5 motivi per cui l’immagine è Re nel Social Media Marketing

Indice dei contenuti

Tutti conoscono il noto mantra del SEOContent is King” (il contenuto è Re). E’ un fatto noto a molti che, per posizionarsi sui motori di ricerca, è necessario avere un sito ricco di contenuti rilevanti, utili, interessanti ed aggiornati periodicamente.

Ma le persone sono “visive”. Colori, immagini, movimento, tutte queste cose attirano le persone verso i contenuti e li fanno rimanere o ritornare su un sito.

Perché allora così tanti blogger e imprese dimenticano questo fatto? Perché i loro siti sono pieni di parole e vuoti di colore, foto o immagini?

Studio Samo Pro Minidegree

Ecco cinque buone ragioni per aggiungere subito tante immagini al vostro blog, sito aziendale, pagina Facebook e altri account sui social media:

1. Indirizzano traffico da Pinterest

La grande novità nel campo dei social media è Pinterest, ed è tutto basato sulle immagini. Questo social network, che sta crescendo a gran velocità, è uno strumento che tutte le imprese dovrebbero tenere d’occhio e utilizzare il più presto possibile.

Tutti possono vedere tutto su Pinterest, il che lo rende uno strumento maturo per raccogliere nuovi contatti. Tutto ciò che serve è una bella immagine, e la gente verrà spontaneamente, gli utenti potranno cliccare sul link incorporato nell’immagine e finiscono sul vostro sito web o blog.

2. Generano “Mi piace”, commenti e condivisioni su Facebook

I “Mi piace”, i commenti e le condivisioni su Facebook sono grandi cose. Ottengono l’attenzione, si auto-alimentano e scatenano il passaparola, che è la base del marketing virale. Ma c’è così tanto materiale su Facebook, come si fa a uscire dalla mischia e farsi notare? Con le immagini. L’immagine perfetta vi farà ottenere attenzione, e su Facebook sarà molto più visibile nelle notizie dei vostri amici di qualunque link o aggiornamento di stato. Provare per credere.

3. Migliorano la reputation

Commenti e “Mi piace” attirano l’attenzione, che è già una grande cosa. Ma non solo. Sono una sorta di “garanzia” per i vostri clienti potenziali. Alle persone piacciono di più i contenuti apprezzati, quindi “garantiti”, dai loro amici, il che significa che otterrete più fiducia da parte dei potenziali clienti.

4. Catturano l’attenzione all’istante

Per semplificare, le immagini attirano l’attenzione e la mantengono. E’ necessaria solo una frazione di secondo per guardare un’immagine, contro alcuni secondi per leggere un riassunto o un piccolo paragrafo. Quindi, con quale dei due è più probabile attirare istantaneamente un lettore? Non fate riflettere troppo gli utenti all’inizio, poi in seguito potrete lavorare su concetti più difficili con il contenuto.

5. Rimangono impresse nella memoria

La memoria visiva è più potente, è un dato di fatto. A volte ci capita di leggere qualcosa e non ricordare neppure una frase, ma se vediamo una bella foto, di sicuro ce ne ricordiamo. Rendete la vostra attività memorabile con belle immagini. Non importa quale sia la vostra attività o l’argomento del vostro blog… le immagini possono solo aiutare. Attirare l’attenzione è la chiave. Afferrare il pubblico con una grande immagine e, dopo, farlo restare con contenuti interessanti.

E voi, usate le immagini per la vostra attività online?

Studio Samo Pro Minidegree
Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

regolamentazione intelligenza artificiale
Caterina Quaiotti

AI Act e regolamentazione dell’Intelligenza Artificiale

L’impatto dell’utilizzo dell’IA è tangibile in diverse aree, promuovendo l’efficienza operativa, la competitività e l’innovazione e possiamo per questo parlare di benefici evidenti e concreti. 

La sua rapida diffusione solleva anche questioni etiche e giuridiche cruciali.

La necessità di una regolamentazione legale dell’Intelligenza Artificiale è emersa come una priorità fondamentale per garantire un utilizzo responsabile e sicuro di questa tecnologia avanzata. Facciamo un po’ di chiarezza in materia.

informazioni aste google ads
Beatrice Romano

Informazioni sulle aste e analisi competitors su Google Ads

Quando si lavora in Google Ads è importante monitorare ciò che fanno i competitor non solo per i prodotti o servizi che offrono agli utenti, ma anche per capire come si propongono, che linguaggio usano e a cosa danno più importanza. In questo articolo ti parlerò dell’analisi dei competitor a partire dalle parole chiave presenti all’interno delle campagne in rete di ricerca.

redirect 301
Mattia Cantoni

Redirect 301 per la SEO: una guida completa

I redirect 301 sono tanto semplici da impostare quanto pericolosi per l’ottimizzazione SEO se utilizzati in modo scorretto. In questa guida passo-passo
scoprirai come padroneggiare l’utilizzo di un redirect 301 e come prevenire alcuni dei più comuni errori.

tool instagram marketing
Giuliana Curato

Strumenti per Instagram Marketing

In questo articolo, vedremo insieme una varietà di strumenti per Instagram e perché usarli. Inoltre scopriremo come possono cambiare sia il modo in cui interagisci con il tuo pubblico che la gestione di stories, reels e post per aiutarti a non perdere il lume della ragione (e la pazienza). 

demand gen google ads
Manuel Lodi

Campagne Demand Gen di Google Ads: cosa sono e come funzionano

La prima volta che abbiamo sentito nominare le campagne Demand Gen è stato durante il Google Marketing Live di Maggio 2023, dove venivano presentate sotto il cappello delle campagne di nuova generazione, completamente autonome e in grado di evolvere e performare al meglio grazie al Machine Learning e all’Intelligenza Artificiale della piattaforma di Adv di Google. In questo post vediamo come affrontare questa importante novità.

Iscriviti gratis a

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.