In SEO

Nel 2019 avere dei link che puntano ad un sito web non è più sufficiente perché la qualità conta sempre di più. Cosa sono i link di alta qualità nel 2019? Come si ottengono backlink di alto livello?

Se giorni fa abbiamo sfatato gli 8 miti della link building sbagliati, oggi cercheremo di capire come si fa ad individuare i link di alta qualità e di conseguenza riuscire a ottenere un backlink da questi siti web top level.

Sappiamo bene che i link nascono con uno scopo ben preciso: aiutare gli utenti ad ottenere informazioni rilevanti su internet. Sappiamo ancor meglio che tra gli oltre 200 fattori di ranking i link vengono menzionati tra i primi tre più importanti insieme ai contenuti e al RankBrain.

Per questo motivo un link non può essere uguale ad un altro, e Google questo lo sa molto bene, tanto che tiene conto non solo del numero di backlink che riceve un sito web, ma soprattutto della loro qualità.

Purtroppo, alcuni SEO, nella fretta di far apparire i loro siti come “importanti” agli occhi dei crawler dei motori di ricerca, investono sulla quantità e non sulla qualità, acquisendo link di bassa qualità.

La costruzione di link di alta qualità, tuttavia, è l’unico modo per ottenere risultati desiderabili e nel manuale dei backlink abbiamo approfondito gli aspetti principali, ricordando, ad esempio, le tecniche di black hat che, se individuate dai motori di ricerca, potrebbero portare a sanzioni e distruggere la reputazione.

Uno studio del 2018 condotto da Assertive Media su 230 agenzie britanniche che si occupano di link building ha scoperto che nove su dieci usano senza scrupoli tecniche black hat.

Come si determinano i link di alta qualità

Di seguito sono riportati tre fattori che determinano la qualità del link.

a) Autorità della pagina di collegamento

L’autorità della pagina che si collega ad un sito web è importante per Google. La logica è che se una pagina autorevole ha notato un contenuto “per forza” questo deve essere di impatto e rilevante. Questa autorità è chiamata PageRank.

b) Autorità del sito di collegamento

L’autorità del sito web di collegamento è anch’essa un’indicazione importante per Google. Analogamente all’autorità della pagina, anche l’autorità del sito web viene misurata, nel caso specifico in base alle scale di valutazione del dominio (DR) e dell’autorità del dominio (DA).

c) Rilevanza del contenuto

Il PageRank e l’autorità di dominio non hanno alcun valore se il contenuto di un sito web è irrilevante. Per esempio, la prospettiva di ottenere un link da NYTimes.com sembra incredibile. Tuttavia il link è inutile se l’oggetto dell’articolo non si riferisce all’oggetto del sito web. Questo perché alla base di tutta la link building c’è la rilevanza delle informazioni utili all’utente. Se un link non porta nessuna utilità all’utente, anche il link stesso verrà valutato scarso a prescindere dalla fonte dove è stato pubblicato.

Come si ottengono link di alta qualità nel 2019

Non è un segreto che la link building di alta qualità è ancora oggi una delle competenze SEO più importanti.

Per ottenere un link che soddisfi tutti e tre i criteri sopra citati e farlo in modo coerente acquisendo link di alta qualità, lo sforzo è decisamente importante. Bisogna spendere una grande quantità di tempo e fare le cose nel miglior modo possibile.

Ecco alcune tra le pratiche più efficaci che possono essere fatte per ottenere link di alta qualità nel 2019

1. Pubblicare i contenuti in modo strategico

Il content marketing è il fulcro della link building di qualità. Prima che arrivino i backlink è necessario fornire contenuti originali, utili e di alta qualità.

Secondo Backlinko i contenuti che convertono di più in termini di link building sono le immagini, i list post, i research data e le guide contenenti approfondimenti. Con una solida strategia di content marketing è possibile distribuire i vari tipi di contenuti su una vasta gamma di siti di alto livello. In definitiva una strategia espressamente dedicata ai contenuti servirà non solo all’utente finale ma permetterà di ottenere link di alta qualità dalle fonte che citeranno il post pubblicato.

Nel 2015 Sarchenginewatch.com pubblicò un articolo molto approfondito sull’Effective Inbound Marketing dove invitò i più noti esperti di link building internazionali ad esprimere direttamente le loro opinioni.

Quest’articolo che ha trovato il suo pieno compimento dopo mesi di lavoro ha generato migliaia di backlink organici perché ha risposto ad un problema reale, tanto che i noti esperti hanno condiviso l’articolo con i loro follower.

2. Utilizzare l’email outreach

Nella link building si parla quasi sempre di recupero dei link, ricerca inversa delle immagini, ecc, e tra le tante strategie l’email outreach trova la sua ragione di essere.

Ancor oggi raggiungere le persone via e-mail è un’ottima strategia per acquisire link. Cosa fondamentale è non finire nella casella di spam, e onde evitare tutto ciò è sempre bene personalizzare l’e-mail che verrà inviata.
Lo scopo principale è sempre volto a risolvere un problema reale e non a pubblicare un contenuto generico.

3. Essere attivi nelle community online

Essere presenti su diverse piattaforme online consente di creare un profilo contenente un link al proprio sito web. Prendiamo ad esempio Product Hunt, la community in cui gli utenti si incontrano per discutere le ultime tecnologie. Questo è un sito web che ha DA 75. Tutto ciò che serve per ottenere un link da esso è la creazione di un profilo. Per ottenere i migliori risultati questo chiaramente non basta e quindi bisognerà essere attivi nella community rivedendo i prodotti, commentando e soprattutto pubblicando regolarmente del nuovo contenuto.

Crunchbase è una comunità simile di persone che vogliono rimanere sempre informate sulle ultime novità digitali. Creando un account, si ottiene automaticamente un link di alta qualità con DA 91. Come detto sopra anche in questo caso più si è attivi più si beneficerà della potenza del proprio account. Queste e altre comunità online sono una preziosa fonte di link di alta qualità ma, come abbiamo detto, bisogna essere costantemente attivi per ottenere i massimi risultati.

4. Ottimizzare il proprio sito web

La cattiva progettazione del sito web è uno dei mali maggiori quando parliamo di SEO.

Un classico esempio è la frequenza di rimbalzo: se molte persone appena accedono ad un sito web abbandonano in pochissimi secondi il sito stesso Google lo prenderà come un segnale di servizio scadente.

Un altro fattore è la velocità del sito web. La ricerca mostra che il 47% degli utenti non aspetta più di due secondi per caricare un sito web.

È inoltre necessario prendere in considerazione la diversità dei dispositivi che le persone utilizzano per accedere ai tuoi contenuti, ed ecco perché nel 2019 è fondamentale ottimizzare il proprio sito web per i dispositivi mobili, come gli smartphone, in quanto una notevole quantità di traffico proviene continuamente da essi. Smartphone e tablet rappresentano oltre il 61% del traffico Internet.

Avere un sito flessibile e modificabile velocemente è altrettanto fondamentale, perché permette di rimanere sempre al passo con le esigenze dei consumatori, così da seguire costantemente le nuove tendenze man mano che nascono.

Per più di due decenni, ed ancor oggi la link building è stata per molti una solida strategia SEO. Permetteteci di dire che difficilmente questa strategia potrà cambiare nei prossimi anni.

Quindi se si spera di avere successo on line è necessario imparare a riconoscere un link di alta qualità ma, cosa ancora più importante, come riuscire ad ottenerlo gratuitamente.

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

[via searchenginewatch.com]
Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.