| Pubblicato
18 Aprile 2020

Brainstorming

Jacopo Matteuzzi

Il brainstorming è un metodo per generare idee per risolvere un problema di progettazione.

Di solito coinvolge un gruppo, sotto la direzione di un facilitatore.

Il punto di forza del brainstorming è il potenziale che i partecipanti hanno nel creare associazioni tra le loro idee in un ambiente di libero pensiero, ampliando così lo spazio di soluzione.

Il brainstorming può sembrare privo di vincoli, ma il successo dipende dal rispetto di alcune regole e da qualcuno che funga da facilitatore.

Le regole principali sono:

  • Fissare un limite di tempo - a seconda della complessità del problema;
  • Iniziare con un problema/riassunto obiettivo - i membri dovrebbero affrontare questa domanda, un piano o un obiettivo ben definito e rimanere sull'argomento;
  • Astenersi dal giudicare/criticismo - nessuno dovrebbe essere negativo (anche attraverso il linguaggio del corpo) su qualsiasi idea;
  • Incoraggiare le idee strane e stravaganti - oltre al divieto di frasi come "troppo costoso", tenete aperte le porte in modo che tutti si sentano liberi di esprimere le proprie idee, purché siano sull'argomento;
  • Puntare sulla quantità più che sulla qualità delle idee - il processo di vagliatura e selezione viene dopo;
  • Costruire sulle idee altrui - è un processo di associazione in cui i membri si espandono sulle nozioni altrui e raggiungono nuove intuizioni, permettendo a queste idee di innescare le proprie;
  • Dire "e" - più che scoraggiare con "ma" - per avvicinare le idee al problema;
  • I diagrammi e i post-it aiutano a dare vita alle idee e aiutano gli altri a vedere le cose in modo diverso;
  • Permettere una conversazione alla volta - mantenere il controllo in questo modo e mostrare rispetto per le idee di tutti è essenziale per arrivare a risultati concreti.

Jacopo Matteuzzi

Chairman of the Board @ Studio Samo