Vero, il posizionamento dei contenuti è un aspetto fondamentale per farti trovare dai tuoi lettori. Ma non basta. Per ottenere buoni risultati dal tuo blog devi puntare su strade differenti, non basta il posizionamento organico. Buoni risultati, ad esempio, arrivano anche dai lettori fidelizzati. Da quelle persone che visitano il tuo blog ogni giorno.

E poi ci sono le condivisioni. Ovvero le ripubblicazioni dei link sulle bacheche Facebook, Twitter, LinkedIn e Google Plus dei tuoi lettori. I social si basano su questo meccanismo: le persone tendono a  condividere con i proprio contatti contenuti che in qualche modo soddisfano un’esigenza. Ad esempio il bisogno di essere utili ai propri lettori, o di posizionarsi intorno a un determinato argomento.

Perché le persone condividono determinati contenuti? La risposta arriva da questo post di CoSchedule: per aggiungere valore alla propria attività social e per soddisfare le esigenze dei follower, per definirsi nei confronti del pubblico, per creare relazioni virtuose con chi segue gli aggiornamenti, per sostenere una causa o un brand. Tutto questo è condivisione, e tu puoi fare molto per aumentare gli share.

Certo, il primo passo è inserire i bottoni per le condivisioni. A volte non è sufficiente per ottenere buoni risultati. Vuoi qualche consiglio? Ecco 5 modi intelligenti per aumentare le condivisioni dei tuoi post.

Share Button: come e dove

Ok, inserire i bottoni per la condivisione è diventato ormai uno standard. Non esiste blog senza share button. Ci sono delle regole per ottimizzare la presenza di questi bottoni in un post? Io di solito lavoro in questo modo:

  • Niente servizi con autenticazione e passaggi intermedi: lo share deve essere immediato.
  • Inserire il counter, è utile per la riprova sociale.
  • Attenzione al mobile: i bottoni si distinguono?
  • Evita servizi inutili per la tua nicchia.
  • Scegli dei bottoni a scorrimento per seguire lo scrolling dell’utente.

Troppi bottoni creano confusione, meglio puntare solo su quelli che danno un reale contributo all’attività social del tuo blog. E con un buon servizio di share button a scorrimento puoi dare la possibilità al tuo lettore di condividere in qualsiasi momento il post. Io scelgo sempre questa soluzione, ma inserisco anche dei bottoni sotto l’headline. Il motivo? Leggi il prossimo paragrafo…

Cura il titolo dei post

Curare il titolo dei post è il primo passo per aumentare le condivisioni di un articolo. In primo luogo perché così puoi attirare l’attenzione del pubblico nella serp e sui social, aumentando il click through rate. Soprattutto perché spesso le persone condividono il titolo. E solo quello. Sì, diverse ricerche hanno dimostrato che spesso gli utenti ripubblicano prima di leggere: condividono il titolo.

Come aumentare le condivisioni dei post

Il maggior numero di condivisioni si registra quando il tempo di lettura è zero.

Non sono queste le condivisioni che cambiano la vita, lo so. Una strategia ben definita si basa su utenti che leggono, apprezzano e condividono l’articolo. Ogni condivisione però è un’occasione in più che dai al tuo post di raggiungere il tuo target. Non devi cadere nel click baiting per aumentare gli share a tutti i costi, ma solo curare i tuoi titoli. Qualche consiglio?

Attenzione al dark social

Parlo delle condivisioni che avvengono in privato, nelle chat e via email. Ho già dedicato un articolo all’argomento dark social, e per ottimizzare il tuo blog devi seguire alcune regole. Ad esempio devi avere un tasto per la condivisione via email, un altro per la messaggistica (tipo WhatsApp) e magari un’applicazione tipo Po.st che ti permette di inserire un link quando l’utente seleziona e copia del testo.

Crea dei punti di condivisione

Questa è una delle tecniche più interessanti per aumentare le condivisioni dei tuoi post. Ci sono i pulsanti social, e questo è giusto. Poi? Si possono creare dei punti di condivisione intermedi per consentire al lettore di condividere il contenuto a prescindere dai bottoni? La risposta: sì, certo.

In primo luogo puoi usare un plugin semplice e immediato: Click To Tweet. In questo modo puoi creare dei box con frasi e citazioni che gli utenti possono condividere su Twitter. Una soluzione alternativa è Post About It, uno strumento che ti consente di creare dei link di condivisione:

  • Inserisci il testo con il link nella finestra.
  • Clicca su “Create Your Link now”.
  • Usa questo link su un anchor text.

Quando i lettori cliccheranno sul link si aprirà la finestra di share con il messaggio che hai inserito nella finestra dell’applicazione. Vuoi un esempio? Clicca questo link per condividere l’articolo che stai leggendo (funziona molto con le statistiche).

Sfrutta le immagini

C’è anche un altro consiglio che puoi mettere in pratica: sfrutta le immagini per aumentare le condivisioni. Soprattutto se i contenuti li crei con Canva, un tool semplice da usare che ti permette di realizzare visual quote e contenuti accattivanti. Il mio consiglio: installa un plugin per condividere le immagini sui social. Uno dei migliori è quello proposto da Sumo Me.

Perché aumentare le condivisioni dei post?

Ho indicato qualche consiglio per aumentare le condivisioni dei post. Ora ti chiedo: perché le vuoi aumentare? Perché vuoi fare in modo che le persone condividano i tuoi contenuti? Solo per vantarti dei numeri e delle statistiche? No, le condivisioni hanno un valore professionale solo se il tuo blog ha un obiettivo chiaro. Solo se hai ragionato intorno a una buona strategia di inbound marketing.

Collezionare condivisioni per gonfiare i numeri è inutile, aumentarle per raggiungere un obiettivo concreto è la mia filosofia. Qual è la tua opinione? Stai cercando anche tu di aumentare le condivisioni dei post? I risultati arrivano? Lascia la tua opinione nei commenti.

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Showing 2 comments
  • Liz
    Rispondi

    Davvero utile, bravo Riccardo! Mi applico con le cose che mi mancano 🙂

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.