In Social Media Marketing

Rullo di tamburi. LinkedIn ha da poco pubblicato la nuova lista delle dieci pagine aziendali più seguite sulla piattaforma. E, come ben potete immaginare, non c’è alcun risultato che possa stupire. Tutto è esattamente come ce lo aspettavamo.

Ecco l’elenco:

  1. TED Conferences (12.5 milioni di followers)
  2. Google (12.1 milioni di followers)
  3. Amazon (8.6 milioni di followers)
  4. LinkedIn (8.2 milioni di followers)
  5. Microsoft (7.8 milioni di followers)
  6. IBM (6.4 milioni di followers)
  7. Unilever (6.2 milioni di followers)
  8. Nestlé (6 milioni di followers)
  9. Accenture (4.4 milioni di followers)
  10. Facebook (4.4 milioni di followers)

Come già anticipato, nessuna sorpresa. Solo una lista di colossi del settore tecnologico, multinazionali e conferenze TED. Ma se questa classifica ci risulta banale, ben più interessante è l’elenco di suggerimenti rilasciati da LinkedIn ai brand di ogni settore. Basandosi sulle prestazioni di questi dieci colossi, la piattaforma ha identificato una serie di punti chiave importanti per incrementare il successo di una pagina aziendale. Vediamo allora di cosa di tratta.

Pubblicare contenuti video

La stessa piattaforma ha affermato che “i contenuti video sono altamente integrati nel mix di contenuti di queste pagine LinkedIn, e che questi post tendono a posizionarsi tra quelli più performanti”. Più nello specifico, LinkedIn ha notato che queste pagine pubblicano video “con tempi di esecuzione brevi, collegamenti che attirano l’attenzione, e didascalie per chi vede i contenuti senza audio”. Anzi, la nuova frontiera della piattaforma sembrerebbe essere rappresentata dell’opzione di live streaming, seppur riservata soltanto ad alcune pagine aziendali.

Essere socialmente responsabili

A quanto pare, il grande successo di molte pagine aziendali è legato alla scelta di mettere in evidenza responsabilità sociali, sostenibilità e altre pratiche socialmente utili. In questo modo, le pagine riescono ad entrare maggiormente in connessione con le proprie comunità sui social.

Diversità e inclusione

Secondo LinkedIn, “le persone vogliono seguire e fare affari con organizzazioni che condividono i propri valori. L’uguaglianza è una priorità per molti in in un certo senso, e molte delle compagnie elencate stanno prendendo posizioni illuminate su queste materie“.

Evidenziare esperti interni

LinkedIn sostiene che tutte queste compagnie cerchino costantemente di mettere in evidenza le competenze dei propri dipendenti. A quanto pare, questo aumenterebbe la connessione tra brand e pubblico, grazie all’utilizzo dell’escamotage di dare un volto al marchio stesso. Tra l’altro, questo potrebbe attirare anche nuovi talenti, curiosi di lavorare in una grande azienda che assicura una crescita professionale (e non solo).

Mettere in evidenza l’innovazione

A quanto pare, le pagine selezionate da LinkedIn ottengono successo anche perché utilizzano “modi creativi ed avvincenti per condividere i propri piani e progressi”. E quest’azione, semplice eppur lungimirante, aiuta i brand a posizionarsi come leader del proprio settore.

C’è anche da ammettere che compagnie tanto grandi hanno a disposizione risorse e strumenti utili per realizzare contenuti ad hoc. Certo, lo stesso non è fattibile per le piccole imprese, ma senza dubbio questi concetti chiave possono essere utili per chiunque voglia ottenere ottimi risultati sulla piattaforma.

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

[ via socialmediatoday.com ]
Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.