In Web Advertising

Suona ripetitivo, lo so, eppure Instagram è oramai uno strumento commerciale fondamentale per le aziende. Uso qualche dato per rendere bene l’idea: l’80% degli utenti segue almeno un brand e ben il 75% dichiara che un annuncio pubblicitario sulla piattaforma lo influenza nel visitare un sito o completare un acquisto. Percentuali da capogiro, che ben spiegano perché oltre 2 milioni di inserzionisti mensili dia la priorità agli annunci di Instagram.

D’altronde, il social rende piuttosto facile convertire gli utenti che visualizzano gli annunci in veri e propri clienti. Merito non solo di una massiccia base di utenti attivi ogni mese (più di un miliardo), ma anche degli strumenti che consentono di targettizzare il proprio pubblico per poterlo raggiungere con messaggi personalizzati. Questo non significa che sia facile pianificare una campagna pubblicitaria su Instagram. Dovrete distribuire il budget con grande attenzione e impostare gli annunci in modo tale da raggiungere le persone giuste al momento giusto. Nulla di impossibile, soprattutto se avrete l’accortezza di seguire questi sei consigli utili per strutturare al meglio la vostra strategia pubblicitaria sulla piattaforma.

Ricordate la regola del 70/30

Se è vero che è molto importante pianificare (con cura) la distribuzione del budget, c’è anche da considerare che è necessario essere flessibili e reattivi. Quando un post entra in contatto con il pubblico in un modo che non vi aspettavate, è importante cogliere le opportunità che offre e massimizzare il suo potenziale di successo. E un ottimo modo per farlo è ricordare la regola del 70/30: il 70% del budget va destinato ai costi fissi della pubblicità su Instagram, mentre il 30% va lasciato da parte per la cosiddetta “spesa fluida”.

Questo 30% può essere utilizzato per promuovere i post o creare altri annunci Instagram che vi permettano di reagire/rispondere all’alto engagement che state ricevendo, oppure ad un evento inaspettato che genera più interessa verso il vostro prodotto. Se non si utilizza totalmente il 30%, potrete andare a rimpinguare quella parte in un secondo momento.

Scegliete intelligentemente la tempistica

Oramai è abbastanza risaputo: se volete ottenere massime visibilità ed engagement dai vostri post, dovrete considerare quali sono i giorni e gli orari più efficaci per il vostro pubblico. In questo senso, è ovvio che ogni settore abbia le sue tempistiche e tenda a dare il meglio di sé in momenti diversi della giornata. Diventa allora fondamentale effettuare una ricerca che permetta di capire le migliori combinazioni possibili tra giorni ed orari. E man mano che la vostra campagna pubblicitaria va avanti, avrete la possibilità di analizzare i dati e ottimizzare la vostra pianificazione.

In ogni caso, il giorno migliore per postare tende ad essere il giovedì. Il martedì e il mercoledì tendono a produrre il cosa-per-click più elevato, mentre i post pubblicati il mercoledì alle 15.00 assicurano una risposta ottimale per una campagna pubblicitaria. Chiaramente, ogni settore ha i propri tempi: i beni di consumo, ad esempio, hanno prestazioni migliori tra le 11.00 e le 13.00 di sabato, mentre hanno poche visualizzazioni il lunedì, quando le persone sembrano essere troppo impegnate con lo shopping online.

Connettetevi con il vostro pubblico

Creare un’esperienza personale per il pubblico è di fondamentale importanza per stabilire una vera connessione, ed incrementarne coinvolgimento ed engagement. La segmentazione del pubblico si dimostra allora una soluzione ottimale per creare messaggi ben personalizzati che lo attirino. Il nostro consiglio è allora quello di utilizzare gli strumenti giusti per targettizzare i clienti su Instagram attraverso l’intera esperienza di vendita. Tra l’altro, gli annunci dinamici consentono un’ulteriore segmentazione e messaggi ben personalizzati per gli utenti, sulla base dei prodotti che hanno visto in passato su post e IG stories. Ricordatevi anche sempre di aggiornare gli annunci, così da evitare che il pubblico possa annoiarsi e stancarsi (o addirittura infastidirsi) a forza di visualizzarli.

Siate intelligenti

Come sapete, Instagram offre inserzioni sia nel Feed principale sia nelle Stories. Dove decidete di piazzare i vostri annunci pubblicitari dipende dal vostro pubblico, che sia chiaro. Ma fatevi furbi, in tal senso. Gli annunci tra le storie sono meno costose rispetto a quelli del Feed, ad esempio. Se i vostri clienti hanno l’abitudine di interagire maggiormente con le Stories, allora vi conviene piazzare qui le vostre promozioni, così da ottenere il massimo risultato con la minima spesa. Inoltre, fate attenzione anche ai post organici che hanno riscosso maggiore successo: se un contenuto di questo tipo va bene, significa che il messaggio o l’immagine si adatta alla perfezione alle richieste del pubblico. A questo punto, l’idea di promuovere il post ha senso perché consente al messaggio (già di successo) ad ottenere ancora maggiore visibilità e raggiungere un pubblico più ampio.

Seguite messaggi e commenti

È importante che la vostra compagnia sia abile nel dare il giusto seguito ai commenti e ai messaggi del pubblico. Nonostante sia buona educazione interagire con gli utenti, soltanto 1 brand su 10 è solito rispondere ai contatti. Un errore da non commettere, sia chiaro. Fare pubblicità su Instagram, infatti, non significa soltanto investire il proprio budget nelle sponsorizzazione, ma anche rispondere ai commenti e ai messaggi degli utenti, così da accompagnarli verso la fase della conversione.

Questo suggerimento va tenuto assolutamente in considerazione, dato che ben il 71% delle persone conclude un acquisto dopo aver avuto un buon rapporto con il brand sui social media. Purtroppo, solo pochissime aziende sfruttano questa opportunità, che invece potrebbe regalare grandi soddisfazioni: ascoltando il vostro pubblico, avrete modo di di incrementare engagement, conversioni ed entrate. Prestateci attenzione, mi raccomando.

Chiedete aiuto

Pianificare una strategia di marketing per Instagram è un’impresa non facile, che richiede un importante lavoro di squadra. Per fortuna, nel corso degli ultimi anni, sono sempre di più gli strumenti tecnologici che vengono in aiuto agli esperti del settore, così da permettergli di costruire una campagna dal successo assicurato. Cercate allora di portare il vostro brand ad un livello più alto utilizzando pubblicità programmata, prospezione e retargeting per accompagnare i clienti nel processo di vendita, ottenere un ROAS più forte e ottenere migliori risultati dai vostri investimenti.

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

[ via einsteinmarketer.com ]
Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.