In Social Media Marketing

Proprio questa settimana Facebook ha annunciato l’espansione delle funzionalità di due tool di interazione e coinvolgimento degli utenti: i tag “Breaking News” per gli editori e la sezione “Today in” delle notizie locali all’interno del News Feed. Due novità interessanti, che vanno inserite nel più ampio aggiornamento della community, da sempre protagonista assoluta della piattaforma. Ma vediamo più nel dettaglio in cosa consistono questi specifici aggiornamenti.

I tag “Breaking News”

Negli ultimi mesi, abbiamo seguito un test che ha permesso ad oltre 100 editori di notizie di Nord America, America Latina, Europa, India ed Australia di identificare ed etichettare i post come “Breaking News” su Facebook. Abbiamo scoperto che le persone interagivano più attivamente con le storie targate come “Breaking News”, dimostrandoci che questo prodotto aiuta gli utenti a trovare le notizie che sono importanti per loro“.

Così la società di Zuckerberg ha annunciato l’espansione dell’etichetta “Breaking News”, che a breve sarà disponibile per gli editori di Australia, Francia, Germania, Messico, Spagna e Regno Unito. Anzi, pare che Facebook stia lanciando un test specifico in Europa ed Asia, con l’intento di misurare la risposta del pubblico dei confronti della nuova funzionalità.

Ma questo aggiornamento sembra essere utile soprattutto per gli editori. Tenendo conto delle modalità con cui l’algoritmo ordina i post nel News Feed, Facebook non si è mai rivelato uno strumento utile per ricevere notizie in tempo reale. L’etichetta “Breaking News” permette allora di incrementare il coinvolgimento e l’interazione degli utenti, due elementi ben riconosciuti dall’algoritmo stesso. Che questa novità possa allora rendere Facebook una piattaforma di notizie dell’ultimo minuto?

La sezione “Today In”

Prima nuova espansione per la sezione “Today In” all’interno del News Feed di Facebook. In questi giorni, oltre agli Stati Uniti, l’opzione sarà infatti disponibile per ben dieci città australiane. La sezione raccoglierà una serie di aggiornamenti e notizie locali, tra cui: “Post migliori dalle Pagine della tua area”, “Articoli recenti dalle pubblicazioni locali”, “Eventi futuri” e aggiornamenti dalle scuole della zona.

Una funzionalità alquanto utile, che ben si sposa con il tentativo di Facebook di stimolare la partecipazione degli utenti attraverso la proposta di contenuti utili. Uno studio commissionato dalla piattaforma ha infatti dimostrato che un “consumo passivo” dei contenuti dei social media può rivelarsi dannoso per la salute mentale, viceversa un’interazione attiva potrebbe apportare benefici importanti all’utente. È chiaro che Zuckerberg voglia muoversi verso una versione più utile di Facebook, in tutti i sensi. Riusciranno queste nuove funzionalità a farcela?

[ via socialmediatoday.com ]

 

 

Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.