In Social Media Marketing

C’è un tool che dovresti prendere in considerazione prima di valutare qualsiasi attività professionale sui social. Sto parlando di Facebook Workplace, uno strumento che può semplificare la tua vita nell’universo del social media marketing. Perché dico questo?

Siamo sempre alla ricerca di tool per social media manager da dedicare all’ideazione e alla pubblicazione di buoni contenuti. Senza dimenticare gli strumenti per monitorare la concorrenza e per scoprire nuovi topic da affrontare. Cosa vuoi tenere sotto controllo? Clienti, hashtag, competitor, parole chiave: c’è sempre una soluzione.

Anche per organizzare un team di lavoro? Il web pullula di utility per mettere ordine nel tuo team e per unire flussi di lavoro. Chiaro, sempre nel rispetto degli obiettivi.

Oggi voglio presentare una soluzione che può fare la differenza. Sto parlando del già citato Facebook Workplace. Perché è così importante? Ma, soprattutto, di cosa sto parlando? Iniziamo dalla base. Ecco definizioni e informazioni utili al tuo lavoro online.

Cos’è e come funziona Facebook Workplace

Hai presente Asana, Trello e i tool per organizzare il lavoro? Facebook Workplace è la risposta di Zuckerberg a queste realtà. Che funzionano alla grande ma se le tue attività digitali si concentrano su questo social network forse non sono abbastanza.

Ecco perché Menlo Park ha deciso – dopo diverse fasi di test – di rilasciare nel 2017 la versione pubblica di Facebook Workplace. Si tratta di una versione corporate, una sorta di profilo aziendale per chi vuole riunire in un unico luogo i colleghi e i componenti del team. Corroborando l’attività quotidiana con report e integrazione dei flussi operativi.

In primo luogo devi sapere che la differenza tra account personale e aziendale è netta, sono due realtà distinte. Qualche esempio concreto rispetto al come funziona tutto ciò?

Quando entri in Facebook Workplace puoi sfruttare Messenger come uno strumento di comunicazione aziendale, puoi partecipare a gruppi o eventi con vari gradi di privacy. Anche tra società diverse, così puoi lavorare sui progetti condivisi.

Da leggere: come sfruttare le personas nelle Facebook Ads

Come creare un profilo sul tuo Workplace

Vuoi provare Facebook Workplace? Nulla di più facile, per creare un profilo business devi accedere con la tua email corporate. Vale a dire con un dominio registrato, non con la classica posta elettronica personale Gmail o Libero (ehi, qui si fa sul serio).

facebook workplace

Una schermata di questa piattaforma di lavoro online.

Quest’operazione ti consente di soddisfare un primo punto: riunire i colleghi di lavoro in un unico ambiente. Già, perché la registrazione con il dominio aziendale ti dà la possibilità di individuare le persone che hanno già fatto l’accesso con quell’indirizzo.

Ovviamente questo passaggio è molto importante per creare un ambiente lavorativo comune, però puoi saltare tutto questo e ritornare in un secondo momento. C’è sempre tempo per organizzare il tuo mondo professionale su Facebook.

Gestisci il tuo pannello di amministrazione

Uno dei passaggi per organizzare la tua attività su Facebook Workplace: definire le tue preferenze sul pannello di amministrazione. Basta cliccare sul link in alto a destra per accedere al luogo che ti dà la possibilità di svolgere una serie di attività:

  • Nominare e ritirare permessi ai singoli utenti.
  • Modificare informazioni dell’azienda.
  • Gestire eventuali violazioni dei post.
  • Inviti ai colleghi con gestione manuale.
  • Integrazione con piattaforme come G Suite.

Questo è lo step di partenza per organizzare il tuo mondo su Facebook Workplace. Ma quali sono le feature che fanno la differenza su questo strumento di lavoro? Scoprilo continuando a leggere e ricorda che puoi iscriverti gratis dalla home page ufficiale.

Funzioni più importanti da usare al massimo

Quali sono le possibilità offerte a chi si iscrive su Facebook Workplace? In primo luogo devi investire su un tema ben chiaro: la connessione tra le persone che lavorano.

Qui trovi la forza di questo tool, puoi lavorare nello stesso posto e con il gruppo che ti aiuta a raggiungere i risultati. Ma quali sono le attività più fruttuose e le possibilità da cogliere al volo? Ecco gli snodi che non puoi perdere di vista.

Gruppi ed eventi

Uno dei punti essenziali dell’offerta di Facebook Workplace: la possibilità di creare dei gruppi interni da dedicare ai vari progetti. L’aspetto interessante è che puoi aprire un gruppo con finalità specifiche, senza lasciare nulla al caso: discussioni aperte, team e progetti, acquisti e vendite e più aziende. Sì, sto parlando della funzione per unire in un unico gruppo più realtà corporate. E all’interno puoi creare gli eventi.

Non temere, questi contenuti non sono confinati all’interno dei gruppi: li puoi creare anche nell’ambiente di lavoro esterno. E quindi condividerli con i dipendenti.

Workplace Chart

Questa è una delle soluzioni interessanti per organizzare il team di lavoro. Sì, è una sorta di Messenger per restare in contatto con le persone che fanno parte del team.

In realtà puoi fare molto di più. Ad esempio puoi organizzare riunioni con le videochiamate, e invitare fino a 50 persone per una videoconferenza. Chiaro, puoi mandare file di qualsiasi tipo e non devi preoccuparti dello spazio disponibile.

Sezione notizie e organigramma

Beh, a cosa serve Facebook? Non ricordi più da dove arriva il flusso di link, immagini e video? Dallo stream principale, e anche qui hai una sezione notizie che ti offre l’occasione per restare aggiornato su ciò che succede in azienda.

organigramma facebook

Ecco un esempio di organigramma.

Altra funzione molto interessante di Facebook Workplace: la possibilità di avere l’organigramma della tua azienda in un unico luogo. Così è facile capire chi fa cosa e a chi rivolgerti per ottenere un determinato supporto, senza perdere tempo. Forse in una piccola realtà può sembrare superfluo, però nelle grandi aziende è importante avere un organigramma online che consenta di ottenere le informazioni utili.

Workplace Premium, gratis o pagamento?

La versione standard di Facebook Workplace è sempre gratuita. Quella premium, con diverse funzioni in più, è a costo zero per i primi 90 giorni e hai già accesso a una gran quantità di strumenti per organizzare la comunicazione interna più le attività base sempre presenti (live streaming, chat, caricare foto e video con uno spazio illimitato).

Poi paghi 3 dollari per ogni utente attivo al mese. Workplace Premium è gratis per le organizzazioni no profit e le persone che fanno parte degli istituti di formazione.

Da leggere: Facebook ADS, la guida per iniziare

Workplace di Facebook: la tua opinione

La domanda è chiara: puoi rivoluzionare il tuo lavoro grazie a Facebook Workplace? Di sicuro ci sono molti vantaggi nell’usare questa realtà per organizzare il tuo team di lavoro intorno alle necessità del digital marketing su questo social network.

Che – lo sappiamo bene come funziona – raccoglie buona parte delle necessità promozionali dato che è una delle soluzioni più complete e interessanti. Senza nulla togliere agli altri social, è chiaro. Quindi, tu hai già iniziato a usare Facebook Workplace? In che modo? Lascia le tue esperienze nei commenti.

Post suggeriti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.