| Pubblicato
11 Maggio 2020

CPA

Jacopo Matteuzzi

CPA: acronimo di Cost per acquisition o Cost per action. È il costo medio di un annuncio pubblicitario quando viene effettuata un'azione specifica.

Queste azioni comprendono i clic, le vendite, i download e la visita di pagine importanti (es. landing page, aggiunte al carrello per gli e-commerce).

Questa metrica del digital marketing indica il rapporto tra il costo totale della campagna diviso per il numero di "azioni" effettuate.

Un calcolo del CPA permette agli inserzionisti online di inserire un costo su ogni conversione, il che permette di ottimizzare le strategie di ottimizzazione della campagna e di comprendere più a fondo le vendite e il funzionamento della pubblicità online.

Monitoraggio del CPA

Usando le principali piattaforme pubblicitarie online come Google Ads e Facebook Ads è possibile monitorare il CPA, che viene fornito direttamente dalla piattaforma senza dover aggiungere particolari settaggi.

Tuttavia, in una campagna multicanale, è anche possibile monitorare la CPA per avere metriche più precise attraverso vari mezzi e con una varietà di metodi, tra cui:

  • Implementare un sistema CRM
  • Includere ulteriori domande sui form che possono collegare una conversione alla campagna CPA
  • Utilizzare di codici promozionali per link specifici
  • Utilizzare i parametri UTM per generare codici di collegamento tracciabili
Jacopo Matteuzzi

Chairman of the Board @ Studio Samo