Spaces: in arrivo la chat vocale di Twitter

Twitter sta testando una nuova funzione (che non si sa ancora se sarà un'app a parte o un nuovo ambiente dentro Twitter) che permetterà agli utenti di fare delle chat vocali, stile Clubhouse, in stanze create appositamente.
Spaces chat vocale twitter
Indice dei contenuti

Che cos’è Twitter Spaces

La voce umana può aggiungere a Twitter un nuovo strato di connettività attraverso emozioni, sfumature ed empatia spesso perse nel testo. Lo vediamo con tweet vocali e DM vocali. A volte 280 caratteri non sono sufficienti e la voce offre alle persone un altro modo per partecipare alla conversazione.

Così Twitter introduce una nuova funzione che presto potrebbe essere integrata in tutti profili del popolare social network di micro-blogging.

Nel suo Help Center Twitter spiega in breve cos’è e come funzionerà Spaces.

Spaces è un luogo in cui incontrarsi, costruito attorno alle voci delle persone che utilizzano Twitter, la tua comunità di Twitter. Gli spazi sono attivi fintanto che sono aperti; una volta terminate, non saranno più disponibili pubblicamente su Twitter.

NOTA: Spaces per il momento è aperto solo a un numero ristretto di utenti ed è ancora in fase di beta test. Superato questo step, la nuova funzione verrà integrata nell’app di Twitter (o in un’app separata).

Che cos'è Twitter Spaces

Come usare Twitter Spaces

Sempre nell’Help, Twitter ci fa capire come creare questi spazi vocali di conversazione.

Puoi creare uno Spazio in due modi:

Premi a lungo su Scrivi e quindi tocca la nuova icona Spazi all’estrema sinistra.

Oppure, tocca la tua immagine del profilo in Fleets, scorri fino all’estrema destra e tocca Spazi.

Puoi invitare fino a 10 persone a parlare. Questo è il tuo Spazio per condividere pensieri, inviare emoji e altro ancora.

Puoi selezionare chi può partecipare con i privilegi di parola scegliendo tra tutti, persone che segui o solo persone che inviti a parlare, che ti consente di inviare inviti DM.

Il tuo microfono si spegnerà per iniziare. Quando sei pronto, tocca Avvia il tuo Spazio.

Consenti l’accesso al microfono attivando Consenti accesso al microfono.

Scegli se condividere o meno le trascrizioni attivando o disattivando il pulsante.

Inizia a registrare nel tuo Spazio.

Cose da sapere su Twitter Spaces

  • Per il momento, questi spazi vocali di Twitter sono concepiti come pubblici. Ogni spazio avrà un link pubblico che potrà essere condiviso.
  • Poiché gli Spaces saranno pubblici, chiunque potrà partecipare come ascoltatore. Se si crea uno spazio, i follower del profilo Twitter lo vedranno nel loro feed.
  • La persona che apre uno Spazio ha il controllo su chi può parlare. Può anche rimuovere, segnalare e bloccare altri utenti.
  • Per ora, massimo 10 persone possono parlare in uno Spazio allo stesso tempo.
  • Gli Spazi saranno attivi fintanto che sono aperti; una volta terminati, non saranno più disponibili pubblicamente su Twitter.

Molte di queste caratteristiche erano già state individuate due mesi fa dall’attentissima reverse engineer Jane Manchun Wong.

Di recente Twitter ha comprato Squad e annunciato l’acquisizione di Breaker, servizio di podcast con funzioni social integrate. Gli sviluppatori di queste aziende si uniranno al team che sta lavorando a Twitter Spaces. Il responsabile tecnico di Twitter Michael Montano ha dichiarato in un post che gli sviluppatori di Breaker contribuiranno a migliorare le conversazioni pubbliche di Twitter.

L’azienda continuerà a parlare delle novità di Spaces da un account Twitter dedicato, @TwitterSpaces.

Chi userà Twitter Spaces

Gli spazi vocali di Twitter sembrano una risposta alla polarizzazione che, purtroppo, è sempre più diffusa all’interno dei social network. È sempre più difficile, infatti, al loro interno avviare una vera conversazione, un vero dialogo, confrontarsi quando si hanno idee diverse.

Nelle intenzioni di Twitter gli Spaces saranno dei luoghi in cui qualunque idea potrà avere lo spazio che merita, senza essere sopraffatta dal rumore di fondo. Ma perché questo succeda, la moderazione di queste chat vocali dovrà funzionare come si deve e dovranno essere davvero dei luoghi protetti dove potersi esprimere liberamente.

Quando gli Spaces si estenderanno a tutti gli utenti di Twitter, si potrà misurare il loro impatto nelle conversazioni pubbliche all’interno dei social network.

Inoltre, sarà interessante vedere se anche i brand sfrutteranno questa nuova possibilità di interagire, “a voce”, con i loro clienti e ambassador attraverso il profilo Twitter aziendale. Potrebbe essere l’inizio di una nuova customer care.

Vuoi dare una svolta alla tua carriera o innovare la tua azienda?

Scopri il nostro corso in Web & Digital Marketing

54 ore in aula a Bologna o in live streaming

Piaciuto? Condividilo!

L'autore di questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti gratis a…

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.

Potrebbe interessarti anche...

email marketing automation
Marianna Caravatta

Email Marketing Automation: guida per iniziare

Immagina di poter raggiungere i tuoi clienti con il messaggio giusto al momento giusto, senza dover digitare ogni singola email. Benvenuto nel mondo dell’email marketing automation, dove la tecnologia trasforma la comunicazione in una potente macchina di connessione e conversione. Iniziamo insieme!

musica storie instagram
Giuliana Curato

Come mettere musica nelle Instagram Stories

Le Instagram stories sono uno strumento indispensabile per dare sfogo al nostro estro creativo in modo originale, poiché ci offrono la possibilità di giocare e combinare contenuti visivi e sonori e dare un tocco personale ai nostri contenuti attraverso l’utilizzo della musica. Scopriamo come fare!

google ads ecommerce
Giulia Venturi

Google Ads per e-commerce: strategie, consigli e idee

Hai un ecommerce e hai deciso di promuoverlo con Google Ads? Ottima idea! Ci sono diverse soluzioni interessanti che ti aiuteranno a vendere al meglio: è importante tenere presente che soprattutto per queste tipologie di campagne che sfrutteranno tutta la potenza dell’AI di Google, c’è un importante lavoro manuale da fare. Rimboccati le mani e partiamo!

google business profile
Ilaria Nardinocchi

Google Business Profile

Scopri come il Google Business Profile (ex Google My Business) può potenziare la tua attività locale!
Sei curioso di sapere come il Google Business Profile può aiutarti a raggiungere nuovi clienti e far crescere la tua attività? Leggi l’articolo fino in fondo e scopri tutti i miei suggerimenti!

ottimizzare campagne facebook ads
Luca Bolelli

Ottimizzazione le campagne e il budget di Facebook Ads

Se sei un/una advertiser alla ricerca della performance, che punta a migliorare i risultati delle campagne Facebook Ads e che conosce l’importanza di padroneggiare ogni aspetto del processo pubblicitario online, allora questo articolo fa per te!

Iscriviti gratis a

MakeMeThink

La newsletter di Studio Samo

Ricevi ogni 2 settimane le novità più importanti dal mondo del digital marketing.