In Web Marketing

Da semplice motore di ricerca a ecommerce, ecco dova sta andando Google. Il suo percorso evolutivo sta portando sempre di più verso nuove prospettive e l’ecommerce in quanto tale rientra tra queste.

Ce lo dobbiamo immaginare come un ragazzo appena ventenne che inizia a comprendere realmente le sue potenzialità, ovvero cosa può fare e dove può arrivare. Non c’è limite alla capacità di un ventenne di diventare “grande”, figuriamoci per il motore di ricerca più famoso della storia.

Google sta compiendo i suoi passi più importanti in queste ultime settimane, sta diventando sempre più in grado di intercettare i bisogni degli utenti, prima ancora che essi pongano la domanda.

Oggi ci soffermiamo in particolare sulla tab Shopping di Google e su come questa stia contribuendo a determinare un’evoluzione del mondo ecommerce.

Google punta a diventare una sorta di assistente virtuale per lo shopping online. Sarà stesso Google che guiderà i consumatori verso la piattaforma ecommerce migliore.

Esattamente. I comparatori di prezzo non esisteranno più a breve, poiché sarà stesso Google che guiderà alla scelta del prodotto in base al prezzo migliore.

Questo esattamente cosa vuol dire? Che molto probabilmente Google sta facendo in modo che Amazon, i Comparatori ma anche l’Instant Shopping scompaiano del tutto. Una vera e propria evoluzione, che vedrebbe Google come il protagonista principale e diretto del modo di fare acquisti online.

Ma non solo, perché con Google Shopping si potranno tenere monitorati i prezzi, ricevendo una notifica via mail che aggiornerà l’utente in merito a un cambiamento degli stessi.

Incredibile no?

Non è più l’utente che scrive su Google il prodotto che desidera, “spulciando” poi, sito per sito, qual è quello che ha il prezzo migliore, ma è stesso il motore di ricerca che lo evidenzia.

Digital Trends ha dedicato un articolo a questi nuovi cambiamenti di Google Shopping il 3 Ottobre scorso.

Un tempo, nelle nostre famiglie, c’era l’abitudine di raccogliere i cataloghi degli store che ci interessavano. Ricordi?

In alcuni casi si fa ancora. Hai presente quando ti rechi in una di quelle grandi catene tipo Trony o la Coop? Ti viene lasciato un catalogo con tutti i prodotti in promozione in quel momento e tu in base a questo puoi valutare l’acquisto o meno di un elettrodomestico, di un Tablet e così via.

Ecco, immagina se davanti a te hai 5 volantini diversi, di 5 diversi negozi che vendono elettrodomestici. Tu stesso sei il comparatore, giusto? Perché sei tu stesso a scegliere il prezzo più basso e quindi ad andare al negozio che più soddisfa il rapporto domanda – offerta.

Da un po’ tutto questo è possibile farlo online, solo che ora con Google Shopping, non c’è nemmeno più bisogno di cercare e valutare tra 10 siti, ci pensa direttamente lui a suggerire al consumatore da quale sito comprare.

Le novità di Google non finiscono qui: si potrà acquistare direttamente dalla piattaforma

Il concetto è semplice: fino a pochissimo tempo fa era il “consumatore” che andava su Google, segnava il prodotto che stava cercando e veniva riportato sul negozio. Poi cliccava entrava sulla piattaforma e acquistava, ora questo può avvenire direttamente da Google.

Ma non solo. Google prevede delle garanzie per i clienti che acquistano direttamente dalla piattaforma, il che significa che sta iniziando a creare un ecommerce proprietario con addirittura una sua assistenza clienti.

Insomma una rivoluzione importante. In qualche articolo di un mese fa abbiamo ad esempio parlato di due rivoluzioni molto rilevanti in tema di ecommerce:

Google Shopping sta andando di pari passo con questi concetti. 

A breve, anzi brevissimo, il concetto di “acquisto” sarà completamente monitorato da Google, e personalizzato non solo in base a:

  1. Target
  2. Luogo
  3. Interessi

Ma anche in base al concetto di tempo di acquisto. Si potrà acquistare un prodotto in tempi brevissimi, avendo già a disposizione la piattaforma di Google che indica il prezzo migliore – in base alle precedenti ricerche. Ci sarà una perfetta integrazione con l’offline, dove stesso Google ti suggerirà il negozio fisico più vicino. Avrai molteplici possibilità di scelta.

Cosa comporta questo cambiamento per chi ha un ecommerce?

Chi ha un ecommerce deve iniziare a informarsi in merito a come ottimizzare al meglio i testi descrittivi e i titoli dei prodotti con una strategia SEO molto efficace.

In questo caso l’ottimizzazione delle schede prodotto è assolutamente fondamentale: una scheda prodotto ben scritta, con fotografie titolate e descrizione dell’immagine, può sicuramente aiutare a far risaltare il proprio negozio online.

Ma non basta, perché per far in modo che il proprio store online spicchi tra tutti è necessario essere iscritti al programma Google Trusted Stores, che è utile a certificare il tuo ecommerce.

Avere un ecommerce certificato vuol dire dare la garanzia ai propri utenti che si sta navigando su un negozio sicuro e che i propri acquisti sono consolidati da politiche di protezione del consumatore.

Il trust di Google migliora se ci sono feedback positivi al negozio online. In questo modo l’utente che deve scegliere la piattaforma ecommerce sulla quale fare i propri acquisti, sa che anche altri consumatori si sono trovati bene.

Google Lens, Google Assistant e Google Shopping diventeranno un trio formidabile

Per quelli che ancora non sono ben informati in merito, facciamo un breve riassunto:

Google Lens è un’App disponibile su Play Store che ti permette di riconoscere l’oggetto, semplicemente puntandoci la telecamera del cellulare sopra.

A cosa serve? Mettiamo caso che un potenziale consumatore vede una giacca in un negozio, e gli piace, ma vuole sapere se quel capo lo può trovare anche online e quindi comparare i prezzi, con Google Lens si può fare. Ecco, ora immagina se oltre a riconoscere il prodotto questa applicazione, fosse possibile sapere quale negozio online la vende al prezzo migliore. Sarebbe una vera evoluzione, no?

Google Assistant è l’assistente virtuale di Google che con l’utilizzo delle due seguenti parole: “Ok Google”, ti permette di visitare un sito, fare una telefonata, accedere alla tua playlist e, perché no, a breve fare un acquisto.

La particolarità di Google Assistant è che è un servizio personalizzabile, quello che deve fare è solo “imparare” le tue preferenze, i tuoi gusti e le potenziali ricerche. Immagina quanto questa particolarità possa diventare utile per un ecommerce, soprattutto se collegata a Google Shopping.

A questo proposito, Google Shopping – la tab del motore di ricerca di Google che ti mostra i prodotti e gli articoli che più ti interessano in base alle sue logiche interne di autenticità, affidabilità e intuitività dei siti – si unisce a Google Lens e a Google Assistant per fornire un’esperienza di acquisto completa al potenziale consumatore. 

Da qui a pochi mesi, il modo di fare shopping online sarà ancora più dinamico. Ma non finisce qui, perché in un’ottica di multicanalità e omnicanalità, ci sarà una perfetta integrazione tra online e offline, dove appunto i due mondi sapranno equilibrarsi in modo ineccepibile.

Una vera rivoluzione, importante e capace di sconvolgere del tutto il mondo ecommerce.

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.