In SEO

I numeri riportati da CNBC potrebbero sembrare assursi, ma chi opera a vario titolo nel mondo della SEO sa invece quanto siano veri.

Nel 2017 Google ha condotto 31.584 esperimenti side-by-side con i suoi raters e successivamente ha lanciato 2.453 modifiche nella ricerca. Dei “2.453 cambiamenti di ricerca” molti possono essere considerati dei piccoli ritocchi di progettazione e simili, ma molti di questi sono certamente stati dei cambiamenti importanti, anche perché Google non ha mai rivelato il numero di modifiche reali apportate all’algoritmo.

CNBC dice anche che “While changes can have enormous effects on how any given website is ranked – and thus the amount of people who see it – regular Google search users often don’t notice the changes at all.”

Come a dire che anche se i cambiamenti possono avere enormi effetti su come viene classificato un determinato sito Web e quindi sulla quantità di persone che lo vedono, gli utenti di Google non si accorgono spesso delle modifiche, e quindi è compito degli analisti, dei SEO e dei webmaster capire e leggere tra le righe come Google si evolve giorno dopo giorno.

Se l’utente che utilizza giornalmente Google per le sue ricerche non percepisce cosa muove e governa il più utilizzato motore di ricerca al mondo, al contrario sono tutti coloro che operano e lavorano a vario titolo nel mondo del web si vedono costretti a scoprire da soli, quasi giornalmente, i cambiamenti più importanti e significativi, come poi è stato per il “broad core algorithm update“, rilasciato nel pomeriggio (6.22 ora americana) del 1 agosto.

Nel caso specifico, cosa molto rara, è stata data invece notizia dall’account twitter ufficiale di Google Search Liasion.

Ecco quindi che CNBC ha rilevato 2.453 cambiamenti, ma di molti dei 31.584 esperimenti sappiamo poco, per non dire nulla e molto probabilmente della maggior parte di questi cambiamenti non sapremo mai niente di più che il numero totale.

Quello che invece sappiamo è che delle 2453 modifiche solo meno del 10%  sono correlate all’algoritmo di ricerca web principale, anche se le percentuali di veridicità rimangono alquanto aleatorie.

Pedro Diaz, Google Dev Marketing Mentor nonché ex Google Search Quality, in un tweet di qualche tempo fa pubblicò un interessante report dove si evidenziavano il numero di modifiche di Google documentate nel tempo.

Non sappiamo dire se i numeri riportati siano giusti al 100% ma comunque ci danno uno spaccato interessante sull’argomento centrandolo nella giusta in prospettiva.

Così riportava l’account Twitter ufficiale di Diaz alias @pedrodias

Google Updates trough time – algorithmic and infrastructure:

2010/2011: ~500 updates;
2011/2012: ~500 updates;
2012/2013: ~665 updates;
2013/2014: ~890 updates;
2014/2015: ~1000 updates;
2016/2017: ~1600 updates;

[via seroundtable.com]
Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.