Non è la più forte delle specie che sopravvive, né è la più intelligente che sopravvive. È la più adattabile al cambiamento

Charles Darwin

Origine delle balene

Tanto, tanto tempo fa, una certa specie di mammiferi terrestri ha iniziato a subire cambiamenti nelle caratteristiche comportamentali. Secondo la selezione naturale, queste antiche creature preferirono passare più tempo in acqua che sulla terraferma. Anche se potevano stare ugualmente bene sulla terra, il tempo passato nell’acqua le stava aiutando ad adattarsi al loro ambiente in un modo migliore. Di conseguenza, questo cambiamento ha cominciato ad aiutarle a sopravvivere e riprodursi di più.

Mentre il tempo passava, la dimensione e il colore di queste creature cambiava nel corso di diverse generazioni. E dopo secoli di evoluzione, una specie completamente nuova era nata. Grazie alla loro capacità di adattamento, esse sono state in grado di prevenire l’estinzione e diventare potenti padroni del loro regno. Queste creature esistono anche oggi e sono noti per l’umanità con il nome di balene.

Charles Darwin, il celebre naturalista e geologo, ha portato avanti questa affermazione nel suo libro L’origine delle specie nel 1859. Mentre alcuni lo consideravano un pazzo in quel tempo, recenti scoperte hanno dimostrato che in realtà aveva ragione. Seguendo la stessa linea, la sua Teoria dell’Evoluzione è riuscita a dimostrare come e perché le scimmie si sono trasformate in esseri umani. E perché i dinosauri, pur essendo gli animali più forti durante il loro tempo, non soon riusciti a salvarsi dalla distruzione totale.

Ok, ma che c’entra tutto questo?

In poche parole, la chiave è nell’evoluzione – un continuo cambiamento per aumentare il tasso di sopravvivenza. E tutto in questo pianeta deve andare avanti secondo questo processo… compreso qualcosa di inanimato come il Search Engine Optimization (o SEO, come è popolarmente noto).

SEO e teoria dell’evoluzione

Che cosa significa che il SEO ha a che fare con la teoria dell’evoluzione di Charles Darwin? Anche se può sembrare a prima vista surreale, il paesaggio mutevole del SEO ha un forte legame con ciò che Darwin ha dichiarato più di 150 anni fa.

Ti stai chiedendo come questo sia possibile? Torniamo alla famosa frase di Darwin che ho usato all’inizio di questo post, e dividiamola in 3 parti.

# 1. ” Non è la più forte delle specie che sopravvive “

Proprio come Madre Natura non ha avuto alcuna pietà di dinosauri e altre specie ormai estinte, così anche Google: non importa quanto grande sia un’azienda o quanto tu sia ricco. In breve, sarai penalizzato se non giochi secondo le regole stabilite da Google.

# 2. ” né è la più intelligente che sopravvive “

Numerose aziende e webmaster hanno provato ad essere più furbi di Google. Tattiche SEO black hat come pagine doorway, keyword stuffing e article spinning sono state spesso utilizzate per sfruttare le lacune dell’algoritmo di Google prima del 2011. Ciò ha funzionato sul momento, ma ben presto si è rivelato essere il peggior incubo.

# 3. ” È la più adattabile al cambiamento “

Google fa di tutto per rimanere incomprensibile. Con i suoi frequenti aggiornamenti, Google vuole garantire che nessuno abbia il tempo per sapere esattamente come funziona. Per questo motivo, l’unica strada percorribile è quella che porta all’evoluzione. E quelli che sono aperti a questi aggiornamenti e sono pronti a cambiare se stessi di conseguenza, saranno i veri sopravvissuti.

Che cosa possiamo imparare da questo?

Gli aggiornamenti Panda e Penguin sono già qui, e vengono aggiornati di continuo. Con il Colibrì lanciato di recente, Google ha reso abbastanza chiaro che il SEO ha seguito la Teoria dell’Evoluzione fin dall’inizio e si sforza di migliorare se stesso ogni volta. E per chi lo fa? Per noi, ovviamente!

Perché dovremmo lasciarci intimidire da questi aggiornamenti algoritmo, dopo tutto? Questo è solo il tentativo di Google per aiutarci a trovare le migliori risposte alle nostre domande mettendo solo i candidati meritevoli in cima alla SERP. Seguendo la linea dell’evoluzione, è sicuro che questi aggiornamenti continueranno ad arrivare in futuro. La miglior cosa che possiamo fare per la nostra sopravvivenza è seguire la strada giusta e adattarci ai cambiamenti.

Recent Posts

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.