In Social Media Marketing

Arrivano i risultati di un recentissimo studio condotto da RichRelevance, azienda leader nell’analisi di mercato per l’e-commerce, sugli acquisti online derivanti dai Social Network:

Non sorprendentemente, Facebook domina come traffico di rinvio ad altri siti di vendita al dettaglio, ma c’è una sorpresa… gli utenti Pinterest spendono di più!

Facebook è dominante come fonte di traffico on line, i rivenditori e gli acquirenti che entrano in siti di vendita al dettaglio via Facebook navigano più pagine e acquistano di più, ma gli acquirenti spinti a tali siti tramite Pinterest spendono di più, secondo un’analisi condotta su quasi 700 milioni di sessioni di shopping online sui principali siti americani di vendita al dettaglio.

I principali risultati della studio di RichRelevance includono:

  • Facebook è stato di gran lunga la fonte dominante tra i social media nelle sessioni di shopping, con l’85,8 %, seguito da Pinterest con l’11,3 %, e Twitter col 2,9 %.
  • Gli acquirenti che sono arrivati alle pagine di vendita al dettaglio tramite Facebook hanno visto quasi sette pagine per visita, a fronte di poco più di quattro per Pinterest e sotto le tre per Twitter.
  • In termini di conversione di queste visite in vendite, Facebook ha la meglio ancora una volta, con un tasso di conversione del 2,63 %, seguito da Twitter con il 1,09 per cento, e Pinterest con lo 0,93 per cento.
  • Tuttavia, gli utenti guidati ai siti di e-commerce da Pinterest hanno speso molto di più, con un valore medio degli ordini di 168,83 dollari, di gran lunga superiore ai 94,70 dollari per Facebook e 70,84 dollari per Twitter.

Che cosa impariamo da questi dati? Mentre per quanto riguarda Facebook è facile comprendere le motivazioni, non sappiamo esattamente perché gli utenti di Pinterest sono portati a spendere di più. Una cosa però è certa: ogni social network promette un nuovo modo di collegare i consumatori con rivenditori e marche. Tuttavia, non tutti i canali nello spazio “social” sono stati creati uguali. Aziende e marchi devono comprendere come sfruttare i social network capendo le differenze e sfumature di ciascun canale, la risonanza che hanno sui consumatori e come i marketers possano sfruttare ciascuno a suo modo unico. Questa infografica (in inglese) fornisce un aiuto ad una migliore comprensione.

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

Per i lettori: secondo voi perché il valore medio degli ordini di utenti di Pinterest è molto più alto di quello di Facebook o Twitter? Dite la vostra opinione commentando questo articolo!

Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.