Pubblicità Uliveto Nazionale Volley: analisi di un fail

Indice dei contenuti

Nei giorni scorsi ci sono state molte polemiche sul caso Uliveto.

Per chi se lo fosse perso, ecco una breve sintesi.

Uliveto ha pubblicato l’immagine che vedete nel post sui suoi canali social e sulla stampa nazionale per celebrare il secondo posto delle azzurre ai Mondiali di Volley.

Un’iniziativa del genere è la norma in occasioni particolare e rientra nelle attività di real time marketing organizzate dai Brand. Volendo riprendere una definizione di Vincenzo Cosenza, “Il Real Time Marketing è un’approccio al mercato che fa leva sulla capacità aziendale di rispondere velocemente ad eventi e stimoli esterni, al fine di migliorare la predisposizione delle persone verso la marca e potenziare gli altri strumenti di comunicazione usati”.

Un’attività che, se strutturata in modo corretto, porta buoni risultati in termini di visibilità, engagement e reputazione e che invece in questo caso si è trasformata nell’ennesimo “social media fail”.

Nell’immagine creata, la bottiglia di acqua coprirebbe le due giocatrici di colore Sylla e Egonu, causando l’indignazione di molte persone, che hanno accusato l’Azienda di razzismo. Potete immaginare le polemiche seguite e le reazioni degli utenti online, che hanno criticato aspramente Uliveto, annunciando boicottaggi ai suoi prodotti.

Tralasciando i commenti politici e ideologici, che non sono rilevanti in questa analisi, possiamo trarre alcune riflessioni da questa visual case:

1. La Brand Identity passa da tutti i contenuti veicolati dall’azienda

Per questo nulla deve essere lasciato al caso e all’improvvisazione.

La grafica pubblicata è fatta davvero male: dal modo in cui la bottiglia è stata scontornata alla posizione all’interno della foto, si ha l’impressione che un cuggggino con un corso base di Photoshop abbia realizzato il post in fretta e furia per sfruttare il momento, tralasciando i princìpi  base della grafica e del buon senso.

Come ha detto la nostra collega Francesca Minonne nella discussione che abbiamo pubblicato nel gruppo Visual Storytelling Italia, “Sembra “Uliveto Vs Godzilla” prossimamente su tutti i campi di pallavolo”.

Un’Azienda come Uliveto deve pubblicare contenuti in linea con la sua immagine, non può permettersi una grafica così sciatta e di scarsa qualità.

Ormai tutti i canali hanno lo stesso peso e incidono sulla percezione degli utenti, quindi i contenuti pubblicati devono essere coerenti con i valori dell’azienda e in linea con le attività organizzate online e offline.

2. Fare Branding non vuol dire porre il prodotto al centro di tutto

Nel 2018 non si può pensare che fare Branding equivalga a mettere il prodotto in primo piano, soprattutto se sei un’Azienda con una reputazione consolidata e stai festeggiando la vittoria della Nazionale di cui sei sponsor.

Le campagne autoreferenziali mettono in cattiva luce il Brand, appesantiscono la comunicazione e portano a fare errori grossolani.

Le polemiche sono scaturite dalla posizione della bottiglia: con un’impaginazione diversa volta a equilibrare immagine, foto e testi, Uliveto avrebbe potuto comunicare lo stesso il suo messaggio e nessuno si sarebbe offeso.

Anzi, con una campagna di real time marketing strutturata in modo efficace, Uliveto avrebbe potuto sfruttare il coinvolgimento emotivo della vittoria per ribadire i suoi valori e rafforzare la sua community online.

3. Quando si crea un contenuto, bisogna tenere conto del contesto in cui sarà veicolato

Io non credo che Uliveto abbia coperto di proposito le giocatrici, probabilmente avranno scelto quella posizione per mettere in risalto il prodotto e inserire il testo, sottovalutando le implicazioni della loro scelta.

Prima di pubblicare avrebbero dovuto fare un controllo.

Estromettere alcune delle protagoniste della Nazionale avrebbe causato in ogni caso polemiche: visto che in questo caso c’era anche una lettura in chiave razziale, io avrei evitato di alimentare polemiche, facendo in modo che fossero tutte visibili. Inoltre, considerato che l’obiettivo del post era ribadire i loro valori e l’orgoglio di essere italiani, avrei creato una campagna diversa, che mettesse in primo piano la squadra e non il Brand.

Che ne pensate di questa campagna?

Pubblicate le vostre riflessioni nei commenti 😉

 

Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

facebook ads library
Paolino Virciglio

Facebook (META) Ads Library: cos’è e come usarla per l’advertising

La Meta Ads Library, nota anche come Libreria delle inserzioni di Meta, è uno strumento potente e trasparente per marketer e aziende che desiderano avere un impatto significativo sulle loro campagne pubblicitarie su Meta. Questo articolo ti guiderà attraverso le funzionalità principali della Meta Ads Library, mostrandoti come utilizzarla per analizzare, ispirare e ottimizzare le tue campagne.

piano editoriale instagram
Giuliana Curato

Piano editoriale Instagram: come farlo, idee e spunti

Come possiamo fare per emergere tra migliaia di contenuti e assicurarci che il nostro messaggio non solo raggiunga il pubblico desiderato ma che lo coinvolga, lo informi e lo intrattenga nel modo giusto? Ovviamente, creando un piano editoriale strutturato. Scopriamo insieme come!

email marketing automation
Marianna Caravatta

Email Marketing Automation: guida per iniziare

Immagina di poter raggiungere i tuoi clienti con il messaggio giusto al momento giusto, senza dover digitare ogni singola email. Benvenuto nel mondo dell’email marketing automation, dove la tecnologia trasforma la comunicazione in una potente macchina di connessione e conversione. Iniziamo insieme!

musica storie instagram
Giuliana Curato

Come mettere musica nelle Instagram Stories

Le Instagram stories sono uno strumento indispensabile per dare sfogo al nostro estro creativo in modo originale, poiché ci offrono la possibilità di giocare e combinare contenuti visivi e sonori e dare un tocco personale ai nostri contenuti attraverso l’utilizzo della musica. Scopriamo come fare!

google ads ecommerce
Giulia Venturi

Google Ads per e-commerce: strategie, consigli e idee

Hai un ecommerce e hai deciso di promuoverlo con Google Ads? Ottima idea! Ci sono diverse soluzioni interessanti che ti aiuteranno a vendere al meglio: è importante tenere presente che soprattutto per queste tipologie di campagne che sfrutteranno tutta la potenza dell’AI di Google, c’è un importante lavoro manuale da fare. Rimboccati le mani e partiamo!

Vuoi essere sempre sul pezzo?

Iscriviti a MakeMeThink, la newsletter di Studio Samo. ✉️ Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.