Facebook è il social network per eccellenza. Ed è una delle realtà più efficaci quando vuoi affrontare e monetizzare la tua presenza online: Facebook offre tutti gli strumenti utili per ottenere massimi risultati attraverso le sponsorizzazioni. Chi ha seguito il corso di Facebook Ads di Samo Academy lo sa bene: fare pubblicità su questo social è un’arte.

Ma la tua presenza su Facebook non è legata solo al discorso pubblicitario o all’attività di social media marketing. Anche un blogger può usare in mille modi differenti le potenzialità di questa piattaforma. Fermati un attimo e pensaci: in fin dei conti cosa è Facebook? Un luogo virtuale con due grandi caratteristiche:

  • Raccoglie informazioni.
  • Crea relazioni.

Ecco, tutto questo può diventare terreno fertile per il blogger che è sempre alla ricerca di dati, opinioni, idee per creare articoli. Ma anche fonti preziose, spunti, riflessioni da sfruttare nei propri articoli. Ti dirò, condividere contenuti su Facebook per aumentare i click verso il blog è utile. Anzi, indispensabile.

Però io credo che un blogger debba usare questo social anche in modo alternativo. Altrimenti rischia di sfruttarlo solo in minima parte. Vuoi sapere come puoi usare Facebook nella tua strategia di blogging? Niente paura, ecco 4 spunti che puoi valutare e sfruttare nella tua routine quotidiana.

Come usare Facebook per scoprire i gusti dei lettori

In uno degli ultimi articoli per Studio Samo ho indicato l’importanza dei gruppi per scoprire gli interessi, le domande, i problemi, le questioni irrisolte dei potenziali lettori. Inoltre puoi far conoscere il tuo nome con una buona attività di comment marketing: non lasciare interventi solo per spingere i tuoi link, ma per far conoscere le tue competenze e creare connessioni virtuose.

Detto in altre parole, i gruppi sono utili per monitorare la nicchia e per fare personal branding. Puoi fare tutto questo anche con un profilo personale, puoi usare le discussioni interne del tuo profilo per scoprire i gusti dei lettori. E modellare la scrittura intorno a dei segnali ben precisi. Due attenzioni sono necessarie però:

  • Definisci bene il target.
  • Non generalizzare.

Con i gruppi Facebook puoi decidere quale argomento seguire, con il profilo hai una base più o meno eterogenea di seguaci. Puoi creare delle discussioni legate al tuo universo professionale e ottenere delle informazioni aggiuntive. Però sono dei dati parziali, che riguardano un gruppo limitato (quello dei tuoi amici).

Fidelizza gli amici

Un tempo, per seguire un blog dovevi iscriverti al feed rss o alla newsletter. In questo modo potevi ricevere gli aggiornamenti che l’autore pubblicava sul proprio diario personale. Oggi tutto questo è ancora valido, ma ci sono altri strumenti utili per fidelizzare il lettore e permettere alle persone di seguire i post: sto parlando dei social network. In particolar modo di Facebook.

Molti contatti preferiscono seguire tutti i link che condividi. Soprattutto se trasformi il tuo profilo Facebook in una sintesi della tua attività professionale, con delle piccole incursioni nella vita personale. La mia idea è questa: se mi segui sul profilo Facebook puoi avere una panoramica generale della mia attività di blogger. Per creare un seguito mi muovo in questo modo:

  • Tanti contenuti, quasi zero proposte commerciali. Sul profilo Facebook condivido raramente post commerciali in senso stretto. Lascio, invece, molti link dei post pubblicati per i miei clienti: è una sorta di portfolio, un modo per mostrare il mio lavoro. Ma anche un’informazione utile che faccio per chi mi segue. In realtà scrivo per tanti progetti, e condivido solo quelli che incrociano le esigenze del target.
  • Dono sempre qualcosa. Quando qualcuno mi chiede un’informazione cerco sempre di rispondere. Un consiglio, un’idea, un’indicazione: per fidelizzare il lettore devi donare. Lo puoi fare anche in modo fruttuoso. Io, ad esempio, ho creato un gruppo dedicato alle domande: 30 minuti al giorno lo dedico agli iscritti, chi mi vuole fare una domanda ora ha uno spazio dedicato.
  • Mi faccio trovare. E lo faccio proponendo sul blog il bottone Follow, un comando che permette a chi legge il tuo blog di seguire gli aggiornamenti del profilo Facebook. Senza essere per forza amici. Questo è un buon modo per fidelizzare, per spingere le persone a seguire i tuoi aggiornamenti.

Per migliorare questo aspetto puoi anche invitare i tuoi contatti a inserire il profilo tra le liste di chi deve essere mostrato per primo nello stream. In questo modo le persone possono vedere i tuoi aggiornamenti prima di altri.

Come usare Facebook come un vero blogger

Nell’immagine puoi vedere il menu a tendina con il comando “Mostra per primi”. Funziona bene quando definisci con cura i post, e quando non esageri con le pubblicazioni giornaliere sul profilo. Insomma, se pubblichi pochi post di qualità questa funzione è perfetta per chi ti segue.

Lima i contenuti

Con la funzione “mostra per primo” puoi limare anche i tuoi contenuti. E fare in modo che nella tua bacheca siano visibili con maggior evidenza i contenuti delle persone che pubblicano notizie utili. Soprattutto per il tuo lavoro di blogging. Se a questo lavoro ci affianchi una buona attività di “non seguire più” per eliminare il rumore di fondo… il gioco è fatto. Facebook diventa una fonte di informazione spettacolare.

Vuoi monitorare un gruppo di utenti utili per determinati scopi? Magari per fare comment marketing o per estrapolare delle informazioni utili? Ricorda che hai ancora a disposizione le liste degli amici che ti permettono di riunire in un unico stream gli aggiornamenti delle persone selezionate.

Salva i link interessanti

Una semplice funzione di Facebook che può trasformare questo social in un bookmark. Hai scelto con cura le persone da seguire? Perfetto, la tua bacheca può diventare un luogo ricco di informazioni e link utili. Link che puoi usare anche per arricchire le fonti del tuo blog, che puoi usare come spunto.

Come usare Facebook come un vero blogger

Il passaggio da Facebook a Evernote è complesso, vero? Salva il link nel bookmark privato. Basta andare nel menu a tendina in alto a destra del post che ti interessa e cliccare su Salva Link. A fine giornata vai in questa sezione e smisti tutti i link verso le risorse utili.

E tu come usi Facebook?

Queste sono le soluzioni che metto in campo ogni giorno per migliorare il mio profilo Facebook, e per fare in modo che diventi parte integrante della mia blogging strategy. Come suggerisco anche durante i corsi di web marketing per Studio Samo, non basta questo per ottenere buone informazioni sul proprio target.

Vuoi approfondire l’argomento? Vuoi conoscere altre soluzioni per intercettare i bisogni del tuo pubblico, o per sfruttare al massimo Facebook? Forse posso rispondere: lascia al tua domanda nei commenti, approfondiamo insieme questo tema.

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.