sezione dedicata alle aziende locali, alle attività che si riconoscono in un luogo ben preciso. Alle PMI, ecco. Questa è la scelta per te: clicca e inserisci con esattezza i dati: tipo di azienda, indirizzo, nome e contatti.

facebook local

Scegli la tua pagina Facebook.

Il punto di partenza è indispensabile per ottenere buoni risultati con la propria pagina Facebook. Se sei un brand hai la tua opzione, se lavori con una grande azienda hai un’altra strada da seguire. Se gestisci un negozio, e hai bisogno della visibilità, la chiave è a tua disposizione: sceglila, lascia tutti i dati utili per i tuoi potenziali clienti. E continua il tuo percorso verso l’ottimizzazione della tua presenza online.

Da leggere: Social Media Marketing per PMI, da dove iniziare?

Attiva il messaggio di benvenuto

Una delle combinazioni più interessanti per promuovere la tua pagina local è l’attivazione di Welcome Note, una sorta di messaggio di benvenuto che le persone possono visualizzare nel momento in cui arrivano sulla tua realtà Facebook. Ma che viene anche visualizzato nell’area dedicata ai suggerimenti sui luoghi. Di default questa sezione prende il testo della descrizione breve, ma tu puoi personalizzarlo.

E puoi aggiungere nuovi contenuti. Come attivare questa funzione? Vai nella sezione Impostazioni, poi su Suggerimenti dei luoghi che si trova sulla sinistra. A questo punto puoi aggiungere un messaggio di benvenuto (o lasciare la descrizione breve) e caricare un’immagine: come sempre il visual è decisivo.

Recensioni: punta sulla riprova sociale

Sai cosa funziona? La riprova sociale, quel meccanismo che consente alle persone di ricevere un segnale, un’informazione per confermare la propria scelta. O per smentirla. Ecco perché devi sempre attivare le recensioni e curare questo passaggio: chi arriva sulla tua pagina Facebook deve poter valutare il tuo operato.

Va bene mettere foto del pubblico soddisfatto e dei clienti che vanno a casa sorridenti, ma hai bisogno delle opinioni. Delle opinioni reali, quelle che le persone inseriscono sulla pagina votando da 1 a 5. Le persone s fidano delle persone, e Facebook è sempre stato in grado di creare buone connessioni tra individui.

Invita il pubblico a creare contenuti per te

Le recensioni fanno parte dei famosi User Generated Content, e sono fondamentali per il successo del tuo negozio su Facebook. Ma non basta, devi andare oltre e incentivare il pubblico a creare post per conto tuo.

Ad esempio puoi incentivare il check-in un buon modo per far mostrare agli amici la propria posizione: lo puoi fare suggerendo con un adesivo o un cartello. Ma se la tua attività non prevede una sosta utile per sfruttare il check-in? Invita i clienti a postare immagini o video mentre usano il tuo prodotto, taggando la tua pagina. Oppure metti un’installazione per i selfie.

Non dimenticare la pubblicità

L’advertising. Facebook non è gratuito, o meglio: puoi aprire tutte le pagine che vuoi a costo zero, però se vuoi la giusta visibilità devi pagare. Devi acquistare degli spazi pubblicitari. E lo devi fare nel miglior modo possibile per evitare di spendere soldi inutilmente. Però un punto è chiaro: attraverso le inserzioni su Facebook raggiungi grandi risultati perché puoi targettizzare con precisione, e puntare solo i contatti interessati. Sai cosa significa questo? Inbound marketing, trovare le persone quando ti cercano.

A volte l’advertising su Facebook può essere decisivo per spingere un’offerta, un prodotto o un servizio in un periodo dell’anno. Puoi fare delle promozioni specifiche e, come puoi vedere dall’immagine in basso, puoi creare delle soluzioni per ottenere notorietà nei dintorni. Quindi per farti conoscere in un’area geografica, proprio come permette di fare Facebook Business Manager.

advertising facebook

Scegli luogo e target.

Il meccanismo è semplice: scegli la tua pagina Facebook, individua il luogo preciso e poi definisci il target. In questo modo puoi puntare sull’aspetto più interessante: la precisione dell’inserzione. Che sarà più efficace ed economica. Ecco perché è così importante scegliere la pagina Facebook e non il profilo, e dare dei riferimenti chiari nei dati. Soprattutto nell’indirizzo, punto di partenza per un’azienda local su Facebook.

Da leggere: comprendere l’Audience Network in Facebook Ads

Hai già portato il tuo negozio su Facebook?

Questo è un passaggio fondamentale: aprire un negozio digitale su Facebook che riprenda i punti essenziali di quello fisico. Su questo social network puoi trovare una rappresentazione fedele del tuo potenziale pubblico, devi essere disposto a mettere da parte le semplificazioni (che ci vuole a usare Facebook) per proporre la tua attività nel miglior modo possibile. Ottimizzando i passaggi che ho appena elencato. Tu hai già messo in pratica questi punti? Hai qualche domanda? Lascia tutto nei commenti, affrontiamo l’argomento insieme.

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Comments
  • Linda
    Rispondi

    Ciao Riccardo, volevo chiedere riguardo le azioni offline per una attività locale.
    Non avendo delle fidelity card digitali, non riesco ad avere un elenco nome acquisto, al massimo posso avere una esportazione relativa agli scontrini di un determinato arco di tempo.
    Questo tipo di informazioni possono essere caricate sulle azioni offline? Come fa Facebook a capire il nesso con le ADS?

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.