In SEO

Il nuovo aggiornamento di Chrome inizierà a bloccare anche gli annunci pericolosi contenuti in siti web sicuri ed affidabili.

Come riporta una nota ufficiale “The Chrome team is delighted to announce the promotion of Chrome 71 to the stable channel for Windows, Mac and Linux. This will roll out over the coming days/weeks.
Chrome 71.0.3578.80 contains a number of fixes and improvements — a list of changes is available in the log. Watch out for upcoming Chrome and Chromium blog posts about new features and big efforts delivered in 71“.

Questo aggiornamento include 43 correzioni di sicurezza, perché da sempre la missione di Google è quella di rendere il web un luogo più sicuro,  andando, come dicevamo con l’ultima versione del suo browser, a bloccare tutti gli annunci falsi.

Come si legge Chrome 71 bloccherà tutti gli annunci su siti offensivi che tentano, in vario modo, di ingannare gli utenti. Un classico esempio è quando si apre improvvisamente una pagina web durante la navigazione dove vengono lanciati falsi allarmi di sistema, o dove appaiono pulsanti di chiusura che in realtà non funzionano e altri contenuti falsi destinati a indirizzare l’utente verso annunci fraudolenti o verso pagine di destinazione che possono rubare dati sensibili.

Google non ha dettagliato tutte le novità presenti in quest’ultimo aggiornamento, ma gli sforzi per contrastare i siti malevoli sono chiaramente i punti salienti di questo update.

La società nell’ultimo anno è passata dal bloccare le minacce evidenti come i malware alle tattiche più snelle che potrebbero non compromettere il computer, ma potrebbe rivelarsi fastidioso nel migliore dei casi e costoso nel peggiore dei casi.

La cosa che sorprende, in verità, e che non ci si aspettava è che i siti che utilizzano queste tattiche non saranno bloccati da subito dal motore di ricerca di Google, ma riceveranno un avviso temporale di 30 giorni entro i quali saranno obbligati a ripulire tutte le singole pagine contenenti loro azioni nefaste.

In questo modo i siti segnalati non perderanno l’indicizzazione nel momento in cui Google li contrassegnerà come “abusive”, ma avranno un mese di tempo per adeguarsi, anche perché molte di queste procedure spesso le troviamo in siti web sicuri e anche molto trafficati.

Ma Chrome è anche molto di più perché l’aggiornamento 71 avviserà gli utenti quando navigano in un sito web che sembra nascondere i costi e i termini reali per una transazione.

Molto probabilmente Chrome 71 avviserà l’ignaro navigatore che il sito che sta visitando sta cercando di legarlo a un abbonamento senza avvertire che gli verrà addebitato.

Chrome 71 è ora disponibile per Linux, Mac e Windows e verrà lanciato per gli utenti Android e iOS nel corso delle settimane a venire.

P.S. Vuoi davvero imparare il web marketing?

Il web marketing è in continua evoluzione, resta sempre aggiornato! Offriamo video corsi di web marketing in abbonamento, per garantirti tutta la formazione di cui hai bisogno in un unico spazio, senza dover perdere giornate intere alla ricerca di fonti, corsi, novità e senza spendere un patrimonio in formazione. Avrai tutto ciò che ti serve per diventare un vero specialista.

Vuoi provare gratis? Accedi subito a centinaia di lezioni gratuite.

[via engadget.com]
Post recenti

Commenta questo articolo

Leave a Comment

Sei umano? * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.