In Social Media Marketing

L’esperto di social media Matt Navarra ha twittato questa interessante novità basata su informazioni condivise durante la conferenza 2018 della Online News Association.

Up and Downvotes è il termine tecnico con il quale si misura il gradimento o meno di un post pubblicato su un qualsiasi social e il relativo engagement che può scaturire tra la cerchia di amici e tra le persone che vengono seguite o che seguono un account.

Chiaramente il processo valutativo cambia da social a social non solo perché gli algoritmi chiamati in causa sono diversi, ma proprio per la natura stessa che contraddistingue una piattaforma rispetto ad un’altra.

Basti pensare al discusso aggiornamento dell’algoritmo di Facebook e alle tante fake news che tempestano proprio in questi giorni le bacheche degli utenti dove si invitano gli amici a condividere il post in questione perché altrimenti l’amicizia andrebbe a disperdersi nei meandri del web.

Chiaramente queste “catene di sant’Antonio” non hanno nessuna credibilità, al contrario di quanto riporta invece Matt Navarra che analizza il processo che sta dietro i diversi sistemi di up e downvote.

Il sistema di up e downvote utilizzato da Reddit, ad esempio, è molto meglio di quanto gli algoritmi di Facebook e Twitter si siano mai avvicinati, e la differenza, in questo caso, la fa l’elemento umano.

Facebook, ad esempio, ha cercato più volte di utilizzare i suoi algoritmi per evidenziare i contenuti più rilevanti per gli utenti, ma molte volte il risultato ottenuto non è stato soddisfacente, perché le corrispondenze degli argomenti non erano mirate in modo corretto risultando quasi sempre irrilevanti per la maggior parte degli utenti e andando a creare una situazione di disagio e di insofferenza negli utenti stessi.

Ecco perché Reddit vince la partita, proprio perché se nella applicazione clicchi sulla scheda “Popular” si visualizza un’ottima panoramica delle principali tendenze del giorno, potendo controllare una vasta gamma di contenuti interessanti.

Ma torniamo alla notizia principale con Twitter che sembra aver preso in considerazione la possibilità di realizzare qualcosa di simile, cercando di fornire ai propri utenti una rassegna di notizie il più possibile pertinenti ai loro interessi e alle loro ricerche e che sia “influenzata” dal voto positivo o negativo lasciato precedentemente dagli altri utenti.

Ciò che ha ideato Reddit sembra comunque essere ad oggi la scelta vincente perché la maggior parte dei post che su Twitter appaiono nelle singole timeline non sono legate ad argomenti in cui si è registrato un precedente interesse e quindi il nuovo sistema dovrebbe prestarsi a scoprire gli aggiornamenti più rilevanti che, come dicevamo, in Reddit sono anche soggetti a moderazione umana.

Insomma … va bene l’utilizzo che fa Facebook, come dicevamo nei giorni scorsi, della IA che aiuta in tempo reale i programmatori e gli ingegneri a trovare e correggere i bug interni, ma il concetto che sta prendendo piede all’interno di altri social è che non tutto può essere lasciato in mano alle intelligenze artificiali.

La preoccupazione dei downvotes su Facebook è che potrebbero essere usati come elemento negativo in termini di cyber-bullying, e certamente è una preoccupazione valida e significativa e, date queste preoccupazioni, ha senso per Facebook avere qualche esitazione su un possibile strumento di downvote.

Al contrario, invece, proprio per la natura di versa che contraddistingue l’idea che ha portato alla nascita di Twitter, il processo di voto su/giù per i tweet potrebbe avere molto senso.

[via socialmediatoday.com]
Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.