In Visual Storytelling

Parlando di cucina, lo scatto perfetto è quello in cui guardando la foto del piatto ti viene l’acquolina in bocca. Servono poche regole e tanta pratica.

 

Bar, ristoranti, alberghi, pizzerie: ovunque vai trovi gente che fotografa primi, secondi, contorni, dolci e caffè. Anche questo è Visual Storytelling. Anzi è doppio!

Si prendono due piccioni con uno scatto e una condivisione (di solito su Instagram): lavori sul tuo personal branding e su quello del locale in cui ti ritrovi a fotografare.

Ma non tutti gli scatti sono ugualmente apprezzati dal popolo del web, te ne sarai già accorto. E non lo sono perché in realtà gli scatti sono diversi: è evidente che uno esprime emozione e fa vibrare tutti i sensi e l’altro no.

Partendo dal presupposto che non siamo tutti fotografi, ci sono comunque delle regole da seguire per assicurarsi lo scatto migliore.

Regola #1 | Buona luce, bella foto

Gli scatti migliori sono quelli fatti con la luce naturale e che non necessitano di filtri e modifiche. Quindi prediligi gli ambienti molto luminosi, ma evita il sole diretto sul soggetto che vuoi fotografare.

Per rendere più appetitosi e stuzzicanti i tuoi piatti, la retroilluminazione è ciò che fa per te: rende consistente la pietanza, visibili vapore e fumo e fa venire l’acquolina in bocca.

E se vuoi scattare dall’alto, per far spiccare i piatti fai che lo sfondo sia tutto bianco o tutto nero (se non lo è la tovaglia, organizzati in qualche modo).

Torta magica alle arance rosse

Regola #1 | Buona luce, bella foto

Regola #2 | Meno è meglio

Non ti dico che lo scatto di un piatto debba essere affrontato come un ritratto, ma… di sicuro è buona regola evitare le distrazioni: quindi sposta gli oggetti di contorno che non completano, non arricchiscono o cozzano con la tua immagine.

Se vuoi fotografare un piatto poco attraente (leggi vellutate, brodini vegetali, passate di legumi, “brutti ma buoni”), prova ad inquadrarlo solo in parte e aggiungere sullo sfondo qualche elemento che completa (ad esempio un bicchiere di vino, una bruschetta, l’ingrediente principale crudo). In questo modo, gli oggetti di scena ti aiuteranno a esaltare la genuinità dello scatto.

Torta di pane (al cacao)

Regola #2 | Meno è meglio

Regola #3 | Cambia prospettiva

Le inquadrature perpendicolari o parallele ai piatti sono da utilizzare in casi particolari (più che altro per effetti scenografici da parte dei Brand). Nel resto dei casi, scegli un angolo “morbido” tra i 35 e i 45 gradi (dall’alto si intende!) per poter giocare con la prospettiva e mettendo a fuoco ciò che conta.

Frollini con confettura di ciliegie

Regola #3 | Cambia prospettiva

[Bonus Tips] E non dimenticare che i colori giocano un ruolo fondamentale nel rendere sensazionale uno scatto: ci vuole “equilibrio”. Quindi nelle foto di cibi estivi tendi ad utilizzare toni freddi del blu e verde, per pane e dolci invece quelle più calde dell’arancione, rosso e mattone.

Certo l’attrezzatura professionale aiuta, ma a giudicare da quello che vediamo sul web oggi, può essere emozionante anche lo scatto da uno smartphone: tutto è relativo. Relativo al momento, all’emozione con cui lo si vive, alla luce che lo rende magico.

E allora lasciati ispirare dalle immagini professionali e poi scatta, scatta e scatta.

Ti lascio con qualche esempio direttamente da Pinterest e da Instagram da cui trarre ispirazione. E ti auguro buona esplorazione!

Su Pinterest segui Gianni Luigi di Oggi pane e salame (da cui sono tratte le immagini viste sopra)

Gianni Luigi | Oggi pane e salame

Su Instagram guarda Comodo Menu e ispirati!

Comodo Menu | Comodonyc

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

Post suggeriti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.