Come sfruttare (veramente) i preferiti di Twitter

Tempo di lettura: 3 minuti
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
twitter

I preferiti di Twitter, il tasto a forma di stellina che si trova alla base dei tweet, hanno sempre vestito un ruolo secondario all'interno dello scenario social media marketing. Non esprimono un apprezzamento diretto come accade con il “Mi piace” e non alimentano la condivisione come il retweet.

Vuoi far felice un tuo contatto Twitter? Ecco, vai sicuro con il retweet: la ripubblicazione sul proprio profilo rappresenta l'accettazione definitiva di un testo, di un link o di un contenuto visual (immagini, gif e mini video).

Retweettare un messaggio di Twitter vuol dire mostrare ai propri contatti il contenuto pubblicato da un altro account. Questo può portare a un aumento delle visite, alla diffusione del proprio nome e, in generale, all'inizio di un circuito virale.

Io pubblico, lui condivide e gli altri condividono: tutto questo si amplifica se lo share viene effettuato da un influencer, ovvero da un personaggio particolarmente in vista che influenza le opinioni di un determinato settore.

Il tasto dei preferiti, invece, non ha una utilità in termini di visibilità. Questo almeno è quello che appare a una prima analisi. In realtà i preferiti di Twitter possono essere utilizzati con grande soddisfazione.

Vuoi qualche esempio?

Ringraziamento

Quando preferisci un tweet stai lasciando un messaggio che cambia in base alle circostanze. L'uso della stellina, ad esempio, è perfetto per ringraziare chi ha retweettato i tuoi contenuti.

Tu pubblichi, il contatto retweetta e tu ringrazi con la stella. Certo, un messaggio pubblico sarebbe l’ideale ma quando hai valanghe di retweet questa è una soluzione utile.

Approvazione

Questa è una soluzione perfetta per chi ama discutere a lungo su Twitter. All'interno di un botta e risposta, magari insieme a più contatti, il tweet preferito è sinonimo di approvazione.

“Sì, sono d'accordo con te e con la tua opinione” sembra dire il tweet preferito. Non una parola in più è necessaria, basta la stella. Anche in questo caso è preferibile utilizzare un messaggio soprattutto per evitare fraintendimenti.

Parametro

Il numero dei preferiti è un valore, un numero pubblico. Ogni tweet conserva il numero dei preferiti in basso, vicino a quello dei retweet. E resta un importante parametro per valutate il sentiment dei follower nei confronti dei contenuti. Guarda il tweet di Obama... quanti preferiti ci sono?

obama

Bookmark

La funzione preferiti di Twitter è perfetta per conservare in un unico luogo i tweet più importanti, i contenuti che vuoi leggere con calma, i link che puoi usare per scrivere un articolo. Puoi usare i preferiti come bookmark quotidiano: a fine giornata vai nella cartella e organizzi tutti i tweet preferiti. Quelli che possono essere utilizzati per i post li smisti su Evernote, quelli che vuoi leggere più tardi li archivi su Poket… non c’è limite alla tua capacità organizzativa.

Condivisione

Inoltre la pagina dei preferiti ha un permalink che può essere condiviso (ma visto solo se hai fato il log in su Twitter): per questo al tua collezione di favoriti può essere condivisa su Twitter ma anche su altri social. Non ti basta? Puoi trasformare i preferiti in una lista da condividere sul sito web grazie al widget ufficiale di Twitter. Bastano pochi click per ottenere il codice: un tool perfetto per chi ama fare content curation attraverso qualsiasi mezzo.

walk

Inoltre Twitter sta testando una nuova funzione per risollevare le sorti dei favoriti e rendere questa funzione più social: sta inserendo (in alcuni account) i favoriti nella timeline dei follower. Per approfondire ti consiglio questo post di Mashable.

La tua opinione

Vuoi aggiungere qualche consiglio o qualche trucco per utilizzare i favoriti in modo alternativo? Sono sicuro che nella tua esperienza personale si nasconde una buona soluzione da inserire in questa lista.

[adrotate banner="8"]

Impara subito ad usare Twitter in modo professionale con il nostro video corso “Twitter Marketing Efficace”. Guarda le lezioni gratuite e comincia subito a twittare!

Fonte immagine

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

SOLO PER VERI MARKETER

Ricevi i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservate e tanto altro!

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito

Riccardo è un Webwriter Freelance, autore del noto blog My Social Web. Si occupa di scrittura online, blogging, copy, SEO e Social Media Marketing. Ottimizza i testi per landing page e siti web. Si occupa anche di formazione, sempre per gli argomenti sopra citati. In passato ha curato i social aziendali e i testi di importanti portali turistici, come ItalyTraveller, Capri.it e Positano.com. E' autore del corso online "Imparare a fare Blogging" di Academy Studio Samo.

2 risposte

  1. Buongiorno e grazie per i contenuti di questo spazio.
    Una domanda:
    come posso rendere non pubblici ai miei follower la mia lista preferiti?
    Grazie per la cortesia
    Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solo per veri marketer

Ricevi via email i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservare e tanto altro!