In Web Advertising

Copy e visual per FB Ads: argomento decisivo per muoversi bene su Facebook. Perché nella maggior parte dei casi si lavora a caso, senza una regola. O lasciando scegliere i testi e il visual al proprio gusto personale. Che non è un problema o un limite, questo è chiaro.

Non bisogna mai perdere di vista l’importanza delle proprie competenze e, perché no, dell’istinto. Ci sono copywriter che riescono a trovare le parole giuste in un attimo. Lo stesso vale per il visual: un bravo designer può creare una grande immagine di anteprima con pochi click.

Ma basta questo? È sufficiente saper scrivere e usare Photoshop per creare copy e visual per FB Ads? Non credo, sulle pubblicità di questo social network devi ottimizzare con metodo.

Ecco perché le opportunità sono collegate alla creazione dell’inserzione. Ci sono importanti metriche da monitorare, e norme decisive per definire il target. Però le regole si intrecciano con la creatività e ti permettono di creare messaggi efficaci. Qualche consiglio? Continua a leggere.

Mostra benefici, non caratteristiche tecniche

Sai a cosa serve il visual in un buon advertising? Mostra l’oggetto del desiderio, l’hero shot. Vale a dire la rappresentazione visual di ciò che stai vendendo in modo da generare un desiderio. La chiave di volta per ottenere buoni risultati? Mostrare benefici, metti in risalto il soggetto/oggetto che può diventare un riferimento per chi si trova dall’altra parte dello schermo.

Quando devi pubblicizzare un prodotto puoi fare in modo che ci sia la sua funzionalità principale in bella mostra. Se stai sponsorizzando un servizio devi fare in modo che sia l’obiettivo finale ad emergere. Ad esempio puoi mostrare dove ti troverai se accetterai l’offerta speciale.

Esempi copy e visual per FB Ads

Il visual e il copy delle pubblicità.

Questo funziona bene per una compagnia viaggi. Prova a evidenziare cosa otterrai accettando l’offerta di una palestra. Insomma, usa il visual per mostrare i benefici. Anche quelli più banali: vederli è diverso, attivano un parallelismo che puoi sfruttare in modo diverso rispetto al copy.

Da leggere: dettagli che i copywriter usano per raggiungere il lettore

Non perdere tempo, vai subito al punto

Questo vale per il copy e per il visual: targettizza, lavora sui test e fa’ in modo che scrittura e immagini siano un’unica cosa per raggiungere lo scopo nel modo migliore. Individua la CTA, scegli l’immagine più efficace, e inizia le varie combinazioni. Senza dimenticare il punto essenziale.

Non perdere tempo, punta subito verso ciò che vuoi raggiungere. Forse non avrai altre occasioni per ottenere il risultato sperato. Devi essere implacabile con copy e visual per FB Ads.

Usa le call to action in modo intelligente

Sai bene che per avere un vantaggio concreto con le tue Facebook Ads puoi usare le call to action. Vale a dire un invito all’azione, una frase capace di spingere le persone a fare qualcosa. Ad esempio cliccare per prenotare, acquistare, scaricare, visualizzare. Dipende da ciò che serve. Come deve essere questa call to action per raccogliere buoni frutti? Ecco qualche idea.

Usa una forma attiva, un verbo imperativo, punta verso l’urgenza e la necessità di accettare subito l’offerta. Rafforza il bisogno con cifre in grado di spingere verso la scelta (percentuali di sconto, numero di posti rimasti). Ma soprattutto ricorda che la personalizzazione può fare la differenza.

copy e visual per FB Ads

Le CTA personalizzate hanno ottimi risultati

Come suggerisce questo grafico di Hubspot, le CTA personalizzate sono veramente efficaci. Quindi, organizza le tue pubblicità pensando al target. Non usare lo stesso copy per qualsiasi inserzione, cerca di adattare le parole ai bisogni e ai desideri di chi vuoi raggiungere.

Non ti fidare mai delle regole sulla lunghezza

Sai cosa significa questo? Di solito si dice che la lunghezza di un advertising debba essere minima. Nel senso che i testi lunghi non funzionano. È vero? Dipende, è sempre il test a dare una prova concreta di ciò che funziona e ciò che invece è meglio non seguire. Questo vale per la lunghezza del copy ma non solo. Ti consiglio di leggere questo post dedicato agli A/B test per migliorare le prestazioni delle tue campagne Facebook.

Usa il visual per aumentare i contenuti

Un tempo c’era la griglia che imponeva una percentuale di testo al visual. Ora questo limite è stato rimosso ma Facebook suggerisce di non esagerare con le scritte sulle immagini. D’altro canto puoi usare questa soluzione per imporre all’attenzione informazioni importanti.

Questo è possibile grazie ai programmi di fotoritocco, io uso con buoni risultati Canva. Sto parlando di un tool gratuito (con versione a pagamento) capace di creare delle grafiche su misura. Pensate per siglare il miglior risultato possibile. Hai diversi modelli a disposizione e font di svariate misure. Nella sezione cloud puoi salvare i tuoi modelli e avere sempre la creatività giusta con te.

Prendi in considerazione Facebook Canvas

Sai qual è uno dei formati pubblicitari più interessanti per incrociare social media marketing con copywriting e visual storytelling? La risposta è semplice: Facebook Canvas, vale a dire una combinazioni di immagini, video e testo che segue una logica narrativa studiata per il mobile.

Facebook Canvas

Facebook Canvas è perfetto per unire l’approccio pubblicitario ai funambolismo di copy e visual, nel tentativo di trasformare la pubblicità in una storia. Considerando il formato offerto in questo caso, il consiglio è quello di seguire i pilastri della semiotica visuale rispetto alle sequenze:

  • La causa degli eventi si trova in alto a sinistra.
  • Gli effetti delle azioni in basso a destra.
  • Dall’alto verso il basso si svolge la storia.

In base a questi principi puoi sfruttare headline, immagini, video e inviti all’azione per spingere le persone verso ciò che desideri. Se vuoi usare la forza dello storytelling visuale puoi e devi accogliere questo formato pubblicitario che punta tutto sulla creatività. E, ovviamente, sul mobile.

Da leggere: 10 semplici consigli per scrivere bene sui social

Copy e visual per FB Ads: opinioni?

In questo articolo ti ho lasciato una serie di combinazioni per creare dei post di qualità da inserire come pubblicità su Facebook. Chiaro, tutto quello che è stato scritto deve essere declinato in base al tipo di advertising scelto e agli obiettivi da raggiungere.

Qui ci sono dei principi utili in molte occasioni. Soprattutto per fare leva sul binomio copy e visual per FB Ads. Tu sei in linea con questa necessità? Come ti muovi? Lascia la tua opinione qui.

Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.