Cos’è un web designer e cosa fa

Cos’è un web designer e cosa fa
Indice dei contenuti

Il web design è il processo di pianificazione e la creazione di un sito web. Testo, immagini, media digitali ed elementi interattivi sono utilizzati dai web designer per produrre la pagina che viene vista sul browser web. I web designer utilizzano linguaggio di markup, in particolare HTML per la struttura e CSS per la presentazione, nonché JavaScript per aggiungere interattività allo sviluppo delle pagine.

Il web designer è colui che si occupa di realizzare e curare l’aspetto visivo e il coinvolgimento degli utenti sui siti web attraverso l’usabilità.

Il web designer quindi cura la comunicazione visiva dei clienti sul web, valorizzando l’identità del marchio in modo specificamente pensato per Internet, sfruttandone i punti di forza, conoscendo le possibilità offerte dalla tecnologia.

Studio Samo Pro Minidegree

Collabora con altri professionisti (programmatori, esperti SEO, social media manager, esperti di marketing digitale) e con i clienti per realizzare siti che siano accattivanti dal punto di vista grafico, ma siano anche facili da navigare, compatibili con le esigenze dei visitatori e dei clienti ed anche accessibili utilizzando browser diversi e dispositivi mobili.

Al web designer spetta il compito di coniugare design e usabilità mediante l’utilizzo delle tecnologie disponibili. I Web Designer sono perciò tenuti ad avere una forte conoscenza di usabilità e sono inoltre tenuti a essere in regola con l’accessibilità del web le sue linee guida.

Strumenti e tecnologie

I Web Designer usano una varietà di strumenti diversi a seconda della parte del processo produttivo in cui sono coinvolti. Questi strumenti vengono aggiornati nel tempo per gli standard e il software più recenti, ma i principi dietro di essi rimangono gli stessi.

I Web Designer utilizzano editor di grafica, sia vettoriali che raster (ad esempio Adobe Photoshop e Illustrator), per creare immaginario o di progettazione di prototipi di siti e pagine web. Le tecnologie utilizzate per creare siti web includono standard W3C, come HTML e CSS.

Altri strumenti del web designer possono utilizzare includono strumenti per test di usabilità e accessibilità, per garantire che i siti web rispettino le linee guida di accessibilità del web.

Che cosa comprende il web design

Nel complesso, il processo di progettazione web può includere:

  1. concettualizzazione
  2. progettazione
  3. produzione
  4. post-produzione
  5. ricerca
  6. pubblicità

Web design e codice (HTML e CSS)

Il web design è interamente basato sulla scrittura di codice HTML valido, e CSS per rendere più facile il correggere i problemi e modificare le pagine. HTML e CSS sono le tecnologie fondamentali per la costruzione di pagine web: XHTML per la struttura, accompagnato da CSS per lo stile e il layout. Separando lo stile di presentazione dei documenti dal contenuto dei documenti, il CSS semplifica la creazione e la manutenzione del sito web .

Ad esempio, avere un file separato CSS permette di apportare modifiche estetiche per l’intero sito web, piuttosto che solo per una singola pagina web. Se le regole CSS non fossero incluse all’interno di una singola pagina HTML, le modifiche si dovrebbero fare per ogni singola pagina che utilizza l’elemento in questione.

Il ragionamento che sta alla base del web design è che l’HTML deve essere utilizzato solo per i contenuti e i CSS utilizzati per manipolare il contenuto a livello di stile estetico.

Studio Samo Pro Minidegree
Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

2 risposte

  1. c’e da dire che con tutti i programmi che ci sono in giro, e con tutti i template professionali la figura di web designer è un po meno richiesta, e la concorrenza è alta.
    Se però riesci a ritagliarti una fetta di mercato e, sopratutto hai delle ottime doti c’e qualche possibilità di riuscire a entrare in questo mondo, ma non è molto facile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

regolamentazione intelligenza artificiale
Caterina Quaiotti

AI Act e regolamentazione dell’Intelligenza Artificiale

L’impatto dell’utilizzo dell’IA è tangibile in diverse aree, promuovendo l’efficienza operativa, la competitività e l’innovazione e possiamo per questo parlare di benefici evidenti e concreti. 

La sua rapida diffusione solleva anche questioni etiche e giuridiche cruciali.

La necessità di una regolamentazione legale dell’Intelligenza Artificiale è emersa come una priorità fondamentale per garantire un utilizzo responsabile e sicuro di questa tecnologia avanzata. Facciamo un po’ di chiarezza in materia.

informazioni aste google ads
Beatrice Romano

Informazioni sulle aste e analisi competitors su Google Ads

Quando si lavora in Google Ads è importante monitorare ciò che fanno i competitor non solo per i prodotti o servizi che offrono agli utenti, ma anche per capire come si propongono, che linguaggio usano e a cosa danno più importanza. In questo articolo ti parlerò dell’analisi dei competitor a partire dalle parole chiave presenti all’interno delle campagne in rete di ricerca.

redirect 301
Mattia Cantoni

Redirect 301 per la SEO: una guida completa

I redirect 301 sono tanto semplici da impostare quanto pericolosi per l’ottimizzazione SEO se utilizzati in modo scorretto. In questa guida passo-passo
scoprirai come padroneggiare l’utilizzo di un redirect 301 e come prevenire alcuni dei più comuni errori.

tool instagram marketing
Giuliana Curato

Strumenti per Instagram Marketing

In questo articolo, vedremo insieme una varietà di strumenti per Instagram e perché usarli. Inoltre scopriremo come possono cambiare sia il modo in cui interagisci con il tuo pubblico che la gestione di stories, reels e post per aiutarti a non perdere il lume della ragione (e la pazienza). 

demand gen google ads
Manuel Lodi

Campagne Demand Gen di Google Ads: cosa sono e come funzionano

La prima volta che abbiamo sentito nominare le campagne Demand Gen è stato durante il Google Marketing Live di Maggio 2023, dove venivano presentate sotto il cappello delle campagne di nuova generazione, completamente autonome e in grado di evolvere e performare al meglio grazie al Machine Learning e all’Intelligenza Artificiale della piattaforma di Adv di Google. In questo post vediamo come affrontare questa importante novità.

Iscriviti gratis a

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.