L’azienda specializzata in soluzioni per l’e-commerce MarketLive ha pubblicato un interessante studio sulla base di dati provenienti da più di 200 siti nel corso dei primi sei mesi del 2013. Lo studio si è concentrato principalmente sulle differenze tra risultati a pagamento rispetto a ricerca organica quando si tratta di cose come accessi al sito, frequenza di rimbalzo, e istantanee su vari settori di mercato.

Traffico organico vs a pagamento

traffico organico vs a pagamento

Lo studio fornisce un interessante sguardo su da dove viene il traffico verso i siti di vendita al dettaglio, e come converte.

Il traffico di ricerca a pagamento è salito di un sorprendente 30 per cento, mentre il traffico organico è diminuito del 3 per cento. Anche se questo declino non è necessariamente buono, tuttavia questi dati indicano che tale aumento di traffico pagato non sta decimando traffico organico, come molti inserzionisti temono. Essi non stanno infatti guadagnando il traffico di ricerca pagato a spese del traffico organico.

MarketLive anche trovato che il traffico di ricerca a pagamento è salito al 44 per cento delle entrate provenienti da tutto il traffico dei motori di ricerca, compreso quello organico. La ricerca a pagamento ha rappresentato circa un terzo delle visite dai motori di ricerca, che è  un aumento abbastanza grande rispetto al 26 per cento nel 2012.

Quando si confrontano le visite a pagamento e organiche side-by-side, ci sono sicuramente alcune differenze degne di nota.

  • Tassi di conversione: Il tasso di conversione per la ricerca a pagamento è stato del 2.6 per cento, contro l’1,9 per cento per l’organico.
  • Tipo di ordine: un ordine dalla ricerca a pagamento è stato in media $ 113, che è stato un 3,3 per cento di incremento rispetto il 2012, mentre la ricerca organica ha portato ordini da 109,66 dollari in media.
  • Nuove visite: sorprendentemente, la ricerca a pagamento ha una minore percentuale di nuovi visitatori ai siti di vendita al dettaglio, con il 58 per cento del traffico composto da nuove visite, mentre per la ricerca organica le nuove visite rappresentano il 66 per cento.
  • Frequenza di rimbalzo: qui i dati sono stati abbastanza omogenei – il 34% di frequenza di rimbalzo per la ricerca a pagamento contro il 35 per cento di quella organica.
  • Pagine viste: le visite da ricerca organica sono state di poco più brevi, con 7,1 pagine per visita per la ricerca a pagamento rispetto a 6,8 pagine per l’organico.

Traffico da smartphone e tablet

traffico da smartphone e tablet

Se si esaminano i cambiamenti riguardanti gli smartphone, le differenze tra l’anno scorso e l’anno in corso sono significative. Un terzo del traffico nella prima metà del 2013 è venuto da dispositivi mobile e tablet, e si prevede che entro un anno arrivino a quasi la metà di tutte le visite al sito web (circa il 44 per cento) verrà da mobile e tablet. Questo mette in evidenza che è ancora più importante per i proprietari di siti web avere un sito mobile-friendly, mentre solo il 52 per cento dei commercianti presi in esame aveva il sito ottimizzato per mobile.

Anche il traffico da tablet è significativamente aumentato, crescendo tre volte più di quello da smartphone. Tuttavia, mentre le conversioni sono ancora piuttosto basse per gli smartphone, esse sono aumentate del 24 per cento rispetto allo scorso anno, che è un salto enorme.

Quando si trattava di fatturato complessivo, gli smartphone hanno rappresentato solo il 2,7 per cento del reddito, ma hanno aumentato del 40 per cento rispetto allo scorso anno. Stessa cosa con i tablet, che rappresentano l’11,9 per cento delle entrate, ma c’è stato un incredibile aumento del 77 per cento.

In termini di visite, il 19 per cento delle visite è venuto attraverso gli smartphone, che è un aumento del 40 per cento rispetto allo scorso anno. Per i tablet, il 13 per cento delle visite proviene da questi dispositivi, il che è stato un aumento del 74 per cento.

Ma quando si tratta di dimensione media dell’ordine, è stata significativamente più alta rispetto al totale. Gli smartphone hanno avuto un acquisto medio di 123,60 $, e i tablet 151,42 dollari di media degli ordini. I tassi di conversione sono stati 0,59 per cento per gli smartphone e 1,77 per cento per i tablet.

Ulteriori Giudizio

MarketLive ha scoperto che i guadagni sono aumentati in tutti i settori merceologici esaminati rispetto all’anno passato. La categoria articoli per la casa è salita del 34,3 per cento come ricavi, in corrispondenza con un aumento delle visite del 34,8 per cento. Il miglioramento più basso di tutti i settori è stato l’abbigliamento, che comunque è salito del 11,3 come entrate. Un dato interessante è che il settore bellezza e salute è aumentato del 12,9 per cento, mentre le visite sono diminuite del 2,9 per cento.

Lo studio MarketLive sicuramente dimostra l’importanza di integrare una strategia SEO per aumentare il traffico organico con una strategia di annunci a pagamento. Esso mostra anche che una strategia di marketing per mobile e tablet è efficace, quindi è necessario assicurarsi che il vostro sito sia mobile friendly, e questo diventerà sempre più importante in un piano di marketing globale per qualsiasi sito web nel prossimo anno.

È possibile scaricare il report completo qui .

 

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.