In SEO

Una nuova funzione è stata lanciata silenziosamente nella Google Search Console per i siti che contengono prodotti. Un vero e proprio tool per controllare come Google gestisce i markup e non solo.

Più volte negli ultimi mesi abbiamo scritto di come la Google Search Console stia diventando un vero e proprio tool per fare l’audit di un sito web.

Google sta investendo molto in questo settore perché, oggi più che mai, avere un sito web non curato e non perfettamente indicizzato è sinonimo di trascuratezza.

Una trascuratezza che a Google non è mai piaciuta, ed è per questo motivo che da qualche mese a questa parte è stato iniziato un percorso rivolto non solo ai SEO e ai webmaster, ma più genericamente a tutti i proprietari dei siti, cercando di far capire loro che un sito con errori e/o vulnerabilità difficilmente sarà competitivo.

E senza grandi clamori in questi giorni la Google Search Console ha aggiunto una nuova sezione alla sezione miglioramenti del set di strumenti denominato “Products”. Questa nuova sezione aiuta a vedere come funziona il product markup nei risultati di ricerca di Google.

La sezione “prodotti” si unisce così a tutta una serie di altre categorie già presenti e sempre rivolte al miglioramento dei siti web, tra cui annunci di lavoro, ricette, markup Q&A, AMP, usabilità mobile e altri ancora.

Come si presenta il set di strumenti per gestire i “Prodotti” nella Google Search Console

Ecco una schermata della Google Search Console che mostra alcuni reporting data all’interno della sezione prodotti.

 

Come si vede nello screen pubblicato da searchengineland.com nella sezione dettagli il report mostra gli errori (zero), un markup valido che ha avvisi e quindi il numero totale di URL validi.

Come funziona il set di strumenti

Per visualizzare il set di strumenti per gestire i “Prodotti” nella Google Search Console è necessario, prima di tutto, che il sito web contenga almeno un prodotto, al quale è necessario aggiungere il product markup.

Il markup del prodotto può essere utilizzato sia sulla pagina prodotto che descrive un singolo prodotto o su una shopping aggregator page che elenca sia un singolo prodotto che le informazioni sui diversi venditori che offrono quel prodotto.

Ben si capisce l’importanza del nuovo set che, grazie a queste funzioni, aiuta a migliorare le performance dei siti di e-commerce, agevolando la gestione del markup del singolo prodotto.

Con questo report i gestori di e-commerce possono capire rapidamente quali problemi hanno con il loro markup del prodotto e andare a risolverli in tempo reale.

Google guida il webmaster attraverso la correzione, la convalida e l’invio del nuovo markup a Google, il tutto semplicemente attraverso l’utilizzo della Google Search Console.

Come aiutare i clienti a trovare i prodotti su Google

Nel suo Webmaster Central Blog Google ha pubblicato un post dal titolo “Help customers discover your products on Google” che descrive questa nuova funzionalità insieme a due ulteriori funzioni aggiuntive per l’inserimento dei dati dei prodotti in Google:

(1) Search Console: Come descritto sopra, c’è questo nuovo report.

(2) Merchant Center: I feed dei dati prodotti caricati su Google Merchant Center potranno ora essere visualizzati nei risultati di Search e Google Images.

(3) Manufacturer Center: Questo supporta ora descrizioni, varianti e contenuti ricchi, come immagini e video di alta qualità che possono essere visualizzati sul product’s knowledge panel.

 

Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.