Quando lavori nel mondo del blogging hai un unico obiettivo: soddisfare i lettori. Le persone devono trovare le giuste informazioni nel tuo articolo, devono individuare un motivo in più per tornare. Ecco perché devi dare il massimo. Sempre. Soprattutto all’inizio.

L’attacco è fondamentale in questo settore: forse in un altro campo della scrittura puoi permetterti di prendere tempo, puoi concederti qualche paragrafo di incertezza. Qui no, il web non perdona: devi essere in grado di catturare subito l’attenzione del lettore.

Le persone non leggono – diceva Jakob Nielsen – ma scannerizzano il testo. Un lettore fidelizzato è sicuramente più attento di un visitatore casuale, di un individuo che arriva per caso sul tuo blog. Ma questo non significa che puoi azzardare un attacco al sapore di camomilla. Meglio puntare al fulmicotone: ecco qualche consiglio per catturare subito l’attenzione.

Inizia da tag title e description

Questo meccanismo si avvia prima ancora di entrare nel blog: tag title e descrizione, oltre a essere due stringhe fondamentali per chi si occupa del settore SEO/SEM, comunicano le prime informazioni al lettore e lo invitano a cliccare. Il tutto cercando di soddisfare i principi di informazione e semplice curiosità.

Per ottenere buoni risultati devi creare una buona sinergia tra il titolo e la descrizione di un post. In questo modo puoi puntare su un continuo rilancio di informazione: il titolo lancia l’amo, la descrizione incuriosisce e aggiunge nuovi elementi. E poi ci sono le immagini che nei social completano il quadro informativo. L’attenzione si crea prima ancora di entrare nel post, ricorda.

Per approfondire: Crea sinergia tra tag title e description.

Offri un buon inizio

Ovvero trova subito un buon motivo per far seguire il tuo post e inseriscilo nel primo paragrafo. Da qualche parte – giuro, non ricordo dove – ho letto che la prima regola della buona scrittura è tagliare il primo paragrafo durante la rilettura. Certo, a volte è necessario. Ma non quando hai rispettato la regola della piramide rovescia.

leggibilità

Cosa suggerisce questo modello? All’inizio inserisci la notizia, gli elementi più importanti dell’articolo, e poi le informazioni accessorie. Questo non significa che devi sintetizzare in poche righe centinaia di parole, ma devi far capire subito al lettore quale sarà il focus del contenuto. Perché in questo modo può prendere una decisione precisa (fonte immagine).

Attenzione con la formattazione

Il grassetto è fondamentale nell’economia di un articolo, soprattutto nei primi paragrafi. ovvero quando devi catturare l’attenzione del lettore. Io sfrutto questo elemento della formattazione così: creo un percorso di significato all’interno dei paragrafi. Ovvero evidenzio delle parole che creano una frase di senso compiuto e cerco di spingere lo sguardo del lettore verso la parte centrale del post.

Forma snella ma non banale

Lo so, è una battaglia dura. Per attirare l’attenzione del lettore devi evitare matasse di parole inutili, e devi fare attenzione a tutti gli elementi (aggettivi, avverbi, incisi) che possono ammorbare la scrittura snella. Ho detto snella, vero? Non ho detto arida, non ho detto priva di mordente. Mai perdere una buona personalizzazione dell’attacco perché rischi di annoiare il lettore. Certo, devi dare tutte le informazioni. Ma non lo devi fare sempre allo stesso modo.

Puoi iniziare un articolo con una sintesi di quello che stai per affrontare, con una citazione, con un attacco diretto al lettore. Quello che ti consiglio è di mantenere sempre un tono personale e di evitare formule particolarmente complesse (metafore, metonimie) e stucchevoli (luogo comune): rischi di annoiare il lettore prima di iniziare la lettura.

La tua esperienza

Lavorare ogni giorno nel mondo del blogging vuol dire trovare sempre nuove idee e reinventare le soluzioni necessarie per iniziare un post, per attirare l’attenzione del lettore e portarlo verso l’articolo con soluzioni differenti. Non puoi e non devi annoiare il lettore: questa è la regola. Il problema può arrivare da un approccio sempre uguale, da un attacco monotono e ripetitivo, ma anche da inutili paragrafi introduttivi.

Corso blogging online di Riccardo Esposito

Il mio punto di vista è semplice: equilibrio. Nel video corso dedicato al mondo del blogging approfondisco l’argomento, ma adesso voglio ascoltare la tua opinione: come inizi di solito gli articoli del tuo blog?

Recommended Posts

Commenta questo articolo

Showing 2 comments
  • Silvia - MadameRenard
    Rispondi

    Interessante la regola della piramide rovesciata.
    non la conoscevo!
    metterò in pratica, grazie!

    • Riccardo Esposito
      Rispondi

      Ciao Silvia, felice che ti sia stato d’aiuto il mio articolo. Userai questo sistema per articolare i tuoi post?

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.