Gli ultimi 2 anni sono stati agitati per molti esperti SEO a causa di cambiamenti radicali nell’algoritmo di Google, tra cui i molti aggiornamenti di Panda, così come l’introduzione di Penguin. Mentre la qualità dei contenuti e i link in entrata continuano a svolgere ruoli importanti per il posizionamento nei risultati organici, diamo uno sguardo ai fattori che stanno rivoluzionando il modo di fare SEO oggi e negli anni a venire.

Cos’è cambiato per il SEO negli ultimi anni

Prima di tuffarci in previsioni per il SEO del futuro, cerchiamo di ricapitolare i principali cambiamenti degli ultimi anni.

  • Originariamente pubblicato nel 2011, l’algoritmo Panda di Google ha attraversato in questi anni parecchi aggiornamenti, decine di migliaia di siti web di bassa qualità sono stati colpiti.
  • Nel 2012, Google ha rilasciato il suo aggiornamento Penguin, che ha cambiato il volto del settore, costringendo molti SEO a cambiare radicalmente le loro tattiche e strategie. Molte aziende che si erano impegnate in tattiche SEO ostili a Penguin sono state fortemente penalizzate nei risultati di ricerca, e alcune aziende che hanno perseverato in queste tattiche sono state addirittura bannate, spesso senza alcun preavviso.
  • Recentemente (il 22 maggio 2013) Google ha annunciato l’arrivo di Penguin 2.0,  un nuovo aggiornamento che darà più importanza alla reputazione di un’azienda / sito nella sua nicchia e colpirà con maggiore precisione i link non naturali o pagati.
  • In sostanza, Google è diventato più intelligente rispetto a un tempo, al punto che sembra  essere in grado di distinguere tra contenuti che aggiungono valore reale e contenuti pubblicati esclusivamente per fini SEO. “Valore” è diventato un mantra per definire come Google percepisce oggi i siti web.
  • Contestualmente, il guest blogging è emerso come un metodo molto popolare per ottenere link credibili. Tattiche e metodi per l’acquisizione di link attraverso i blog si sta facendo strada in tutti il settori.
  • Il Negative SEO è diventato un tema caldo di dibattito, tanto che Google ha risposto con il lancio dello strumento di rifiuto dei link, che autorizza i webmaster a specificare link da non considerare quando Google valuta il loro sito web.
  • Tra i metodi SEO molto efficaci in passato oggi deprecati, l’uso eccessivo delle parole chiave nell’anchor text è sicuramente il primo.
  • Siti web anche autorevoli che hanno fatto largo uso di link a pagamento (per esempio con l’acquisto di pubbliredazionali) sono stati penalizzati o bannati.

I 7 fattori che stanno rivoluzionando il modo di fare SEO

Se fosse per me, avrei semplicemente scritto di concentrarsi sulla creazione di valore per il lettore, perché in ultima analisi dovrebbe essere quello l’obiettivo di qualsiasi SEO (e di qualsiasi sito). Tuttavia, l’aumento della concorrenza può richiedere di impiegare alcune pratiche e strategie per aiutare il vostro sito a conquistare la parte superiore delle SERP. Qui ci sono le tattiche e le strategie che domineranno il panorama SEO nei prossimi anni.

1. Qualità dei contenuti

In definitiva, tutto si riduce alla qualità e il valore del contenuto del vostro sito web. Google è stato molto esplicito quest’anno riguardo ai contenuti di buona qualità, e ci aspettiamo che questo trend continui a crescere sempre di più in futuro. Per “qualità dei contenuti”, le metriche principali sono:

  1. unicità del contenuto (contenuto non copiato)
  2. utilità e ricchezza di informazioni (no ai contenuti poveri o di scarsa utilità)

2. Content Marketing

Il content marketing viene propagandato dai maggiori esperti mondiali come la prossima grande novità. Alcuni esperti l’hanno addirittura chiamato “il nuovo SEO”. In una certa misura, questo è vero. Come regola generale, il content marketing attira link e aggiunge valore per l’utente / lettore. E’ più impegnativo, perché non solo dobbiamo generare contenuti di alta qualità, ma anche farli circolare e assicurarci che vengano pubblicati ampiamente (con anche molti segnali social) affinché generino un considerevole valore SEO.

Dal momento che Google prende molto sul serio i contenuti di valore, una solida strategia di content marketing sarà la chiave per salire ad un livello successivo per i SEO.

3. AuthorRank

L’AuthorRank è emerso come una metrica fondamentale nell’ordinamento delle SERP, anche se gli studi sul suo valore sono ancora in corso. Una cosa di cui però possiamo essere sicuri è che l’AuthorRank aggiungerà credibilità e valore al vostro sito web, e sarà sempre più di vitale importanza per ogni webmaster.

4. Segnali social

Dopo un lungo dibattito, i segnali provenienti dai social media sono accettati come fattori di ranking validi dalla maggior parte degli esperti. Nel prossimo anno (e probabilmente negli anni a seguire), i segnali social avranno un ruolo sempre crescente. Mi piace, retweet, menzioni e (forse il più importante) +1, sono trofei che ogni SEO dovrà accumulare per vincere domani.

5. Mobile / Responsive design

Anche se questo non influenza direttamente il posizionamento di una pagina, giocherà un ruolo rilevante nel vostro successo. Google è stata una delle prime aziende a prendere coscienza di questa tendenza in fatto di navigazione web, causata dalla crescente diffusione di tablet e smartphone. Il responsive design non è ancora un esplicito fattore SEO, ma essendo un fattore rilevante in termini di usabilità, è probabile che diventerà un elemento influente in futuro.

6. Localizzazione

La crescente preferenza di Google per i siti web e le informazioni locali è diventata evidente in molte ricerche. E’ lecito ritenere che in futuro saremo testimoni di un aumento di questa preferenza. I siti web che applicano strategie SEO locali godranno di più alti posti in SERP e di maggiore visibilità. Questo include l’importanza maggiore di fattori come citazioni e recensioni su siti di informazione locali.

7. Contenuti multimediali

Immagini e video sono oggi diventati un must di ogni strategia su Internet (anche grazie all’ascesa dei social network). Abbiamo già visto da un po’ che i risultati che includono video vengono classificati meglio dei contenuti di solo testo. L’ulteriore importanza dei contenuti multimediali è un segnale che ci possiamo senz’altro aspettare in futuro. Sta diventando essenziale includere mezzi non testuali al contenuto del testo, perché questo aggiunge valore e rende il contenuto più dinamico.

Quanto sopra sono alcune delle principali tendenze che credo avranno un ruolo sempre più chiave nel SEO del prossimo futuro. Secondo voi quali altri fattori potranno influenzare il SEO di domani?

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.